BOLOGNA | L’ARIETE artecontemporanea | 15 aprile – 11 giugno 2016

L’Ariete artecontemporanea di Bologna, dopo Limen del 2011 e Gravida del 2013, presenta la terza personale di Ettore Frani, Requiem, ideata e realizzata dall’artista per la sede della Galleria.

Ettore Frani scrive del progetto Requiem:

“Le opere che presento in questa nuova mostra personale si inseriscono lungo un percorso già da tempo tracciato che vede, come soggetto principale, il tema della Natura, luogo onnicomprensivo, e riccamente simbolico, attraversando il quale l’uomo può fare vera esperienza e prendere coscienza della propria vita. La Natura, dunque, come mistero mai del tutto dicibile, specchio dei nostri desideri e timori. Libro in cui leggere il nostro destino, il nostro essere al mondo. Tutte le opere si raccolgono in seno alla parola Requiem quasi ad evocare una composizione musicale, ma il senso che voglio dare va soprattutto inteso come congedo simbolico e veglia, un apprendistato che possa insegnarci il ‘saper lasciare andare’. Sentire ed accettare il diminuire del giorno come risonanza intima del nostro destino. Un lento e prezioso lasciar essere per trovare consolazione nel proprio dileguare come fine del nostro compito. Dissipare ogni disperazione, di modo che la sofferenza del grido divenga canto, che risuoni al di là degli abissi scavati dalla separazione e dalla morte.

Ettore Frani, Sentinella III, 2016 olio su tavola, cm 40,5x34,5x10

Ettore Frani, Sentinella III, 2016 olio su tavola, cm 40,5×34,5×10

La mostra è stata pensata come una sorta di partitura, con i suoi ritmi e i suoi movimenti, ed è suddivisa in due tempi (necessari per i due ambienti della galleria). Sette opere hanno come soggetto l’Albero, dodici opere il Mare. Diciannove opere della medesima dimensione, per uguale rilevanza all’interno della composizione, che come stazioni immaginarie, presso le quali sostare, punteggiano le pareti di palpiti e respiri. Dalla muta ouverture, la veglia delle Sentinelle, Ancora attesa e Luce dentro, si passa al movimento della sezione centrale, a cui appartengono Doppio regno, L’aperto, Primo movimento, Il dono e Requiem, per giungere alla crepuscolare coda della composizione, organizzata nelle sei opere dal titolo Andar spegnendosi, dove il movimento delle onde, il decrescere della luce e del suo pulsare, scivolano lentamente verso l’ultima opera: Nunc dimittis (Ora lascia)”.

ETTORE FRANI. Requiem

15 aprile – 11 giugno 2016
opening venerdi 15 aprile 2016 ore 18

L’ARIETE artecontemporanea
via d’Azeglio 42, Bologna

Orari: lun gio ven sab 15.30 – 19.30; mar mer 15.30 – 17.30

Info: +39 348 9870574
www.galleriaariete.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •