Ti sarà inviata una password per E-mail
BOLOGNA | ADIACENZE | 21 novembre 2014 – 6 gennaio 2015

di ILENIA MOSCHINI

Elisa Muliere mi ha insegnato a cadere… Ed è stata proprio lei stessa ad accompagnarmi nel precipitare leggiadro prima tra le pagine del suo libro Icaro Deve Cadere e in seguito tra le opere dell’omonima mostra allestita (fino al 06 gennaio prossimo) negli spazi di ADIACENZE a Bologna.

Icaro deve Cadere, Elisa Muliere, Grrrz Comic Art Book, Collana L'Invention Collective, coverIcaro Deve Cadere è innanzitutto un libro d’artista, il primo della collana L’Invention Collective di GRRRZ Comic Art Books, casa editrice della scena del fumetto indipendente italiano. Il volume, come mi racconta l’artista mentre ne sfoglio una copia, non narra la storia del personaggio mitologico in sé; il vero soggetto dell’opera è infatti il momento della caduta, intesa come traiettoria e come scorrere del tempo che determina il senso stesso della vita e che accomuna tutti noi che nasciamo, cresciamo fino a raggiungere un apice e poi iniziamo a discendere. Questo messaggio però non deve essere interpretato in maniera negativa; infatti, anche se non ci è dato sapere quanto durerà questo percorso e dove ci condurrà, ognuno di noi può scegliere che senso dare alla propria vita, un percorso ricco di cose da scoprire, speranze, ricordi, dubbi, desideri, momenti di disillusione e momenti di consapevolezza…

È sempre Elisa a spiegarmi come sia intervenuta manualmente sulla copertina di ciascuna copia del libro (in tiratura limitata di 500, numerata e firmata), in modo da renderla un vero e proprio oggetto d’arte – unico a tutti gli effetti; a mostrarmi l’unicum originale di Icaro deve cadere, concepito come opera indivisibile e a descrivermi le serigrafie in mostra (anch’esse in tiratura limitata) che riproducono cinque illustrazioni interne al libro.

Elisa Muliere, Icaro deve cadere, veduta della mostra(2)

Entro nella seconda sala dello spazio espositivo dove mi accoglie il rumore di una sfera che cade; è il suono dell’installazione video che Elisa ha realizzato mappando la stanza e animando una delle illustrazioni presenti all’interno del libro. L’artista precisa che, attraverso il tintinnio della caduta degli elementi di colore rosso che colpiscono l’immagine disegnata sulla parete, ha voluto rappresentare il flusso, scandito dai minuti, dello scorrere tempo, in apparenza sempre uguale ma in realtà puntualmente diverso.

Elisa Muliere, Icaro deve cadere, veduta della mostra(3)

Ancora in questa stanza, sulla parete a sinistra, un mosaico di pagine e fogli testimonia l’evoluzione dell’intero progetto e la fase di sperimentazione durante la quale Muliere ha ridefinito il tratto, ha provato molteplici materiali e colori (carboncini, pastelli, matite più o meno acquerellabili, diluenti, pigmenti pressati) e ha testato diversi tipi di carta, divenuta ora suo materiale d’elezione e cifra stilistica che la contraddistingue. Osservando questa sorta di collage e le carte originali del libro raccolte all’interno di una teca, emerge come il segno sia lo stesso che l’artista ha adottato da anni; macchie, grovigli – preminentemente neri – dai quali emergono le figure, con il colore a mettere in risalto alcuni dettagli. Poi i testi che l’artista ha accorpato alle immagini: frasi brevi, chiare, quasi degli aforismi che racchiudono il significato di possibili esperienze.

Elisa Muliere, Icaro deve cadere, veduta della mostra(4)

Scendiamo infine nel piano seminterrato della galleria: qui Elisa ha riprodotto una tavola del libro, Per tutto il tempo che rimane, trattando i muri di questa stanza sotterranea come se fossero carta, utilizzando le stesse tecniche usate per le illustrazioni che compongono Icaro Deve Cadere, proprio per ricreare lo stesso effetto visivo delle pagine del libro. Mi ritrovo immersa nell’azzurro delle pareti dipinte, in silenzio; provo la stessa sensazione di calma e di leggerezza di quando si nuota sott’acqua… Poi riemergo, pronta a cadere di nuovo, senza timore, in trasformazione costante…

 Elisa Muliere, Per tutto il tempo che rimane, 2014, wall painting a tecnica mista, dimensioni d'ambiente

Elisa Muliere. Icaro Deve Cadere

21 novembre 2014 – 6 gennaio 2015

ADIACENZE
Piazza San Martino 4/f, Bologna

Info: www.adiacenze.it
www.grrrz.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi