Ti sarà inviata una password per E-mail
TRENTO | Upload Art Project | 7 dicembre 2013 – 30 gennaio 2014

Il giovane artista trentino Michele Parisi (1983) è presente all’Upload Art Project di Trento con una significativa e interessante mostra personale in cui presenta gli ultimi suoi lavori. Sono alcuni polittici, tele, opere su carta e su velina a manifestare la sua ricerca, attraverso proprio la sua produzione più recente, che si pone sempre in bilico tra pittura e fotografia.
Michele Parisi, L’ora della voce più bassa, 2013
In queste immagini, le sue stanze imparate a memoria, arriva a creare visioni emblematiche di luoghi (meglio forse non-luoghi) enigmatici in cui l’ombra ha sempre il ruolo di protagonista fondamentale. Questa presenza determina, infatti, uno spazio teso tra manifestazione e dimenticanza, tra memoria e oblio, caricando sempre lo sguardo di ogni ambiguità (e il suo reciproco contrario) che essa sottende.
Scrive puntualmente nell’eccellente analisi critica Gabriele Salvaterra: 

“Il lavoro di Michele Parisi è una grammatica fatta di antitesi. Il suo intento sembra essere quello di muoversi ambiguamente sui confini che definiscono le tradizionali categorie tecniche e concettuali dell’arte. Da una parte la pittura, dall’altra la fotografia; da una parte l’arte della memoria, dall’altra quella dell’oblio; da una parte la luce, dall’altra l’ombra; da un parte la figurazione, dall’altra l’astrazione. […]
Quello che emerge da questi lavori è proprio la consapevolezza di come chiarezza e opacità non possano fare a meno l’una dell’altra per potersi definire; di come la luce, nel momento in cui tenta di affermarsi come totale evidenza, non possa evitare di produrre anche il suo contrario nell’ombra gettata dalla sua stessa luminosità.” 

Michele Parisi, Scriptorium, 2013
Michele Parisi con la pratica della sua pittura dà prova di matura consapevolezza nel considerare il visibile quasi come risultato tangibile di una somma di opposti interdipendenti che rendono conto del suo impenetrabile mistero in modo tanto affascinante e attraente, quanto oscuramente indecifrabile, al limite della sua ultima, probabile, leggibilità.

Michele Parisi. Stanze imparate a memoria
a cura di Federico Mazzonelli e Gabriele Salvaterra 

7 dicembre 2013 – 30 gennaio 2014 

Upload Art Project
Via del Suffragio 24, Trento 

Orario: giovedì, venerdì e sabato, 16.00-19.0; apertura anche su appuntamento
Ingresso libero

Info: gabriele.salvaterra@yahoo.it
kele.parisi@hotmail.it
www.uploadartproject.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi