Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Spazio Oberdan | 5 dicembre 2014 – 18 gennaio 2015

Saranno settanta opere selezionate a ripercorrere la lunga e ininterrotta carriera di uno dei maestri dell’arte del Novecento italiano quale Trento Longaretti (1916). Allo Spazio Oberdan di Milano questi capolavori, che coprono un ampio arco temporale che va dal 1936 per arrivare al 2014 (Longaretti a dispetto dell’età continua infaticabilmente a lavorare), lasceranno immergere lo sguardo del pubblico nelle narrazioni dell’artista e del suo tipico immaginario fantastico e favolistico, poetico e lirico.
Quasi un secolo di vita e una carriera brillante e lunghissima qui si riassumono attraverso cinque percorsi tematici che, nonostante attraversino tutta la sua esperienza, possono essere inquadrati in fasi e periodi precisi: maternità, dall’infanzia alla vecchiaia, la condizione dell’uomo, derelitti e fuggiaschi e miracoli della natura sono le sezioni che Carlo Pirovano ha scelto di individuare per questa ampia rassegna espositiva monografica.

Trento Longaretti, Strano cielo sui viandanti, 2009, olio su tela, 82x130 cm

Afferma lo stesso Pirovano

“Gli spunti figurativi evidenziati da questa selezione estremamente rarefatta tra le molteplici suggestioni del mondo fantastico longarettiano possono essere la maternità nelle sue svariate sfaccettature, dalla tenerezza trasognata alla tragedia imprevista; il traslato fantastico della vita come gioco musicale- infanzia vecchiaia (bimbi-vegliardi) per infaticati ritmi errabondi; il flagello biblico dello sradicamento spazio-temporale di turbe in fuga con il relativo annichilimento dell’identità di popolo; o infine la riflessione pensosa sui miracoli della natura come dono: un fiore forse o un tramonto folgorante o semplicemente il flusso della luce.”

L’estesa traccia cronologica documenta tutta l’evoluzione espressiva del maestro lombardo, dalla stagione di Corrente al dopoguerra, dagli anni di insegnamento all’Accademia Carrara di Bergamo al periodo della maturità, senza tralasciare gli ultimi e più recenti esiti della sua vivace produzione. 

Longaretti. Mito e metafora
a cura di Carlo Pirovano
mostra promossa da Provincia di Milano, Archivio Longaretti
in collaborazione con Galleria B&B Arte, Canneto sull’Oglio (MN) 

5 dicembre 2014 – 18 gennaio 2015
inaugurazione giovedì 4 dicembre ore 18.00

Spazio Oberdan
viale Vittorio Veneto 2, Milano 

Orari: da martedì a venerdì 10.00-19.30; sabato e domenica 14.00-19.30; chiuso il lunedì; il 25 e 26 dicembre 15.00-19.30; il 31 dicembre 10.00-15.30; l’1 gennaio 2015 15.00-19.30
Ingresso libero 

Info: +39 02 77406302/6381
www.provincia.milano.it/cultura

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi