Ti sarà inviata una password per E-mail
RAVENNA | Museo Nazionale di Ravenna | 4 aprile – 15 giugno 2014

di Elena Sabattini

Non è facile cogliere il senso dell’installazione di Ettore Frani per la mostra Respiri, in occasione dell’inaugurazione della nuova sala di accoglienza del Museo Nazionale di Ravenna, a cura di Antonella Ranaldi. Per farlo occorre un passo indietro, molto indietro. Si parte dalle cinque Erme di età classica che danno il proprio nome alla nuova sala, ex Primo Chiostro, ora delle Erme e delle Antichità.

Ettore Frani, Respiri, Museo Nazionale Ravenna, veduta della mostra

Come in un romanzo d’appendice questi cinque manufatti subirono un naufragio durante il loro trasferimento da Roma a Ferrara nel XVI secolo. Poi l’oblio fino al fortunoso ritrovamento da parte di alcuni pescatori nel 1936. Il resto è storia recente fatta di magazzini e riordini, di riallestimenti e dimenticanze per arrivare al lieto fine.

Sala delle Erme Museo Nazionale Ravenna

Ettore Frani con Respiri cerca un percorso comune: le sue immagini rarefatte e nel contempo dense di significato si pongono come ponte metafisico tra le profondità marine e l’attuale collocazione delle Erme. Il giovane artista, presente in importanti sedi istituzionali e segnalato in premi nazionali di prestigio, elegge il trittico come sua cifra stilistica. In mostra vuole rendere omaggio al tempo perduto, e lo fa giocando sull’effimero, sull’impalpabilità dei respiri, appunto. L’installazione, curata dallo stesso artista in modo estremamente puntuale, pone lo spettatore tra due trittici che interagiscono tra loro creando una sorta di flusso immaginario nel quale ognuno può ricavare le proprie sensazioni.
Ettore Frani, Respiri, trittico
Eppure, senza la conoscenza della citata storia della sala delle Erme si rischia di non comprendere a pieno il “respiro” di questa opera limitandosi ad apprezzarne, o meno, il gesto stilistico tout court.

Ettore Frani, Respiri, Fortezza e Comunicande

Ettore Frani. Respiri
a cura di Antonella Ranaldi
in collaborazione con L’Ariete artecontemporanea

4 aprile – 15 giugno 2014

Museo Nazionale di Ravenna
via San Vitale 17, Ravenna

Info: +39 0544 543711
sbap-ra@beniculturali.it
sbap-ra.museonazionale@beniculturali.it
www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi