Ti sarà inviata una password per E-mail

11 Artisti, 11 strade differenti, 11 modi di comunicare. My way indica la strada percorsa da ciascun artista in mostra, individuandone le specificità. My way è una collettiva dinamica, senza costrizioni dove ogni artista ha il piacere di donare la propria arte.
L’open space di Loft gallery questa volta diventa un contenitore-vetrina per ammirare idee, stili e qualità artistiche elevate. Un ventaglio di proposte artistiche, valide e recensite, dell’arte contemporanea dove “incamminarsi” per ampliare ed attualizzare i propri orizzonti artistici…
Ecco sfilare, uno per uno, come in una parata gli artisti in “campo”…


Maurizio Cariati, “Apri sono io”, 2009, tecnica mista su tessuto estroflesso, cm 50x70x16 e Giorgio Laveri, “Truka”, 2008, h cm 26

Erica Campanella: si presenta con una serie di disegni monocromatici sui toni del seppia che fanno da cornice ad un’opera olio su rame di grande dimensione. Visi narranti in cui specchiarsi.
Maurizio Cariati: giovane, fresco, brillante si propone in veste più raffinata del solito con un’opera estroflessa su tessuto bianco dove i dettagli sono curati con attenzione. A little box accompagna l’opera, che sia il nostro occhio indiscreto sul quotidiano?
Francesco De Molfetta: giovane artista di lungo corso grazie a un ricco curriculum. E’ ironico, geniale, sempre sopra le righe. Destabilizzante. Possedere una sua opera allunga la vita…
Giorgio Laveri: il Re della ceramica per comunicabilità e riferimento alla realtà. Le sue creazioni sono poesia, dove ogni oggetto si spoglia della sua essenza divenendo metafora di se stesso.
Mario Loprete: E’ legato visceralmente ai suoi b.boy, ragazzi che vivono la strada forti di un mondo che vuole esistere e che l’artista vuole far emergere.
Andrea Marcoccia: way fortissimamente way nelle nuove opere dell’artista romano che ci regala un profondo senso di libertà unito a un gesto pittorico sempre più interessante.
Vincenzo Marsiglia: i suoi segni iconici ritmicamente ripetuti sono l’emblema del suo creare e danzano su tela e altre superfici rendendo ogni opera estremamente significante e poetica.
Carlo Pasini: ci offre un figurativo non definito realizzato con acrilici, smalti e puntine da disegno che rendono mutevole la superficie dell’opera favorendo un viaggio oltre l’immagine.
Andrea Riga: giovane, surreale, profondo, melanconico si presenta con un’opera complessa dove un ritratto, che in apparenza mostra un’epidermide dilatata, ci rimanda ad una membrana contenitore di un corpo in decomposizione. La pelle diventa così lo specchio dell’anima e narra il nostro vissuto.
Denis Riva: altro giovane artista di valore, il cui gesto pittorico è primitivo e puro. Le sue opere parlano, facendo vibrare l’anima anche al più inconsapevole osservatore grazie a un labirinto di memorie, affinità ed emozioni.
Vittorio Valente: le sue realizzazioni artistiche attraggono a livello tattile e costringono a pensare. La materia utilizzata così soffice e apparentemente innocua nasconde nelle sue forme significati complessi.

My way
Loft gallery arte contemporanea di Angela Trimboli
Via Margherita 47, Corigliano Calabro (CS)
Info: +39 098 383703
www.loftgallery.it
6 dicembre 2009 – 20 gennaio 2010
Inaugurazione domenica 6 dicembre 2009 ore 18.00

Artisti in mostra: Erica Campanella, Maurizio Cariati, Francesco De Molfetta, Giorgio Laveri, Mario Loprete, Andrea Marcoccia, Vincenzo Marsiglia, Carlo Pasini, Andrea Riga, Denis Riva, Vittorio Valente.

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi