Non sei registrato? Registrati.
BOLOGNA | Maison Ventidue | Fino al 3 marzo 2018

Maison Ventidue, situata nel cuore della città di Bologna, torna ad ospitare il lavoro di un artista internazionale che, secondo i principi di questo spazio ha avuto modo di pensare, durante una delle residenze Homade, ad un progetto concepito proprio per questo luogo e in relazione anche con il contesto cittadino.

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless, veduta della mostra, Maison Ventidue, Bologna

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless, veduta della mostra, Maison Ventidue, Bologna

Rimanendo per un certo periodo di tempo all’interno di Maison Ventidue, gli artisti possono indagarla in maniera approfondita esplorando il concetto di limite spaziale, relazionale, fisico e geografico; un limite da rispettare o da infrangere. Protagonista di questa nuova residenza Homade è l’artista ecuadoriano Marcello Martinez Vega (1962) con la mostra Homme/Food Homeless.
Presentato per Palazzo Mora a Venezia per la collettiva Personal Structures, evento collaterale ufficiale dell’ultima Biennale di Venezia, in questa circostanza Martinez Vega reinterpreta, nelle mura domestiche di Maison Ventidue, le opere esposte nella mostra veneziana, sottoponendo al pubblico una riflessione complessa e sfaccettata sul significato attuale di identità, secondo una ricerca che si occupa degli aspetti culturali, economici, e sociologici, e le loro dinamiche, che riguardano il nostro tempo.

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless, veduta della mostra, Maison Ventidue, Bologna

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless, veduta della mostra, Maison Ventidue, Bologna

Questo progetto si origina nel 2015 quando, dopo l’arrivo di migliaia di immigrati a Friburgo e dopo aver constatato le dure reazioni da parte della popolazione locale, l’artista decide, con l’aiuto di un’associazione umanitaria e di un mecenate, di costruire una grande cucina industriale per le donne siriane rifugiate dando loro un luogo dove potessero cucinare alimenti della loro tradizione, ritrovandovi, quindi, un luogo familiare. Marcello Martinez Vega vede nel cibo stesso un concetto di habitat, un rifugio e un luogo dove ritrovarsi e sentire le proprie radici originarie. Cinque imponenti installazioni frammentano lo spazio espositivo  facendolo vivere con un nuovo respiro.

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless, veduta della mostra, Maison Ventidue, Bologna

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless, veduta della mostra, Maison Ventidue, Bologna

Maison Ventidue, fondata nel 2014, ha realizzato una serie residenze collaborando, tra gli altri, con Ecla di Bordeaux, Comune di Bologna, Arte Fiera, BilBolBul e i principali festival della città.

Marcello Martinez Vega. Homme/Food Homeless
a cura di Maison Ventidue
con il supporto di Tools for Culture, Mondo Donna, Local To You
con il patrocinio di Ambasciata dell’Ecuador in Italia, Città Metropolitana di Bologna, Quartiere Porto-Saragozza, European Cultural Center
catalogo con testi di Marcello Martinez Vega, Roberta Paltrinieri, Michele Trimarchi

31 gennaio – 3 marzo 2018

Appuntamenti:
2 febbraio 2018 – Performance Pubblica di Marcello Martinez Vega
3 febbraio 2018 – Apertura notturna per Art City White Night di Arte Fiera 2018
10 febbraio 2018 – Concerto di Suoni e Sapori di Adele Madau
17-18 febbraio 2018 – Visita della mostra in presenza dell’artista
3 marzo 2018 – Finissage Homme-Food/Homeless

Maison Ventidue
via dell’Indipendenza 22, Bologna

Orari: su appuntamento

Info: +39 389 1872729; +39 3458224364
maisonventidue@gmail.com

Condividi su...
  • 13
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •