Non sei registrato? Registrati.
MILANO | Galleria PACK | Fino al 26 marzo 2019

di CAROLINA CAMMI

Pochi giorni fa vi abbiamo consegnato il report della mostra di Maurizio Cannavacciuolo (chiusa il 23 febbraio scorso) alla Galleria Giovanni Bonelli di Milano (leggi qui) ma, come vi avevamo anticipato, il progetto nato attorno alla figura all’artista continua, sempre a Milano, con la mostra personale, Three Large Black And White Paintings.negli spazi della Galleria PACK, fino al prossimo 26 marzo, corredata da un importante catalogo con un testo di Michele Bonuomo.

Maurizio Cannavacciuolo, Ophthalmosaurus fugax, 2018, olio su tela, 200×978 cm. Courtesy the artist and Galleria PACK. Photo credits: Maria Enquist

Con questa iniziativa le due gallerie meneghine, hanno allargato la visione strettamente connessa e inquadrata tra i confini della tradizionale mostra monografica, per approdare ad un vero e proprio progetto curatoriale esteso. Le scelte artistiche si sono focalizzate su una selezione di opere realizzate negli ultimi anni dall’artista, cui si aggiungono alcuni lavori appositamente concepiti per gli spazi di Milano.

Presso la Galleria Giovanni Bonelli sono state presentate una decina di opere di grandi dimensioni realizzate nell’arco degli ultimi quattro anni. Il fil rouge che ha unito tutti i lavori è la marcata presenza di tonalità molto accese, ecco che perciò la ricchezza di soggetti, unita alla componente cromatica-valoriale, ha conferito alla mostra l’aspetto di una cornucopia artistica.

Maurizio Cannavacciuolo. “Three Large Black And White Paintings.” Veduta della mostra, Galleria PACK. Foto: Antonio Maniscalco

Di tutt’altro carattere sono le opere esposte in Galleria PACK, la mostra, dal titolo Maurizio Cannavacciuolo. Three Large Black And White Paintings. propone per l’appunto tre imponenti tele realizzate con l’uso esclusivo del bianco e nero.

Le opere presenti in Galleria PACK ricordano delle stampe di giornale, l’apparente consistenza della grana e la scelta dei soggetti, richiamano immediatamente ad un patchwork di ritagli attinti dalla carta stampata.
Come è tipico dello stile unico di Cannavacciuolo la composizione prende forma plasmandosi sotto l’occhio onnisciente dell’artista che, come una sapiente divinità, forgia mondi fantastici segnati dalla concreta presenza di horror vacui.

Maurizio Cannavacciuolo, Excelsior, 2018, olio su tela
200 x 300 cm, Courtesy the artist and Galleria PACK
Photo credits: Maria Enquist

Le tre tele presentano più piani di lettura, si parte da un iniziale e più superficiale sguardo decorativo, per poi man mano permettere alle tele di dialogare con il vissuto e la sensibilità dello spettatore. Così facendo emergono sempre nuovi dettagli, precedentemente nascosti, componendo il puzzle dell’opera. La sorpresa è il primo sentimento, lo stupore per qualcosa che inaspettatamente ci colpisce, questo lascia poi il posto ad un’analisi sempre più approfondita del contenuto, proposto al pubblico in modo estremamente dettagliato e puntuale. Questo procedimento si potrebbe paragonare ad un’analisi da quotidiano delle realtà, vissuta in un modo del tutto personale da parte dell’artista, quel patchwork sopracitato di ricordi sociali che sono individuali, ma al contempo comuni.

Maurizio Cannavacciuolo. “Three Large Black And White Paintings.” Veduta della mostra, Galleria PACK. Foto: Antonio Maniscalco


Maurizio Cannavacciuolo. Three Large Black And White Paintings.

testo in catalogo a cura di Michele Bonuomo
in collaborazione con Galleria Giovanni Bonelli

Galleria PACK
Viale Sabotino 22, Milano

Fino al 26 marzo 2019

Orari: martedì – venerdì 11.00 – 19.00

Info: +39 02 36554554
info@galleriapack.com
www.galleriapack.com

Condividi su...
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •