Non sei registrato? Registrati.
BOLOGNA | BolognaFiere

Nel pomeriggio di venerdì 1 febbraio sono stati assegnati i Premi della 43esima edizione di Arte Fiera – Fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea organizzata da BolognaFiere. Qui un breve report su tutti i premiati.

PREMIO MEDIOLANUM PER LA PITTURA
GIURIA: Cecilia Canziani, curatrice indipendente, Roma; Maria Morganti, artista, Venezia; Gianluca Ranzi, curatore indipendente, Milano; e Stefano Pirrone, Wealth Advisor Banca Mediolanum.
Il premio viene assegnato all’opera Dopo la Tempesta, 2017, dell’artista Nazarena Poli MaramottiGalleria A+B, Brescia, il cui lavoro affronta e si confronta con la grande storia della pittura ma reinterpretandola come lacerazione nella sua frammentazione e nel suo divenire.

Nazzarena Poli Maramotti, “Dopo La Tempesta”, 2017, tecnica mista, 200×300 cm

PREMIO PER LA FOTOGRAFIA ANNAMARIA E ANTONIO MACCAFERRI
GIURIA: Annamaria e Antonio Maccaferri, collezionisti; Maura Pozzati, storica dell’arte, Bologna; e Letizia Ragaglia, direttrice Fondazione Museion, Bolzano.
La giuria ha riscontrato una qualità molto alta della sezione fotografia e immagine in movimento con proposte innovative e sperimentali riguardo soprattutto all’arte italiana e alle giovani proposte. Per questa ragione il primo premio viene assegnato a I Pilastri della Terra, 2019, di Virginia ZanettiGalleria Traffic, Bergamo, per aver affrontato con spirito leggero e originale tematiche attuali e urgenti come l’attenzione all’ambiente.
Il secondo premio ex equo viene dato a Mushroom from the forest #1, 2011- di Takashi HommaGalleria Viasaterna, Milano, e a The Google Trilogy1. Report a problem, 2012, di Emilio VavarellaGalleriapiù, Bologna.
Con il primo si dà un riconoscimento ad un linguaggio fotografico raffinato e concettuale, capace di affrontare tematiche legate ancora una volta all’ambiente, in questo caso drammatiche, con il secondo è stato premiato l’utilizzo intelligente della rete e l’aver sviluppato un corpus fotografico legato al lungo viaggio virtuale capace di incontrare ed evidenziare l’errore con grande impatto cromatico e visivo.

Virginia Zanetti, I Pilastri della Terra/ The Pillars of the Earth,

#CONTEMPORARYYOUNG
GIURIA: Sissi, presidente di giuria, artista; Michele Poggipolini, Marco Arletti, Enrica Gentile, Enrico Zuffellato e Andrea Pizzardi per il Gruppo Giovani di Confindustria Emilia; Andrea Maioli, responsabile Cultura e Spettacoli di QN il Resto del Carlino; ed Alberto Ferrari, direttore generale di Banca di Bologna.
Il Premio è assegnato ad Alberto Scodro, presentato dalla galleria Car di Bologna, per l’opera Santa Maria. Lo studio creativo dell’artista, basato sul ricercare, scoprire e sfidare diversi metalli attraverso un processo di fusione, rende l’opera unica e profonda.

ALBERTO SCODRO, Santa Maria, 2017, Silice, quartz, iron, oxids, epoxy, cotton, pigments, 48 x 40 x 40 cm, 18 7/8 x 15 3/4 x 15 3/4 inches

PREMIO ROTARY BOLOGNA VALLE DEL SAMOGGIA
GIURIA:
Roberto Grandi, Presidente Istituzione Bologna Musei; Fabiola Naldi, critica, curatrice e professore di arte contemporanea; Paola Nucci Pagliaro, Presidente Accademia Studi Caravaggeschi; Davide Rivalta, artista, coordinatore Dipartimento Arti Visive Accademia Belle Arti Bologna; Elisabetta Stagni, Presidente Rotary Club Bologna Valle del Samoggia.

Sergio Avveduti, Authoban, 2018, collage su carta, cm 76×56

In questa edizione la giuria all’unanimità ha potuto rilevare l’altissima qualità sia delle gallerie sia degli artisti e pertanto ha deciso di aumentare il numero degli stand selezionati. Per favorire la diffusione della cultura dell’arte soprattutto tra i giovani e per divulgare i principi del Rotary sull’amicizia e fratellanza tra le genti, è stato assegnato il Premio Rotary Bologna Valle del Samoggia alla galleria AF, Bologna; il premio Rotaract Bologna e il premio speciale “Andrea Sapone” all’artista Sergia Avveduti in quanto ha saputo utilizzare molteplici dispositivi nella ricerca di differenti contesti espressivi. Il premio è stato consegnato alla presenza di Domenico Lo Bianco (Organizzazione Premio), Elisabetta Stagni (presidente Rotary Bologna Valle Samoggia e presidente giuria), Paolo Nucci Pagliaro (Presidente Accademia Studi Caravaggeschi e membro giuria), Umberto Spada (Presidente Rotaract Bologna).

PREMIO ARTE E PROGETTO JACOBACCI & PARTNERS
GIURIA:
Eva Brioschi, curatrice Collezione La Gaia, Busca (CN); Stefano Collicelli Cagol, curatore Fondazione La Quadriennale, Roma; Andrea Viliani, direttore Madre, Napoli; ed Elena Re, curatrice indipendente e curatrice collezione Jacobacci, Torino.
Per la struttura aperta dell’opera, per la sua capacità di dialogare con lo spazio e chi lo abita, per la sua natura progettuale espressa attraverso la stratificazione di materiali, tecniche e riferimenti sempre diversi. Inoltre per la coerenza con il progetto culturale sviluppato nel tempo dalla Galleria Norma Mangione. E infine per la piena espressione della mission della Jacobacci & Partners, la giuria assegna all’unanimità il “Premio Arte e Progetto” all’opera Untitled, 2018, dell’artista Bernd Ribbeck (Colonia, 1974).

Bernd Ribbeck, Norma Mangione Gallery, Torino, 2018, veduta espositiva. Foto: Sebastiano Pellion di Persano

Sabato 2 febbraio, sempre all’interno di Arte Fiera, si è tenuta, invece, la cerimonia di consegna del Premio ANGAMC 2019 (www.angamc.com), riconoscimento teso a valorizzare il ruolo e la carriera di un gallerista affiliato all’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea distintosi nel panorama italiano per meriti artistici, umani e professionali.
Il Premio è stato assegnato alla carriera del gallerista Pasquale Ribuffo – recentemente scomparso – fondatore insieme a Franco Bartoli della Galleria De’ Foscherari di Bologna.
Erano presenti alla cerimonia Gianpiero Calzolari (Presidente BolognaFiere), Simone Menegoi (Direttore Artistico Arte Fiera) e Mauro Stefanini (Presidente ANGAMC). Dopo l’intervento di Pier Giovanni Castagnoli (storico dell’arte, già Direttore della GAM di Torino), teso ad illustrare la storia del gallerista premiato e della sua galleria, Mauro Stefanini ha consegnato la targa ai figli di Pasquale Ribuffo, Elena e Francesco Ribuffo, dando pubblica lettura della motivazione: «Alla carriera di Pasquale Ribuffo, cofondatore della Galleria De’ Foscherari, che dai primi anni Sessanta ha associato, con grande impegno e professionalità, l’interesse per gli artisti storicizzati ad un’approfondita ricerca sulla contemporaneità».

«Non si può scrivere la storia dell’arte contemporanea – ha sottolineato Pier Giovanni Castagnoli – senza considerare anche la storia delle gallerie d’arte. Pasquale Ribuffo ha sempre creduto nel potenziale di Arte Fiera, impegnandosi in prima persona e con i colleghi per salvaguardarla».

Premio ANGAMC

Arte Fiera Bologna 2019
direttore artistico Simone Menegoi

Quartiere Fieristico di Bologna

1 – 4 febbraio 2019

Orari: da venerdì 1 a domenica 3 febbraio 11.00-19.00; lunedì 4 febbraio 11.00-17.00

Info: www.artefiera.it
Facebook.com/artefiera
Twitter.com/artefiera
Instagram/artefiera_bologna

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •