Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Atelier Les Copains | Fino al 16 maggio 2015

di GINEVRA BRIA

«Il mio più grande sogno è la proiezione della luce nella vastità del cielo della notte», scriveva Otto Piene (1928-2014) nel 1961, l’interrogazione dell’universo non appena incontra la luce, intonsa, senza ostacoli – il mondo dello spazio l’unico ad offrire all’uomo una libertà sostanzialmente illimitata. «Perché non esiste nessun tipo di arte nello spazio, perché non allestire una mostra nel cielo? È possibile che solo una manciata di piloti, forse artisti, sfoderino le loro trame perfette nella volta celeste, marchiandola anche solo per un istante? Nel cielo ci sono così tante, tali enormi possibilità e noi, invece, procediamo lentamente in fila, verso i musei e dentro agli stessi, mentre i nostri vecchi dipinti sfoderano un immaginario di un passato di marce! Fino ad adesso abbiamo affidato le nostre visioni alla guerra per sognare un ballo della luce naïve, per i cieli della notte, abbiamo lasciato che fosse la guerra a illuminare il cielo con segni colorati e artificiali, indotti dalle conflagrazioni».

Otto Piene, Atelier Les Copains

Seguendo il ritmo ascendente di questi pensieri, Chiara Guidi allestisce la prima mostra di Piene a Milano, una personale ospitata da Atelier Les Copains, al primo piano di via Manzoni 21. Se questa citazione lascia trasparire il processo di catalisi attraverso il quale Piene intendeva trasformare materia e statuto dell’arte, con la stessa forza e svolgendo un esercizio di consapevolezza, il percorso milanese, realizzato in collaborazione con Plutschow Gallery di Zurigo, ospita una parte, una selezione fra le centinaia di opere di luce-cinetica, degli spettacolari dipinti di fuoco e fumo e delle sue indagini poste in connessione tra arte e natura.

Otto Piene, Atelier Les Copains

La mostra è suddivisa in tre sezioni ideali, che non solo mettono in luce l’utilizzo di materiali come la ceramica e la carta, ma rendono trasversale, assoluta la purezza della ricorsività di “immagini pesanti”, dalla scultura fittile alla pittura. Immagini meno illusionistiche dei dipinti e con una qualità tattile intrinseca, lasciando lo spettatore sentire e non solo vedere gli oggetti. Come tutte le opere di Otto Piene, le ceramiche presenti in Atelier Le Copains sono caratterizzate da una ricerca incentrata sulle forze primarie della natura: luce, fuoco, aria e terra. Tra lavori di medie e grandi dimensioni, il pigmento rappreso si fonde ai colori assopiti, intrisi dalla ceramica, ricreando non solo la vorticosità libera del gesto pittorico ma anche la sua profondità intrinseca, misura perfetta di conoscenza degli aspetti più inediti del lavoro dell’artista. Piene, sempre nel 1961, constatò: «L’umanità imprigionata raggiunge la verità di grandi interrogativi, nel difendere se stessa. Ma quando la nostra libertà diventerà così grande che ci lascerà conquistare il cielo solo per il divertimento di farlo, di planare attraverso l’universo, di vivere il grande piano della vita nella luce e nello spazio, senza esser guidati dalla paura e dalla sfiducia?».

Otto Piene (1928-2014) pittore e scultore tedesco, membro fondatore del Gruppo ZERO (1957-1966) una delle avanguardie artistiche più importanti del dopoguerra, cui hanno aderito tra gli altri Lucio Fontana, Yves Klein, Piero Manzoni, Heinz Mack, Gunther Uecker, accomunati dalla volontà di ridefinire e trasformare l’arte.

ATELIER Les Copains è uno spazio multidisciplinare che vuole fungere da richiamo ed eco per la realtà artistica e cul­turale contemporanea, un luogo dedicato alle più innovative tendenze dell’arte. 150 metri quadri di spazio espositivo in Via Manzoni 21, un laboratorio dove confrontare esperienze, valorizzare la creatività, elaborare progetti d’arte, organiz­zare eventi, incoraggiare nuove sinergie e collaborazioni con artisti, galleristi, critici e collezionisti. ATELIER Les Copains è un luogo aperto al contemporaneo, uno spazio di comunicazione e promozione.

Otto Piene
a cura di Chiara Guidi
In collaborazione con Plutschow Gallery di Zurigo

Atelier Les Copains
Via Manzoni 21, Milano

12 marzo – 16 maggio 2015

Info: +39 02 80509190
info@atelierlescopains.com
www.atelierlescopains.com

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi