SAN PIETROBURGO (RUSSIA) | Museo dell’Hermitage | 28 giugno – 31 ottobre 2014

di MATTEO GALBIATI

Manifesta 10, la biennale nomade dell’arte in Europa, che inaugurerà nell’estate del prossimo anno, avrà come cornice la stupenda città di San Pietroburgo e vedrà nel suo museo più conosciuto, l’Hermitage, una delle sedi principali. A guidare Manifesta 10 sarà il tedesco Kasper König, nominato di recente curatore della manifestazione internazionale.
Hedwig Fijen, direttrice di Manifesta, e Mikhail Borisovich Piotrowsky, direttore generale del Museo di Stato dell’Hermitage, hanno accolto la nomina di König con parole di grande entusiasmo, vedendo nelle competenze e nella grande esperienza del curatore tedesco, unite alle sue specifiche e approfondite conoscenze nel campo delle pratiche artistiche, la personalità più adatta a seguire questa speciale edizione di Manifesta.
Il 2014 sarà un anno di particolari coincidenze, ricorrerà, infatti, un duplice anniversario: sarà il 20° di Manifesta e il 250° del Hermitage. Le due celebrazioni si vogliono integrare per offrire, in occasione della presentazione della biennale europea di arte contemporanea, nuovi punti di vista legati all’arte, alla storia e ai messaggi delle proposte dell’una e le collezioni dell’altro, in un rimando continuo tra passato, presente e futuro.

L’Hermitage sicuramente è un luogo ideale per riflettere sull’intersezione tra i linguaggi del passato e quelli legati al contemporaneo per la sua tradizione ormai secolare. Manifesta, al contempo, con l’attualità del suo sguardo contemporaneo diventa possibilità chiave per rilanciare il ricco patrimonio del museo russo nel contesto di oggi.
König raccoglie la sfida e orienterà proprio in questa direzione l’incarico che si appresta a svolgere, lavorando con l’arte contemporanea, in un contesto come questo, “con la speranza di fare una mostra che sia intelligente e giocosa”. Egli ha, per esperienza diretta, un chiaro e preciso pensiero sulla funzione dei musei che, in seno ad una società, come la nostra, che cambia repentinamente, devono diventare luoghi liberi per nuove idee e posizioni critiche.
Ci congratuliamo con Kasper König per l’incarico ricevuto e, augurandogli buon lavoro, rimandiamo l’appuntamento al prossimo anno per Manifesta 10.

Kasper König è una delle figure più rappresentative del mondo dell’arte contemporanea. La sua grande esperienza e conoscenza gli fanno vantare stretti rapporti con i maggiori artisti internazionali. Tra le numerose mostre, che König ha sapientemente curato, si ricordano Westkunst del 1981 a Colonia; Von hier aus – Zwei neue deutsche Monate Kunst a Düsseldorf nel 1984 e Der Spiegel zerbrochene presentata a Vienna e Amburgo.
È stato il co-fondatore, nel 1977, del progetto Skulptur Projekte Münster
. Dal 1988 al 1999 è stato professore presso la Städelschule di Francoforte ed è stato, sempre a Francoforte, anche direttore e fondatore di Portikus. Dal 2000 al 2012 König è stato il direttore del Museum Ludwig di Colonia.

Info: www.manifesta.org

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •