Non sei registrato? Registrati.
MILANO | Lorenzelli Arte | Fino al 21 luglio 2018

di MATTEO GALBIATI

Robert Pan (1969), per la sua personale da Lorenzelli Arte a Milano, dove presenta 30 opere di medio e grande formato, offre il ritmo palpitante della sua specialissima “pittura” che, in ogni “frammento” di spazio costituito dalla superficie dipinta, sa racchiudere un infinito universo brulicante di colori, sfumature, rilievi e affioramenti.

Robert Pan, HT 4,268 LK, 2017-18, cm 108.5×108.5

Quello che colpisce e stupisce lo sguardo di ogni spettatore è, infatti, la possibilità di muoversi in ogni direzione, in ogni verso per cogliere tutto il potenziale espressivo delle sue sostanze cromatiche che, dopo decenni di risoluta e concentrata sperimentazione personale sempre ad altissimo livello, toccano la perfezione di uno stile unico e appassionante capace, appunto, di catalizzare un’attenzione davvero esclusiva che rende vivo il dipinto in ogni suo frammento. Colore e resina definiscono una combinazione che, divenuta in lui personalissima attitudine del suo fare, esalta le associazioni, le scoperte e le densità di ogni tonalità, sempre spinta al massimo del suo potenziale. Il colore, in questo magmatico addensamento e concentrazione di presenze, sa conquistare quell’ulteriore elemento significante – la luce – che completa e rilancia il suo stesso valore dinamico ed evolutivo, mai fisso ed immobile, perché sempre presente nell’animare la tensione all’infinito delle sue immagini.

Robert Pan. Cosmic Latte, veduta della mostra, Lorenzelli Arte, Milano

Il quadro è e resta lo spazio fisico del colore e, con il connubio resina e luce, spinge l’osservazione oltre l’orizzonte del visibile per dilagare nelle profondità dell’ignoto; in questo altrove si ricompongono le emozioni, i legami, le visioni, all’intensità di uno splendore di cui resta inspiegabile il fondamento originante. Il quadro vive, allora, quella strana possibilità di raccontarsi non solo come immagine, ma anche come oggetto concreto, come fatto tangibilmente accertabile nelle sue reali e fisiche consistenze, nonostante questa concretezza racconti di qualcosa di imponderabile e non nettamente deducibile secondo la limitata capacità di comprensione dell’umano pensare.

Robert Pan, SE 2,094 GR, 2017-18, cm 110.5×90.5

Realtà fisica e immaginazione illimitata, corpo e pensiero si riconducono alla meticolosa cura del gesto dell’artista che, nello scrivere il suo colore fisico, accerta metafore di un indefinibile spazio-tempo: da molti definito come un alchimista per questi equilibri con cui regola gradienti assai differenti, Pan contrae ed espande in continuazione una sostanza che dal materiale acquisisce anche il valore e il senso dell’immateriale.
Aggiungendo e sottraendo, l’artista sa mobilitare la casualità ricercata dei particolari, dei dettagli che, in un costante gioco di avvicinamento e allontanamento, ci spostano continuamente dalla nostra dimensione concreta alle infinite aperture di altri universi di senso.

 

Robert Pan. Cosmic Latte
a cura di Ivan Quaroni
catalogo Lorenzelli Arte N.157

30 maggio – 21 luglio 2018

Lorenzelli Arte
Corso Buenos Aires 2, Milano
Orari: da lunedì a venerdì ore 10.00-13.00 e 15.00-19.00; festivi chiuso
Ingresso libero

Info: +39 02 02 201914
info@lorenzelliarte.com
www.lorenzelliarte.com

Condividi su...
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •