Non sei registrato? Registrati.
BOLOGNA | Essse Caffè Store | Fino al 28 marzo 2020

di ISABELLA FALBO

Trovarsi davanti a un dipinto di Giulia Dall’Olio procura un effetto sinestesico in cui sembra di sentire il profumo del verde, di udire l’azzurro e di scorgere la vita dalla forma del nero.
Verde, azzurro e nero sono i tre colori della tavolozza dell’artista emiliana, nessuna altra cromia è ammessa.
Lo spazio pittorico che emerge dalla tela – talvolta quadrata, talvolta rotonda – appare sconfinato, poiché non vi sono margini che delineano l’inizio o la fine degli alberi, e la preponderanza di foglie che avanza sembra uscire ed inglobare lo spettatore in tutta la sua potente magnificenza.

Giulia Dall’Olio, g 8][73 d, 2020, olio su tavola, cm 40×40

L’effetto sfumato unitamente a pennellate più materiche è dirompente: mette in dubbio la mera realtà materiale delle selve dipinte, e le fronde e le foglie divengono metafore che conducono la visione dello spettatore oltre il visibile e il materiale; la luce notturna ne svela l’origine: è dal buio che nasce la vita.
"forse la notte è la vita e la vita e il sole la morte” scrive la poetessa Alejandra Pizarnik, certamente "in principio era la notte”, feconda e silente. La notte, come scrive Claudio Marucchi, "è inclusiva di tutto, essendo lo sfondo di ciò che ancora non è venuto in essere, il vuoto senza che ci sia ancora qualcosa per riempirlo”.
In queste opere di Giulia Dall’Olio dal silenzio e dal vuoto del nero emerge la vita, in tutta la sua potenza, sotto forma di elemento naturale.

Giulia Dall’Olio, g 19][173 d[173 d, 2020, carboncino su tavola, cm 40×40

Linee sottili come incisioni, colature, sfumature che corrompono l’integrità della rappresentazione sono elementi fondamentali del lavoro "anche se rimangono inizialmente in secondo piano per lasciare spazio alla bellezza” si fanno metafora delle cicatrici causate dall’uomo sulla natura e diventano segni traghettatori verso il messaggio forte che vuole dare l’artista: il mancato equilibrio tra Uomo e Natura.
Nelle opera in mostra, emerge non solo la pura bellezza della natura, ma anche la vulnerabilità e la frattura tra natura e civiltà, in cui è la natura ad avere ovviamente la meglio. Giulia Dall’olio affronta così la sua personale riflessione sull’Antropocene, il tema ambientale e la crisi ecologica contemporanea.
La tecnica utilizzata dall’artista bolognese è quella tradizionale del carboncino e olio su tavola, guidata – come dichiarato dall’artista bolognese in una nostra precedente intervista – da un immaginario che ritrova i suoi riferimenti negli studi di erbari come quelli di Ulisse Aldrovandi, nei meravigliosi e sapienti paesaggi di Antonio Basoli, negli studi della pittura decorativa parietale bolognese di Rodolfo Fantuzzi, di Vincenzo Maritinelli, di Giacomo Savini che hanno creato delle meravigliose "boscherecce” che sono stanze completamente decorate a paesaggio dove gli alberi fanno da padroni alla visione, nelle pitture di Leonardo Cremonini e Davide Benati e ovviamente dall’osservazione del paesaggio che circonda Bologna”.

Giulia Dall’Olio, g 8] 2018, olio su tavola, Ø cm 90

La mostra La forma del nero, in corso fino al 9 marzo, presso Essse Caffè Store è realizzata in collaborazione con Galleria Studio G7, Bologna e preannuncia i prossimi appuntamenti di Giulia Dall’Olio che  includono la mostra collettiva Grey Street, da Area35 Art Gallery, Milano, a cura di Gabriele Salvaterra, dal 12 marzo al 22 aprile 2020; Drawing Now Art Fair, Parigi, con Galleria Studio G7, dal 26 marzo al 29 marzo 2020; la mostra collettiva presso Galerie Isabelle Lesmeister, Ratisbona, dall’ 8 maggio 2020; la mostra personale a luglio presso Galerie Isabelle Lesmeister, Ratisbona; la doppia personale presso Galleria Studio G7 a settembre 2020.

Giulia Dall’Olio, La forma del nero_exhibition view_Courtesy l’artista e Galleria Studio G7, Bologna_foto Alessandro Fiamingo

Giulia Dall’Olio. La forma del nero
in collaborazione con la Galleria Studio G7

Essse Caffè Store
via Galliera18/b, Bologna

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Sabato dalle ore 9.00 alle 14.00.

Info: www.esssecaffe.com
info@esssecaffe.it
www.galleriastudiog7.it
info@galleriastudiog7.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •