Ti sarà inviata una password per E-mail
ŽILINA (SLOVACCHIA) | Galleria darte di Povazie | 16 luglio – 30 agosto 2014

Venti per Una. Venti regioni per un’Italia, venti artisti per una mostra. Uno sguardo Laterale è una mostra che, allestita per la prima volta nel 2012 alla Castiglia di Saluzzo (CN) e ideata e realizzata dall’IGAV – Istituto Garuzzo per le Arti Visive di Torino, ha un carattere itinerante e mobile, adattandosi a diverse sedi espositive, e offre uno spaccato ampio sulla varietà di linguaggi e ricerche dell’arte italiana di oggi.

Venti per Una. Venti regioni per un’Italia, venti artisti per una mostra. Uno sguardo Laterale, Galleria d'arte di Povazie, Žilina, Slovacchia (allestimento della mostra)

Pensato quindi per una diffusione internazionale (nei Paesi dell’America Latina tra l’autunno 2012 e l’estate 2013; alla Galleria delle Arti di Zurab Tsereteli – Accademia Russa di Arte, come evento collaterale ufficiale della V Biennale di Mosca; al Loft Rizzordi Art Foundation di San Pietroburgo e alla Galleria Klovićevi Dvori di Zagabria) il progetto dell’IGAV giunge, fino alla fine di agosto, alla Galleria d’arte di Povazie a Žilina, dove, per la tappa conclusiva della sua circuitazione europea, viene presentata in concomitanza con la VII edizione del Festival italiano in Slovacchia e il Semestre di Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.
Venti per Una raccoglie opere di venti artisti contemporanei – uno per ciascuna regione italiana – che offrono spunti, riflessioni, emozioni, presenze e immagini desunte, e ispirate, dai rispettivi territori di appartenenza che danno al publico l’inicazione di come l’Italia sia ancora capace di grande forza e vivacità creativa nella sua interezza.

Venti per Una. Venti regioni per un’Italia, venti artisti per una mostra. Uno sguardo Laterale, Galleria d'arte di Povazie, Žilina, Slovacchia (inaugurazione della mostra)

Dai centri d’elezione e di riferiemnto fino alle piccole realta locali, il fermento creativo italiano e il suo sistema-arte resta prolifico, fecondo e propositivo; lo scopo della mostra, inoltre, resta anche quello di interrogarsi sul senso e valore di un’arte italiana in un panorama, quale quello attuale, così fortemente globalizzato. Si riflette su come proprio l’arte, linguaggio universale per eccellenza, affondi sempre le proprie radici nel contesto culturale – e non solo – in cui viene prodotta.
Gli artisti presenti sono stati individuati dalla curatrice con precise connotazioni e caratteristiche che fossero confacenti all’idea del progetto: tutti hanno mosso, in maniera a-specifica, la loro scelta linguistica che ha reso, così, peculiare  il loro punto di vista divenuto eccentrico, instabile, vulnerabile anche se di una forte valenza estetica, concettuale e culturale; poi, gli artisti, appartengono a diverse generazioni che accostano maestri ormai riconosciuti e giovani artisti emergenti, parametro, quello generazionale, che qui viene, pertanto, superato dalla qualità dei lavori, unico principio valido per la selezione operata.

Venti per Una. Venti regioni per un’Italia, venti artisti per una mostra. Uno sguardo Laterale, Galleria d'arte di Povazie, Žilina, Slovacchia (allestimento della mostra)

La mostra presentata in Europa è stata, rispetto alla prima edizione, aggiornata e ampliata: con artisti e opere diverse, questa proposta è divenuta ancora più intrigante, sottolinenando maggiormente il tema dell’interculturalità e delle “piccole attualità”, caratteristiche della realtà sociale italiana.

Venti per Una.  Venti regioni per un’Italia, venti artisti per una mostra. Uno sguardo Laterale
a cura di Martina Corgnati
evento ideato da IGAV – Istituto Garuzzo per le Arti Visive, Torino
in collaborazione con la Città di Saluzzo
in partnership con Ministero degli Affari Esteri; Istituto Italiano di Cultura di Bratislava
con il patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Regione Piemonte; Provincia di Cuneo; Città di Torino 

Artisti: Eleonora Beddini & Andrea Nevi (Umbria); Claudio Beorchia (Veneto); Marco Bernardi (Lazio); Stefano Cagol (Trentino Alto Adige); Giusy Calia (Sardegna); Danilo Correale (Campania); Mario Cresci (Liguria); Valentina Ferrandes (Basilicata); Dario Ghibaudo (Lombardia); Nazzareno Guglielmi (Marche); Emilio Isgrò (Sicilia); Pietro Mancini (Calabria); Chicco Margaroli (Valle d’Aosta); Franco Menicagli (Toscana); Andrea Nicodemo (Molise); Paride Petrei (Abruzzo); Agnese Purgatorio (Puglia); Tamara Repetto (Piemonte); Mario Sillani Djerrahian (Friuli Venezia-Giulia); Mona Lisa Tina (Emilia Romagna)

16 luglio – 30 agosto 2014

Galleria d’arte di Povazie
M. R. Štefánika 2, Žilina (Slovacchia) 

Orari: da martedì a sabato 9.00-12.00 e 12.30-17.00; domenica 10.00-12.00 e 12.30-16.00

Info: +421 41 562 25 22; +421 41 562 24 15; +421 41 562 04 16
pgu@post.sk
www.pgu.sk 

IGAV – Istituto Garuzzo per le Arti visive
+39 011 8124456
info@igav-art.org
www.igav-art.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi