Ti sarà inviata una password per E-mail

RE-CYCLE. Strategie per l’architettura, città e il pianeta

ROMA | MAXXI | 1 dicembre 2011 – 29 aprile 2012 (preview stampa 30 novembre 2011)

Una “mappa contemporanea del riciclo come strategia creativa”: in una mostra con 80 disegni, modelli, fotografie, video, oggetti
+ mostra fotografica: Pieter Hugo/ Permanent Error a cura di Francesca Fabiani
+ due installazione site specific: Fernando e Humberto Campana e raumlaborberlin

Con Permanent Error vengono esposte, all’interno della mostra Re-Cycle, 28 fotografie di un progetto che ha come protagonista la baraccopoli di Agbogbloshie nel Ghana, una delle discariche hi-tech più grandi del mondo dove computer, monitor e schede madri vengono bruciati per ricavare rame, ottone, alluminio e zinco producendo residui tossici che contaminano l’aria, l’acqua, la terra e le persone. Il fotografo sudafricano Pieter Hugo ha fatto della e-waste il soggetto di uno dei suoi lavori più affascinanti, restituendo un’atmosfera tra il bucolico e l’infernale, in cui le figure si aggirano tra falò e cumuli di rottami informatici mentre vacche e buoi pascolano placidi tra i miasmi tossici del terreno. Uno scenario catastrofico che lancia nel titolo un ulteriore monito.

Disegni, modelli, video, fotografie, testimonianze e altri materiali per comporre una mappa contemporanea del riciclo: è Re-Cycle, strategie per l’architettura, la città e il pianeta, la grande mostra che il MAXXI Architettura dedica a progetti esemplari di riciclaggio di architetture, città, paesaggi, insieme a opere di artisti, fotografi, media producer.
Una mostra per dimostrare che il riciclo è uno dei massimi generatori di innovazione creativa.

In mostra importanti lavori di architetti e artisti contemporanei: dalla High Line newyorchese di James Corner e DS+R ai dischi di Jimi Hendrix incisi sulla lastra di un cranio fratturato nella Russia della Guerra Fredda, dal progetto di Lacaton & Vassal per la trasformazione del Palais de Tokyo a Parigi ai filmati di Blob che riusano spezzoni di materiale televisivo. E ancora, l’Alvéole 14 a Sainte Nazaire del gruppo LIN, i progetti di rinaturalizzazione selezionati insieme a Harvard University per le shrinking cities in America e in Europa. Ma il concetto di riciclo è indagato anche attraverso idee, parole, musica, oggetti e media di ogni genere.

PREVIEW STAMPA:

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
ORE 11:30 – ACCREDITO STAMPA
ORE 12:00 – CONFERENZA STAMPA E PREVIEW
ORE 18:00 – LECTURE DI PIETER HUGO AL MAXXI B.A.S.E.
ORE 19:30 – INAUGURAZIONE

intervengono alla conferenza stampa:
Pio Baldi, Presidente Fondazione MAXXI; Ludovico Ortona Presidente ARCUS, Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura; Pippo Ciorra, curatore della mostra, Laura Olivetti Presidente della Fondazione Adriano Olivetti, Antonia Pasqua Recchia, Direttore Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, Mario Resca Direttore Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale.

saranno presenti:
Roberto Grossi Vice Presidente Fondazione MAXXI, Ettore Pietrabissa Direttore Generale ARCUS, Domitilla Dardi curatore per il design del MAXXI Architettura e Fernando e Humberto Campana, Francesca Fabiani responsabile delle collezioni di fotografia MAXXI Architettura e Pieter Hugo, Michela Corsi MIUR, raumlaborberlin, Patrizia Bonifazio curatore della mostra LUDOVICO QUARONI

RE-CYCLE. Strategie per l’architettura, città e il pianeta
a cura di Pippo Ciorra
MAXXI – National Museum of XXI Century Arts
Gallerie 1, 2, 2a e Sala Carlo Scarpa
Via Guido Reni 4a, Roma
Info: www.fondazionemaxxi.it
mercoledì 30 novembre 2011 conferenza stampa e presentazione
1 dicembre 2011 – 29 aprile 2012

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi