Ti sarà inviata una password per E-mail
PAVIA | Sala del Rivellino – Castello Visconteo di Pavia | 28 febbraio – 12 aprile 2015

La mostra collettiva Japan now! presenta, nella cornice della Sala del Rivellino al Castello Visconteo di Pavia, oltre cinquanta opere di otto celebri artisti contemporanei giapponesi offrendo uno spaccato sulle principali tendenze neopop nipponiche.
L’importante nucleo di testimonianze, provenienti da collezioni private internazionali, si connettono all’artista Takashi Murakami (1962) e a quello stile Superflat che è diventato caratteristico della sua espressione. Lo stile “superpiatto” si inserisce nel segno di una certa continuità con la tradizione pittorica giapponese delle immagini piatte, che era già propria di Hokusai (1760-1849), contaminato con le principali culture contemporanee metropolitane.

Yoshtitomo Nara

Con visioni ipermodernizzate vi leggiamo, ad esempio, il fenomeno, sociologico ed estetico, della cultura Kawaii, dove è tipica la presenza eccessiva di icone dolci e puerili che bloccano sine tempore l’età infantile, oppure quello degli Otaku, che definisce quanti hanno una vera e propria ossessione per manga, anime o videogiochi.
Il linguaggio degli artisti contemporanei giapponesi rimanda spesso ad un universo che si satura di visioni particolari che, quasi poetiche, c‘interrogano, tra visione e percezione, su un mondo onirico e delicato. Si rivendica anche come peculiare la loro originalità che, come spesso accade nella cultura giapponese, si sposta in ambiti sospesi tra tradizione e innovazione.
Afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Pavia Giacomo Galazzo:

Japan now! vuole essere molto più di uno sguardo sull’arte contemporanea nipponica. Pavia si apre al Giappone, alla sua cultura e alle tradizioni, non solo attraverso i massimi esponenti della sua arte, come Murakami e Nara, ma anche grazie a un programma collaterale di conferenze, proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali, workshop, seminari e laboratori per bambini dedicati alla scoperta del paese del Sol Levante, che abbiamo condiviso con le Biblioteche e i Musei civici. […] Abbiamo intenzione di realizzare una programmazione culturale molto attenta alle tematiche internazionali. […] Vogliamo parlare del mondo che ci sta intorno e la mostra sul Giappone sarà un episodio di assoluto prestigio.”

Takashi Murakami

Protagonista principale è Takashi Murakami – visto come il Warhol giapponese – con uan serie di opere che lasciano vedere la commistione tra arti tradizionali e contemporanee giapponesi ibridate con l’Arte Pop statunitense. Troviamo diverse opere di Yoshitomo Nara (1959) le cui figure derivano dall’anime e dai manga, esempi di una subcultura urbana che produce, con la musica punk-rock e il graffitismo, opere al contempo quasi perverse e naif.
Ai nomi dei due grandi artisti si accostano quelli dei più promettenti talenti del paese del Sol Levant con gli individuali linguaggi e scelte espressive come: Aya Takano, Chiho Aoshima, Mr, Chinastu Ban, Mahomi Kunikata o Akane Koide, provenienti dalla KaiKai Kiki Company, la factory di MuraKami.
Il loro lavoro è trascrizione di un desiderio dare un respiro di novità nel panorama artistico giapponese e dare una forma concreta alle ansie, ai turbamenti e alle contraddizioni di una generazione. È, infatti, la polemica estetica, sociale ed esistenziale ad accomunare tutti gli artisti presenti.
Questa esposizione cerca un dialogo con le nuove generazioni in uno spazio urbano che diventa luogo di interscambio culturale e sociale amplificando l’offerta culturale della città di Pavia.

Chinatsu Ban

La mostra si propone, allora,  quale contenitore di attività dedicate alla cultura giapponese  dirette soprattutto ai giovani, ma non solo, perché l’obiettivo resta quello di avvicinare un ampio pubblico all’arte contemporanea e, per questo, le attività collaterali saranno divise secondo diverse tipologie: visite guidate e conferenze dedicate all’arte giapponese contemporanea; attivitá per bambini e di animazione alla lettura (Kamishibai); laboratori e seminari dedicati alla cultura e alle tradizioni giapponesi; proiezioni cinematografiche e di film d’animazione giapponesi; dimostrazioni e workshop gastronomici; recital e concerti.

Japan Now! Una mostra collettiva di arte giapponese contemporanea
a cura di Antonella Montinaro, responsabile di marketing e mostre di GACMA
in collaborazione con Comune di Pavia

28 febbraio – 12 aprile 2015

Sala del Rivellino
Castello Visconteo
Viale XI Febbraio 35, Pavia

Orari: da martedì a domenica 10.00 – 18 (ultimo ingresso ore 17.15)
Ingresso intero €10.00; ridotto 6-14 anni, oltre 65 anni e gruppi €8.00; visite guidate per 20 persone €80.00; visite guidate e aperture straordinarie su prenotazione 

Info, prenotazione  attività collaterali: info@mostrajapannow.com
www.mostrajapannow.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi