Ti sarà inviata una password per E-mail
VERONA | ArtVerona | 9-13 ottobre 2014

Intervista a LORENZA BOISIANDREA BRUCIATI di Matteo Galbiati

In previsione della nuova edizione di ArtVerona, in programma per il prossimo autunno, si sono aperte le iscrizioni al bando (con un open call) dell’Art Project Fair intitolato 2000Maniacs – The Big Instant Painting Show.
Il progetto, dedicato alla pittura e nato da un’idea di Lorenza Boisi in collaborazione con Andrea Bruciati, si svilupperà come un progetto aperto e in divenire, in un territorio di mezzo tra il simposio e la mostra canonica.
Abbiamo approfondito i contenuti di questa iniziativa con i due curatori: 

Julian Schnabel, Monjas de Calle Con Buen Ojo, 1993, olio su tela, 233x178 cm Courtesy Claudio Poleschi Arte Contemporanea, LuccaCome è nato 2000Maniacs – The Big Instant Painting Show? Da quali idee, concetti e presupposti siete partiti?
Il progetto nasce dalla volontà di presentare progetti innovativi ad ArtVerona e discutendone siamo approdati a questa iniziativa sulla pittura, assolutamente inedita per il panorama fieristico internazionale. Ci piaceva infatti sviluppare un confronto autentico fra artisti e, nel contempo, sensibilizzare il pubblico in un lasso di tempo breve, che permettesse un coinvolgimento ad alta intensità: il display sperimentale e trasversale di ArtVerona era perfetto.

Perché vi siete concentrati sulla pittura?
Lorenza è una pittrice che stimo e ritengo che vi siano molti artisti di grande interesse che meritano una corretta e rinnovata attenzione.

Cosa volete indicare col titolo 2000Maniacs – The Big Instant Painting Show?
Di certo il valore performativo del progetto e la babele di linguaggi che, ci auguriamo, possano stimolare un dialogo efficace e vivificante.

A che artisti si rivolge l’open call aperto fino al prossimo 8 luglio? Sono richiesti limiti, restrizioni, specifiche particolari?
Non vi sono limiti di età o di linguaggio: chiediamo solo di essere presenti con un’opera di ridotte dimensioni (70×70 cm massimo).

Matteo Antonini, Cartone, 2014, olio su tela, 180x155 cm Courtesy Galleria Carta, Monza

10 artisti, e altrettante loro opere, selezionati tra i nomi importanti presenti in fiera accanto a 50 pittori che sono stati scelti tra quelli che hanno aderito all’open call, quale linee seguite nelle scelte?
Sono linee che tengono conto sia della stima personale per i più giovani che della qualità di maestri internazionalmente intesi.

Chi sono i 10 artisti “tutor ideali”? Avete già tutti i nomi?
Marco Cingolani, Enzo Cucchi, Andrea Di Marco, Federico Pietrella, Lucio Pozzi, David Salle sono i più noti: su altri giovani ci stiamo lavorando.

Come si legherà 2000Maniacs con ArtVerona e il suo programma?
In maniera liquida e naturale: rappresenterà un luogo osmotico di stimolo continuo per l’intera manifestazione.

David Salle, Smoke, 2008, olio su tela di lino, 165.1x121.9 cm Courtesy Studio d'Arte Raffaelli, TrentoCome si costruirà la mostra di pittura prevista che un po’ scompagina i modi “canonici” dell’esposizione?
In realtà crediamo fermamente che la pittura sia una pratica che possa espandersi al di fuori della tela, come un organismo ramificato ed estroverso. Le modalità di allestimento seguono questo dinamismo, nello stesso tempo sensuale ed affascinante.

Volete suggerire l’idea di un organismo che cresce e muta nel tempo… Si parla di sviluppo arborescente… Cosa significa? Anche rispetto alla sua organizzazione pratica…
Significa che, come un albero, siamo dinanzi a gemmazioni, ramificazioni, radici, tronco, semi e foglie… La pittura che si estende morfologicamente come un’edera per l’intera superficie parietale della fiera.

Avete sottolineato il carattere “temporale” e “pseudo-performativo” di 2000Maniacs, cosa intendete?
Crediamo nello scambio come luogo e pratica fondante per il processo creativo. Ci piace dimostrare che il fare pittura possa attivare i nostri processi cognitivi in libertà: è una sorta di elogia/elegia della follia alla Erasmo da Rotterdam.

Che ruolo svolge il pubblico in questa occasione? Cosa potrà cogliere?
Riteniamo che il pubblico sarà di certo molto incuriosito e che anche i neofiti potranno cogliere la ricchezza e il mondo che sottostà a chi impiega tavolozza e pennello. Il fruitore è sempre parte attiva e potrà conoscere personalmente tutti i 50 artisti coinvolti.

Che aspettative avete? Che obiettivi vi prefigurate?
Aspettative sempre altissime perché l’obiettivo è quello di rendere virale il progetto.

2000Maniacs – The Big Instant Painting Show
a cura di Lorenza Boisi e Andrea Bruciati
direzione lavori
Lorenza Boisi
media partner
 Espoarte 

Open call
11 giugno – 8 luglio 2014 

Esposizione
9-13 ottobre 2014 

ArtVerona 2014
Veronafiere, Verona 

Orari: inaugurazione della manifestazione
 giovedì 9 ottobre 
ore 14.00 e apertura al pubblico 15.30-20.00; venerdì 10, sabato 11, domenica 12 ottobre 11.00-19.00; lunedì 13 ottobre 
11.00-15.00

Info: duemilamaniacs@gmail.com

Sito web e scheda di adesione all’open call
www.artverona.it/premi-eventi-progetti/eventi-e-progetti/2000maniacs/

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi