Non sei registrato? Registrati.
MILANO | Fieramilanocity | 5-7 aprile 2019

Intervista a MATTEO LORENZELLI di Matteo Galbiati

La storica galleria Lorenzelli Arte di Milano a miart punta su una collettiva di artisti di galleria suddivisa tra grandi maestri e artisti più giovani in uno stand ricco di eccellenze, qui incontriamo Matteo Lorenzelli per il settimo dialogo di “Incontri a miart”:

Piero Dorazio, Atout II, 1967, olio su tela, cm 70×260 Courtesy Lorenzelli Arte, Milano

Perché hai scelto di partecipare a miart? Cosa caratterizza questa fiera? Che opportunità riserva?
Questa fiera si inserisce in un programma più ampio che investe tutta la città di Milano, la Milano Art Week. Durante questa settimana inaugurano mostre importanti, vengono create delle installazioni ad hoc, ci sono molti eventi. Vengono persone da tutto il mondo e partecipare a miart si inserisce in questo programma di promozione dell’arte. La fiera non ha solo un carattere economico, ma è anche cartina tornasole di nuovi interessi e da l’occasione di valorizzare artisti poco premiati dal mercato.

Come è cambiata in questi anni?
È diventata via via più internazionale, c’è stata una grande apertura verso le gallerie di tutto il mondo.

Max Bill, Transcoloration aus braun, 1972-1975, olio su tela, cm 80×80 Courtesy Lorenzelli Arte, Milano

Cosa presenti nel tuo stand? Che scelte hai fatto e perché?
Abbiamo portato artisti che fanno parte della scuderia della galleria praticamente da sempre come Osvaldo Licini, Max Bill e Piero Dorazio. Portare in fiera un’opera di Osvaldo Licini significa ribadire ancora e ancora quanto la sua arte sia unica ed affascinante, anche, e soprattutto, fra mille altre proposte.
Abbiamo esposto opere di Giuliano Barbanti e di Koji Yamamoto, Luca Serra, Robert Pan e Liu Ruowang.
Le scelte delle esposizioni e delle proposte fieristiche rispondono a un medesimo intento di valorizzazione del fare artistico degli artisti della galleria.

Tra i tuoi artisti quale ci segnali in modo particolare e per quale ragione?
Non mi piace dover parlare di un singolo in questo contesto. La mia proposta per la fiera è una proposta corale. Posso, però, ribadire quanto io creda nel lavoro degli artisti più giovani: Luca Serra, Robert Pan e Liu Ruowang. Ciascuno di loro ha una proposta valida.

Robert Pan, MV 9,801 BZ, 2014-2016, resins, mixed media, cm 206×185 Courtesy Lorenzelli Arte, Milano

Che mostra presenti in galleria in questo periodo?
Una mostra di Herbert Ferber, artista americano che prese parte al movimento dell’Espressionismo astratto. È uno scultore pressoché sconosciuto in Italia che ha fatto la storia dell’arte del secolo scorso. Oltre alle sue sculture è esposto un corpus di disegni esplicativo del suo modo di procedere nella costruzione mentale e fisica dell’opera. È una mostra che vuole mettere in risalto il processo e l’opera in un sol tempo per omaggiare un grande artista e un grande amico.

miart 2019

5-7 aprile 2019

Lorenzelli Arte
Stand B44

Fieramilanocity
Padiglione 3, Gate 5
viale Scarampo, Milano

Orari: venerdì e sabato ore 12.00-20.00; domenica ore 11.00-19.00
Ingresso intero €15.00; ridotto ragazzi dai 14 ai 17 anni e studenti universitari €10.00; ridotto bambini sotto i 14 anni e studenti accademie belle arti o corsi di laurea in storia dell’arte €1.00

Info: www.miart.it
www.lorenzelliarte.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •