Non sei registrato? Registrati.
TORINO | Oval Lingotto Fiere | 2 – 4 novembre 2018

Intervista ad ILARIA BONACOSSA di Francesca Di Giorgio

Ilaria Bonacossa. Photo: Giorgio Perottino/ Artissima

È di Torino e ha 25 anni. Artissima, la “signora” delle fiere italiane dal cuore internazionale torna all’OVAL ricordando il proprio passato ma con il consueto slancio verso il futuro. Quest’anno parliamo di 195 gallerie da 35 paesi (60% espositori stranieri) per 20.000 mq di spazio espositivo. 8 sezioni di cui 4 a firma di un curatore. 7 premi assegnati durante la fiera e oltre 50 curatori e direttori di Museo nelle giurie e iniziative speciali.
E, visto che di numeri stiamo parlando ne spicca uno su tutti: 300.000 di euro in acquisizioni istituzionali nella scorsa edizione. Ma oltre a questi dati, che danno certamente un’idea di che cosa sia in grado di muovere Artissima in solo tre giorni di apertura al pubblico, abbiamo parlato con  Ilaria Bonacossa, per il secondo anno alla guida della fiera torinese, degli aspetti più progettuali che hanno caratterizzato Artissima sin dai suoi esordi…

Time is on our side (Il tempo è dalla nostra parte). Leggo nel tema-guida di questa edizione una grande carica positiva, che rispecchia la continua ricerca di Artissima nel costruire, negli anni, rapporti sempre più stretti con le istituzioni del territorio è così?
Abbiamo lavorato davvero con grande entusiasmo alla costruzione di questa nuova edizione che rappresenta una tappa importante per la fiera, sancendo i suoi primi 25 anni. Il tema che abbiamo scelto è il tempo, inteso non come statica cristallizzazione del ricordo e della celebrazione, ma proposto come flusso dinamico, in grado di imprimere il ritmo del cambiamento. Pensando ai 25 anni della fiera, il tempo di Artissima assume poi una duplice valenza: un passato eloquente e un futuro aperto all’indagine creativa, in cui la fiera parte dalla propria storia e dalla propria identità per partecipare alla costruzione di nuovi percorsi.

CHRISTINA KUBISCH, The Greenhouse, 2017
Exhibition view at Silenzi d’Alberi, Courtesy the artist, Galerie Mazzoli Berlin and Silenzi D’alberi, Pieve di Soligo (TV). Ph. Silvia Longhi

Artissima è una fiera che coniuga respiro internazionale con la volontà di creare un circolo virtuoso con tutte le istituzioni del territorio, per noi importantissime: Artissima 2018 si articola in grande sinergia con Città di Torino, Regione Piemonte, Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Compagnia di San Paolo e Camera di commercio di Torino e le molteplici istituzioni culturali e artistiche attive sul territorio, senza dimenticare le OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino che quest’anno ospitano la prima edizione della nuova sezione Sound, dedicata alle indagini sonore.
Inoltre, nella cornice della mostra #Soundframes e in partnership con il Museo Nazionale del Cinema, il 3 novembre 2018 Artissima presenterà un progetto che riunisce cinema, musica e arte in collaborazione con Vdrome, un “cinema online” curato da Edoardo Bonaspetti, Andrea Lissoni, Filipa Ramos con Enrico Boccioletti. In occasione del primo evento dedicatole in Italia a cura di Vdrome, l’artista inglese Marianna Simnett mostrerà una selezione dei suoi più recenti lavori e una versione rieditata di Blood In My Milk (2018) presentato al New Museum di New York, dove è in corso una sua mostra personale e la serata sarà aperta da una conversazione tra Edoardo Bonaspetti, l’artista e Lucia Pietroiusti, curatrice del Public Program alla Serpentine Galleries di Londra.

Francesco Vezzoli, Take My Tears | Courtesy Treccani Arte

Da Disegni, la sezione-novità portata in Fiera nella tua prima edizione da direttore di Artissima, a Sound, il nuovo progetto, in partnership con OGR Torino. Il segnale di una progressiva apertura verso nuovi collezionismi ma anche diversi spunti di riflessione sulle pratiche curatoriali che la Fiera ha sempre tenuto in considerazione negli ultimi anni?
Artissima si rivolge sia a un pubblico di collezionisti “storici”, sia a coloro che invece si affacciano oggi nel mondo dell’arte e che vogliono partire da qualcosa di più abbordabile come, per esempio, i disegni, che amo e che colleziono io stessa, perché credo che rivelino qualcosa di intimo e segreto sugli artisti. Dare un supporto al giovane collezionismo è uno degli obiettivi di Artissima, insieme al sostegno alla creatività emergente, proprio perché la fiera guarda sempre avanti, al futuro dell’arte. In fiera presenteremo anche un nuovo progetto, da me curato in collaborazione con Treccani: Alfabeto Treccani, una collana di ventuno opere inedite a tiratura limitata realizzate da artisti italiani di tre diverse generazioni, dai grandi maestri ai talenti emergenti di cui in fiera presenteremo i primi 6 esemplari. Il progetto nasce proprio con la volontà di promuovere una diffusione universale dell’arte, favorendo lo sviluppo di un collezionismo giovane e, allo stesso tempo, fidelizzando i grandi collezionisti.

Making of Pietro Golia | Courtesy Treccani Arte

Artissima è riconosciuta a livello internazionale per l’attenzione alle pratiche sperimentali e come trampolino di lancio per artisti emergenti e gallerie di ricerca, e la nuova sezione Sound si inserisce coerentemente nel percorso della fiera: nasce sicuramente dalla voglia di sperimentare e osare, per mettere in discussione le logiche dell’arte visiva. È una bellissima sfida di cui siamo molto orgogliosi e la curatela è affidata a due giovani professionisti, Yann Chateigné Tytelman, curatore e critico d’arte a Berlino e professore associato di storia e teoria dell’arte all’HEAD di Ginevra e Nicola Ricciardi, direttore artistico delle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Ho voluto questa sezione perché i suoni hanno un impatto emotivo fortissimo, coinvolgendoci in una esperienza totale: il suono trasforma lo spazio e la sua percezione, riattiva ricordi, libera l’immaginazione ed è oggi protagonista di numerose ricerche in ambiti eterogenei proprio per la sua capacità di evocare e svelare una realtà intangibile, sempre mutevole.

Jan St. Werner, DAF Struktur (Dynamische Akustische Forschung/ Ricerca Acustica Dinamica), struttura itinerante e modulare, Accademia di Belle Arti di Norimberga, 4-8 luglio 2018

Tra i nuovi progetti speciali Artissima Experimental Academy. La Fiera torna a mettere al centro i giovani artisti e le gallerie sperimentali che ad Artissima hanno sempre trovato uno spazio di rilievo. Di cosa si tratta e come si sviluppa a partire dal primo appuntamento di DAF Struttura, a cura di Zasha Colah?
Artissima Experimental Academy, che lanciamo in fiera in collaborazione con Combo – il concept di ospitalità innovativa e incubatore culturale aperto alla sperimentazione che inaugurerà nel 2019 a Milano, Venezia e Torino – è un inedito progetto formativo legato all’approfondimento culturale che Artissima porterà avanti nel corso di tutto l’anno. Il progetto sarà un’occasione unica di crescita professionale offerta a giovani professionisti dell’arte e prenderà forma attraverso una serie di appuntamenti che vedono workshop di co-progettazione creativa potenziati da format di co-abitazione e divulgazione sperimentali. Il primo appuntamento dell’Academy sarà proprio in fiera con DAF Struttura, realizzato con il sostegno della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT di Torino e curato da Zasha Colah, curatrice indipendente attiva a Torino e Mumbai. Grazie alla collaborazione con Jan St. Werner – musicista sperimentale, co-fondatore della band Mouse on Mars e professore – il progetto attingerà alla storia e al presente della ricerca acustica.
St. Werner sarà affiancato da due relatori ospiti, Yael Solomonowitz e Marc Matter, saranno inoltre presentate installazioni robotiche e luminose di Moritz Simon Geist e Matthias Singer, in cui i robot e le luci si trasformano in strumenti musicali interagendo con diversi interventi del Collettivo DAF.
DAF struttura è realizzato in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Norimberga, i cui studenti ricreeranno uno spazio modulare rievocando un’antica tradizione di scuole sperimentali costruite con le proprie mani dagli alunni e dagli insegnanti. Questo spazio diventerà così contemporaneamente un auditorium, uno studio di produzione, una stazione radio, un palco: una piattaforma per incontri che vedrà l’alternarsi di speakers provenienti dal mondo della sperimentazione acustica e della robotica, insieme a sperimentatori elettronici e artisti. L’Academy è aperta a 25 studenti internazionali selezionati attraverso una call che vivranno per i giorni di Artissima in due ampie tende geodetiche adiacenti all’Oval, in modo da vivere il laboratorio a tuttotondo, 24 ore al giorno. Le attività di DAF Struttura saranno documentate dalla scuola stessa e una pubblicazione che raccoglie la produzione sonora sarà concepita collettivamente e lanciata all’inizio del 2019 con il supporto del Goethe Institut Torino.

Jan St. Werner, DAF Struktur (Dynamische Akustische Forschung/ Ricerca Acustica Dinamica), struttura itinerante e modulare, Accademia di Belle Arti di Norimberga, 4-8 luglio 2018

Visto il venticinquesimo compleanno di Artissima vorrei concludere pensando a… Cosa facevi e dov’eri nel 1994, quando inaugurava la prima edizione di Artissima a Torino? L’arte (come e se) era già entrata nella tua vita?
Nel 1994 avevo 21 anni, studiavo Lettere Moderne all’Università Statale di Milano e iniziavo timidamente ad andare per gallerie (all’epoca si parlava molto meno di arte contemporanea sui giornali generalisti e scoprire le gallerie per chi non aveva collezionisti o artisti in famiglia era un’impresa). Mi ricordo in quegli anni le mostre da Emi Fontana, De Carlo e Guenzani. Avevo comunque 21 anni: studiavo, uscivo la sera, viaggiavo il più possibile e i musei erano i luoghi in cui amavo passare il tempo…

Artissima

1 – 4 novembre 2018

1 novembre: vernissage (su invito)
2 – 3 – 4 novembre: apertura al pubblico ore 12.00-20.00

Opening: giovedì 1 novembre 2018
Anteprima stampa ore 11.00-20.00
Incontro con la stampa ore 12.00
Anteprima dalle ore 11.00 (su invito)
Vernissage ore 17.00-20.00 (su invito)
Anteprima stampa Sound ore 17.00 (su invito)

c/o OGR – Officine Grandi Riparazioni
Inaugurazione Sound ore 19.00-21.00 (su invito)

Sound @OGR: 2-3-4 novembre 2018, ore 11.00-20.00

Biglietti:
Intero: € 18,00
Ridotto: € 13,00 *
Abbonamento 3 giorni: € 36,00
* Ragazzi 12-18 anni. Over 65. Studenti universitari su presentazione del
libretto universitario. Militari in divisa. Ingresso gratuito per disabili con
accompagnatore. Maggiori informazioni sulle convenzioni sono disponibili
sul sito di Artissima, nella sezione visitatori.

OVAL Lingotto Fiere
via Giacomo Matté Trucco 70, Torino

Info: +39 011 197 441 06
info@artissima.it
www.artissima.art

Condividi su...
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •