Ti sarà inviata una password per E-mail
COMO | Fondazione Antonio Ratti e Luoghi vari | 30 giugno – 23 luglio 2014

Il CSAV – Artists Research Laboratory, ideato e diretto da Annie Ratti, giunge alla sua ventesima edizione annuale: il laboratorio artistico, tra i più prestigiosi a livello europeo, ogni anno ospita un artista, di importanza e rilevanza internazionale, a condividere la propria visione ed esperienza con un gruppo di artisti emergenti selezionati con un’open call. Fuori dalle metodologie d’insegnamento tradizionali, il workshop propone, sviluppando e seguendo l’improvvisazione, il dibattito e l’evoluzione di una tematica. Oltre alle ore dedicate alla teoria e alla discussione, viene realizzata anche la mostra personale dell’artista ospite e la collettiva dei corsisti con relativo catalogo, un documento finale che testimonia l’attività svolta. Il workshop estivo del ventennale del CSAV vede protagonista uno dei più interessanti e importanti artisti inglesi viventi: Tacita Dean (1965). Celebre per i suoi film lenti e contemplativi che pongono come soggetto il trascorrere del tempo e la bellezza struggente di ciò che questo cancella, Dean ha proposto, per il XX CSAV, proprio il tempo come tema centrale. In Comoggardising – The benefits of creative indolence, letteralmente Comoggardising – I benefici dell’indolenza creativa (Comoggardising è un neologismo creato da Dean unendo Como con il verbo sluggardising, proprio dello scrittore Robert Walser), Tacita Dean proporrà ai partecipanti di considerare e riflettere sui “tempi morti”, dove si rintracciano spesso le componenti fondamentali del processo creativo quali la contemplazione, la fantasticheria, il pensiero fortuito.

Tacita Dean, Fatigues, 2012 (detail of blackboard 2) Photo Nils Klinger Courtesy the Artist, Frith Street Gallery, London and Marian Goodman Gallery, New York - Paris

Avverte l’artista inglese:

“Il livello di ozio mentale che voglio incoraggiare è di fatto assai rigoroso, e difficile da raggiungere.”

Sono previsti anche momenti di incontro aperti al pubblico come la conferenza di Tacita Dean in cui discuterà del suo lavoro o la lecture del regista ungherese Béla Tarr (1955), autore di opere come Sátántangó o Il cavallo di Torino. La mostra Corso aperto avrà luogo nella suggestiva Villa del Grumello di Como e permetterà al pubblico di conoscere il lavoro dei sedici giovani artisti che, provenienti da 10 paesi del mondo, sono stati selezionati fra i circa settecento che hanno risposto all’open call lanciato dalla Fondazione Antonio Ratti. La personale Craneway Event di Tacita Dean sarà allestita, invece, presso lo Spazio Culturale Antonio Ratti, ex Chiesa di San Francesco: per la prima volta in Italia si potrà ammirare qui l’omologo film del 2009, uno dei più lunghi mai girati dall’artista (108 mnuti). Questo suo grande capolavoro riprende Merce Cunningham (1919-2009), coreografo tra i più importanti del Novecento, alcuni mesi prima della morte, quando, novantenne, dirige da una sedia a rotelle, attento e concentrato, le prove della sua compagnia di danza. Il film di Dean lascia emergere la suggestione che il coreografo non diriga solo i suoi ballerini, ma anche tutti gli elementi dell’intorno con la consapevolezza, quasi, che questi sarebbero rimasti anche dopo la sua scomparsa. Gli artisti invitati nei vent’anni dello CSAV, dal 1995, sono stati nell’ordine: Joseph Kosuth, John Armleder, Allan Kaprow, Hamish Fulton, Haim Steinbach, Ilya Kabakov, Marina Abramovic, Giulio Paolini, Richard Nonas, Jimmie Durham, Alfredo Jaar, Marjetica Potrc, Joan Jonas, Yona Friedman, Walid Raad, Hans Haacke, Susan Hiller, Liliana Moro e Matt Mullican.

Tacita Dean. Comoggardising: the benefits of creative indolence
XX CSAV – Artists Research Laboratory

30 giugno – 23 luglio 2014 

Programma: 
9 luglio 2014 ore 16.30
Preview della mostra collettiva Corso aperto
La mostra dei giovani artisti selezionati
Villa del Grumello, Como

ore 17.30
Conferenza di Tacita Dean
Villa Sucota, Como 

ore 19.30
Inaugurazione di Craneway Event, film screening di Tacita Dean
Spazio Culturale Antonio Ratti, ex Chiesa di San Francesco, Como

10 luglio ore 10.00-18.00
Inaugurazione della mostra collettiva Corso aperto
La mostra dei giovani artisti selezionati
Villa del Grumello, Como 

16 luglio 2014 ore 18.30
Conferenza del film-maker ungherese Béla Tarr
Villa Sucota, Como 

Fondazione Antonio Ratti
Villa Sucota
Via per Cernobbio 19, Como 

Info: www.fondazioneratti.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi