Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Superstudiopiù | 4 – 6 maggio 2012

14 stand che attraversano la storia della fotografia di moda e della società
14 artisti che hanno interpretato l’industria dell’apparire con stile inconfondibile
14 spazi dedicati alla bellezza senza tempo e al mistero della seduzione

La società parla. Parla quotidiana-mente attraverso i suoi vestiti, il suo abbigliamento, i suoi abiti. Chi non sa ascoltarla parlare, con i suoi segni verbali, l’attraversa senza vederla. Non la conosce. Non la modifica”.  Umberto Eco

La fiera MIA ha casa a Milano, in questa città i suoi coinquilini di prestigio sono senza dubbio la moda e il design. Inevitabile quindi, dopo l’enorme successo della prima edizione di MIA, creare un dialogo tra le eccellenze sul territorio. Il MIA è una vetrina vivacissima per l’arte della fotografia, e la fotografia è il linguaggio ideale per la comunicazione nell’industria dell’apparire. Da questo sodalizio sono nate opere indimenticabili che dalle pagine dei giornali sono entrate a pieno titolo nel mercato dell’arte. La creatività dei fotografi di moda ha contribuito a generare universi dell’immaginario che non solo hanno segnato la storia dell’arte fotografica, ma hanno anche interpretato e influenzato la società nel suo divenire. Nelle diverse epoche, infatti, l’immagine femminile nelle riviste di settore ha fatto da specchio ai cambiamenti del ruolo sociale della donna e della relativa percezione della femminilità. I grandi autori invitati al padiglione fotografia di moda del MIA hanno aggiunto a questa naturale evoluzione il loro tocco maestro nel decodificarla, inventando stili e atmosfere unici e straordinari.

All’interno del collezionismo fotografico il settore dedicato alla fotografia di moda è uno di quelli in maggior crescita negli ultimi anni. Molti collezionisti scelgono di investire, attraverso aste e gallerie, sulle idee artistiche che hanno trovato nel glamour della moda un’occasione di libera espressione e di sfida continua a rinnovarsi.

I 14 stand ospitati nella lounge più elegante della fiera offrono al pubblico l’accesso privilegiato a un mondo incantato di storie, immagini, invenzioni, bellezza, atmosfere, eleganza, forme e mondanità.

I 14 artisti selezionati da Enrica Viganò – membro del comitato scientifico del MIA e curatrice del padiglione – rappresentano un ventaglio eccezionale delle infinite declinazioni della fotografia di moda: dai maestri italiani che nel dopoguerra collaboravano con i più famosi atelier (De Antonis, Mulas, Castaldi) fino ai grandi reporter prestati alle riviste di moda (Klein e Leiter); dall’analisi sociologica del fenomeno del vestire nei diversi continenti (Sidibè, Sartorialist) agli interpreti più quotati degli anni ’80 e ’90 (Watson, Comte, Ritts, Gemelli); dall’artista Pop per antonomasia Andy Warhol con le sue preziose polaroid fino alle più recenti creazioni di Uli Weber e Rodney Smith. Un percorso da sogno tra vestiti, modelle, profumi, colori, linee, stilisti e idee sconfinate.

MIA Fair – Milan Image Art Fair 2012
Padiglione Fashion Photography
a cura di Enrica Viganò

Superstudio Più
Via Tortona 27, Milano

4 – 6 maggio 2012

Orari: venerdì 4 maggio dalle 12.00 alle 22.00 | sabato 5 maggio dalle 11.00 alle 21.00 | domenica 6 maggio dalle 11.00 alle 20.00
Info: +39 02 83241412 –
info@miafair.it

www.miafair.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi