Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Corte Medievale – Palazzo Madama | 15 gennaio – 27 aprile 2014
Eve Arnold (1912-2012), grande protagonista della fotografia americana del secolo scorso, sarà la protagonista di una significativa retrospettiva che ne celebra il lavoro e l’opera con scatti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia della fotografia del secolo passato. A Palazzo Madama a Torino, negli spazi della Corte Medievale, i lavori della fotografa statunitense testimoniano la sua curiosità per la vita – ripresa e osservata in ogni suo aspetto – curiosità che diventa la chiave di lettura stessa che ci consegna il suo personalissimo sguardo sul mondo. La stessa Arnold, a tal proposito, ha avuto modo di dichiarare:

Eve Arnold, Marilyn Monroe sul set del film Gli Spostati. Nevada, USA. 1960

“Che cosa mi ha spinto e mi ha fatto andare avanti nel corso dei decenni? Qual è stata la forza motrice? Se dovessi usare una parola sola, sarebbe curiosità.”

Eve Arnold inizia la sua carriera fotografica nel 1946 a New York, dove frequenta la New School for Social Research, segue i corsi di Alexey Brodovitch, art director di “Harper’s Bazaar”, che fu il primo a percepirne il talento commissionandole i primi servizi di moda. Fu poi notata anche da Henri Cartier-Bresson che ebbe modo di apprezzarne le straordinarie qualità. La Arnold si distingue anche per essere stata la prima fotografa donna ad essere ammessa nel collettivo dell’AgenziaMagnum, nel 1951 come freelance e dal 1957 come membro effettivo.
Come documentarista e ritrattista, nel corso della una lunghissima carriera la Arnold ha saputo spaziare tra generi molto diversi e, senza restare vincolata a forme o preconcetti prestabiliti, il suo sguardo si è sempre mosso con intelligente disinvoltura su soggetti eterogenei visti con uno stile inconfondibile.
Dai ritratti dell’alta società ai divi di Hollywood – davanti al suo obiettivo sono passati personaggi come Marilyn Monroe, Joan Crawford, Liz Taylor, Marlene Dietrich – dai politici – Malcolm X la scelse per documentare la sua battaglia per i diritti civili – ai famosi reportage nelle regioni più remote del mondo, la fotografia di Arnold dimostra e testimonia come le sue intuizioni abbiano saputo coerentemente interpretare e testimoniare la storia, il costume, la società del mondo del suo tempo, immortalato in immagini di grande spessore e forza.
I suoi servizi furono commissionati dalle testate più prestigiose, come Life o il Sunday Times”, e le fecero conseguire anche i più importanti riconoscimenti internazionali del settore.
A Torino sono in mostra 83 fotografie, in bianco e nero e a colori, che tracciano un percorso indicativo delle tappe più importanti e significative del suo lavoro fotografico, coprendo un arco temporale, suddiviso in 12 sezioni, che va dal 1950 al 1984. 

Eve Arnold. Retrospettiva
una collaborazione tra Fondazione Torino Musei, Magnum Photos e Silvana Editoriale
con il patrocinio di Comune di Torino
con il sostegno di Versicherungskammer Bayern, Monaco
testi di Angela Madesani e Simonetta Agnello Hornby 

15 gennaio – 27 aprile 2014

Corte Medievale, Palazzo Madama
Piazza Castello, Torino 

Orari: da martedì a sabato 10.00-18.00; domenica 10.00-19.00
Ingresso: intero Euro 8,00; ridotto Euro 5,00. Nel prezzo del biglietto è compresa l’audioguida 

Info: www.palazzomadamatorino.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi