Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Fondazione Mudima | 17 – 30 dicembre 2014

La Fondazione Mudima di Milano, con opere totalmente inedite, presenta la mostra Until Next Morning dedicata all’artista Simona Caramelli (1969) che, in questa occasione, espone una serie di lavori appartenenti agli ultimi due anni di ricerca composti da diverse tecniche miste su carte di grande formato.

Simona Caramelli. Until next morning, veduta della mostra, Fondazione Mudima, Milano Foto di Fabio Mantegna

L’artista toscana nel suo lavoro pone un accento forte sulla matericità del supporto che dialoga con l’espressione libera delle sue visioni pittoriche, istintive e rituali allo stesso tempo. Il confine del dipinto diventa per lei l’apparizione di un paesaggio interiore in cui il bianco e il nero, predominando, trovano spazio e sostanza per condensare la manifestazione delle forme.
Simona Caramelli, I 2, 2014, serie acrilico e collage su carta, 175x150 cmL’idea di sospensione e attesa protratta, che emerge dal suo lavoro, deriva essenzialmente dal ciclo “I”, dove la I sta per insonnia, condizione patita dall’artista, attraverso quale, in un lavoro notturno, sono nate le cinque grandi carte presenti nello spazio milanese. Ogni segno e gesto, ogni ipotesi di materia, lascia in questa pittura una traccia indelebile delle passioni, del sentire interiore che divampa in quel subderma immaginifico generato nell’animo dell’artista e che, necessariamente, si riverbera poi in quello dello spettatore.
Scrive Gianluca Ranzi nel saggio critico:

“In queste opere l’idea ricorrente di una finestra sbarrata che apre sulle dinamiche interiori e cerca di trattenere una nebulosa di pittura e energia allo stato puro (I #2, 2014, acrilico e collage su carta, 175×150 cm.), assume una grande efficacia espressiva pur senza mai rinunciare a un sapiente controllo formale e a una caratteristica riduzione minimale della composizione.”

Simona Caramelli. Until next morning, veduta della mostra, Fondazione Mudima, Milano Foto di Fabio Mantegna

In Simona Caramelli l’energia pittorica si fa forza inarrestabile e incontenibile che da dentro deflagra nello spazio attraverso un gesto, incisivo e violento, ma grazie al quale possono liberasi anche le voci nascoste dell’animo e i suoi segreti sentimenti. I suoi quadri sono, quindi, una sorgente preziosa e inesauribile di stimoli che, nella libertà individuale della visione, richiamano quelle voci che, sopite e silenti, spesso non vogliamo ascoltare.

Simona Caramelli. Until next morning
a cura di Gianluca Ranzi 

17-30 dicembre 2014 

Fondazione Mudima
via Tadino 26, Milano           

Orari: da lunedì a venerdì 11.00-13.00 e 15.00-19.30
Ingresso libero 

Info: +39 02 29409633
info@mudima.net
www.mudima.net

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi