Ti sarà inviata una password per E-mail

The Lavazzers è il titolo della ventesima edizione del Calendario Lavazza che, per festeggiare un traguardo così importante, ha riunito 12 maestri della fotografia che hanno reso grande negli anni il Calendario Lavazza: Erwin Olaf, Thierry Le Gouès, Miles Aldridge, Marino Parisotto, Eugenio Recuenco, Elliott Erwitt, Finlay MacKay, Mark Seliger, Annie Leibovitz, Albert Watson, David LaChapelle, Ellen von Unwerth.

Sono loro, entusiasticamente, a essersi messi in gioco celebrando, con un autoscatto, il loro rapporto più intimo con il caffè Lavazza. I 12 fotografi, come ogni squadra affiatata che si rispetti, e sotto la guida dell’Agenzia Armando Testa che firma anche questa edizione del Calendario Lavazza, hanno interpretato sé stessi realizzando scatti innovativi, inusuali e immaginifici.

Abituati a immaginarli dietro la macchina fotografica, il vederli ora protagonisti davanti all’obiettivo regala infatti una nuova emozione: ecco ad esempio David LaChapelle, re in una giungla nello scatto “An ordinary morning turns into Paradise” raccontare di come il caffè sia uno “strumento per mettere in marcia la mente”, ecco Erwin Olaf ricordare, nel suo scatto “My thoughts flying away”, come il suo pensiero nel momento in cui beve un caffè Lavazza vada, innegabilmente, al corpo umano.

Una galleria di immagini di forte suggestione, ora fotografie divertenti ed enigmatiche, ora affascinanti come sculture, ora icone da decodificare: il risultato finale colpisce nel segno proprio per la diversità e per l’approccio introspettivo e surreale di ogni artista che ha contribuito a un risultato finale unico tra fotografia tradizionale, tecniche personali sofisticatissime e, in alcuni casi, arte digitale. “Ogni anno il Calendario Lavazza veicola nuove tendenze artistiche e temi differenti interpretati da un artista internazionale” racconta Francesca Lavazza, Direttore Corporate Image del Gruppo. “In quest’edizione così importante e significativa per la nostra comunicazione, abbiamo voluto invertire gli addendi e chiedere ai più grandi interpreti della fotografia d’autore di ritrarsi lasciandosi ispirare dal nostro espresso: il risultato è entusiasmante”.

Michele Mariani, Direttore Creativo Esecutivo dell’Agenzia Armando Testa, sottolinea: e’ stato meraviglioso poterci confrontare con questi grandi talenti e con ognuno riuscire a fissare nelle foto la relazione tra la loro personalità e il caffè. Quasi un ritorno, o meglio una nuova interpretazione dell’Espress Yourself così caro a Lavazza”.

Icona e guida del Calendario 2012 e dell’intero progetto legato ai festeggiamenti del ventennale sarà Valerie van der Graaf. A lei, giovane modella olandese, protagonista degli scatti di Ellen von Unwerth, l’onore della copertina del Calendario 2012 e lo spegnimento delle candeline in un doppio simbolico compleanno. 20 sono gli anni del Calendario Lavazza, 20 sono gli anni di Valerie: non poteva esserci migliore portavoce del futuro che verrà.  Come il Calendario Lavazza 1995 di Ellen von Unwerth segnava i festeggiamenti del centenario dell’azienda torinese – mostrando la giovanissima Amber Smith di fronte a un’enorme torta di compleanno -, così questi nuovi scatti della fotografa tedesca vedono Valerie di fronte a 20 candeline accese. Nell’autoscatto del Calendario 2012 Ellen è pronta, come allora, a festeggiare insieme a Lavazza.

“Quello che tutti sanno è che faccio la fotografa. Quello che tutti non sanno e che spesso mi occupo di torte di compleanno, soprattutto quando lavoro per Lavazza. Una volta per i cento anni del marchio, oggi per i venti del calendario. Insomma, per festeggiare, qui una scusa si trova sempre. E, se c’è una festa, sicuro che non me la perdo” (Ellen von Unwerth).

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi