Ti sarà inviata una password per E-mail
GENOVA | Chan Arte | fino al 25 settembre 2013

Ancora una settimana per vedere la personale, Pink Elephant. A Stream from a stone, della giovane artista genovese Nuvola Ravera, in mostra da Chan Arte dallo scorso maggio e che, attraverso il “Libro Rosso” o “Liber Novus” di Carl Gustav Jung,  si immerge nel sogno come base dello studio dei meccanismi universali dell’animo umano, alla ricerca di ciò che Jung ha definito “archetipi”, i modelli di comportamento istintuale e culturale che fanno parte del nostro “inconscio collettivo” e che, negli anni successivi, sono stati alla base delle ricerche legate alle neuroscienze.

Pink Elephant, un torrente da una pietra è un esperimento, una mostra, un libro, un invito, un viaggio.
“Seeing Pink Elephants” è un’espressione inglese solitamente usata per indicare uno stato di allucinazione dovuto all’alcool o all’uso di droghe che coinvolge tutti i sensi. Il titolo scelto per questo progetto stravolge il senso tradizionale dell’espressione, facendo riferimento ad uno stato allucinatorio “lucido” non indotto da sostanze, ma raggiungibile dall’uomo in quel limbo che si trova tra il sonno e la veglia.
Nuvola Ravera presenta, attraverso un percorso espositivo che comprende disegni, installazioni, sculture e visioni, il catalogo delle sue allucinazioni ipnagogiche raccolte nel corso degli ultimi due anni, alla ricerca di un linguaggio universale che riesca a raggiungere tutti, facendosi strada tra le pieghe dell’inconscio.
“Un libro che contenga tutte queste scene con l’invito esplicito a realizzarle, a immaginarle o ad aggiungere suggestioni, in qualsiasi modo”: l’allucinazione #70 contiene in sé la genesi e l’intento della raccolta Pink Elephant, un invito e un’esortazione ad esplorare e ad ascoltare il nostro inconscio attraverso tutte le sue manifestazioni, un linguaggio primitivo che parli di noi a noi stessi e agli altri. La catalogazione non sistematica delle allucinazioni ipnagogiche raccolte dall’artista su fogli di carta, registrate appena sveglia, appuntate sulle lenzuola sì è così trasformata in opere, in oggetti ma solo come ultima fase di un processo che vuole aprirsi a numerose e nuove interpretazioni, un punto di partenza per un confronto con tutti che vorranno seguirla in questo volo di falena, verso la riconquista di un fuoco interiore. L’appuntamento presentato da Chan Arte a Genova è infatti la prima tappa di un progetto collettivo a cui sono stati invitati amici, artisti, scrittori e curiosi e che raccoglierà nel tempo i loro contributi di diverso genere stimolandoli ad una coraggiosa esplorazione in grado di combattere la paura di quello che realmente si sa e che spesso nemmeno si sospetta. [VALERIA BARBERA]

Nuvola Ravera è nata a Genova nel 1984. Vive e lavora tra Genova e Milano. Nel 2008 si è laureata all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Nel 2010 ha completato il percorso di studio con un biennio specialistico in fotografia presso la scuola cfp BAUER di Milano frequentando in contemporanea alcuni corsi del dipartimento di nuove tecnologie -cinema e video- di Brera e della Hochschule für Grafik und Buchkunst di Lipsia. Ha lavorato per artisti quali il fotografo italo tedesco Armin Linke e Bouchra Khalili. Affianca alla ricerca personale un’attività di documentazione nell’ambito dell’arte contemporanea e del design collaborando con artisti, istituzioni e testate di settore. Attualmente collabora con il Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce di Genova, con la Fondazione Remotti di Camogli, con il magazine Artribune, Espoarte, il Corriere della Sera e con il fotogiornalista Davide Pambianchi.
nuvolaravera.tumblr.com

Nuvola Ravera
Pink Elephant. Un torrente da una pietra

25 maggio – 25 settembre 2013

Chan Arte
Via Sant’Agnese 19r, Genova

Info: +39 338 1997496 – 338 5703963
info@chanarte.com
www.chanarte.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi