Ti sarà inviata una password per E-mail
LONDRA | Christie’s | 8-13 febbraio 2013

Damien Hirst, Mickey, 2013, vernice su tela, 182.9x105.4 cm, Photo by Prudence Cuming Associates
 © Damien Hirst and Science Ltd. All rights reserved, DACS 2013

Anche Damien Hirst (1965) cede al fascino di Topolino. Sull’esempio di artisti di grande fama che l’hanno preceduto, come Andy Warhol, Roy Lichtenstein e Claes Oldenburg per citarne solo alcuni, anche l’artista inglese si lascia ispirare da questa indiscutibile icona culturale del nostro tempo, personaggio ammirato ormai da diverse generazioni e amato in tutto il mondo.
Mickey Mouse, come lo chiamano gli anglosassoni, su suggerimento e invito della Disney, diventa oggetto dell’interpretazione di Hirst che, chiamato a rivisitarlo, lo ripropone alla luce del suo stile e della sua impronta artistica. Quella che è stata creata è un’opera d’arte unica che riesce a fondere l’indubbia simpatia e energia dell’eroe disneyano con la personalità tipica dell’arte di Hirst.
Secondo questa combinazione nasce Mickey, riduzione geometrica verniciata sulla tela che, nelle forme tonde, rimanda a quelle che identificano i tratti del celebre topo dei fumetti.
Lo stesso Hirst ha commentato:

“Topolino rappresenta la felicità e la gioia dell’essere bambini, e io ho ricondotto le sue forme a degli elementi base con pochi cerchi colorati. Spero che il pubblico ami quest’opera, perché è istantaneamente riconoscibile: Topolino è un’icona popolare universale”.

Va ricordato che le collaborazione con artisti e designer internazionali iniziarono proprio con lo stesso Walt Disney: nel 1954 il creatore di Topolino collaborò, ad esempio, con Salvador Dalì nella produzione del cortometraggio animato intitolato Destino.
Non possiamo dimenticare poi, in tempi più recenti, l’interpretazione che ne fece Andy Warhol nella serie del 1981 denominata Miti, dove diversi personaggi della cultura pop a stelle e strisce diventano un vero e proprio simbolo iconico consacrato dall’arte.
Assecondando e ripercorrendo la passione per l’arte e la creatività del suo fondatore, la The Walt Disney Company continua ad incoraggiare le collaborazioni con artisti contemporanei e il progetto con Hirst lo dimostra.
Va ricordato che il dipinto di Damien Hirst, inserito nell’asta Post-War and Contemporary Art le cui opere sono visibili nella mostra che precede l’incanto, è destinato anche ad un nobile ufficio: i proventi della sua vendita saranno, infatti, devoluti all’associazione benefica Kids Company, istituzione che Hirst supporta da diverso tempo.
A tal propostito la fondatrice e chief executive di Kids Company Camila Batmanghelidjh ha dichiarato: 

“I bambini maltrattati soffrono spesso di solitudine. Essendo vittime, perdono energia e forza. Nei personaggi dei cartoni come Topolino, loro trovano un amico, un senso di protezione e la speranza che un giorno scomparirà il dolore che hanno dovuto sopportare. Damien Hirst è stato un autentico eroe per i bambini della Kids Company. Ha mobilitato risorse per aiutare a migliorare la vita di questi bambini, offrendo loro un futuro più luminoso”.

Nato nel 1996, l’ente benefico, cha ha sede a Londra e Bristol fornisce sostegno concreto, psicologico ed educativo a bambini e giovani bisognosi delle due città.

Post-War and Contemporary Art Evening Auction

8-13 febbraio 2014
Asta 13 febbraio 2014 ore 19.00 

Christie’s
8 King Street, St. James’s, Londra (Gran Bretagna) 

Info: www.christies.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi