Ti sarà inviata una password per E-mail
PALERMO | Giuseppe Veniero Project | 28 marzo – 15 maggio 2015

Il marmo e il piombo torna ad animare la scultura di Michelangelo Galliani (1975) che, per la mostra personale alla Giuseppe Veniero Project di Palermo presenta il progetto Oratorio dell’inganno ispirato proprio dall’attiguo Oratorio di San Lorenzo, luogo che conservava il capolavoro caravaggesco Natività con i santi Francesco e Lorenzo.
La sacralità di questo spazio, unita alle forme della stessa galleria, ha portato l’artista emiliano a pensare le opere di questa mostra che riunisce una decina di sculture completamente inedite.

Michelangelo Galliani, P.G.R, 2006, marmo statuario di Carrara e argento, 40x40 cm

Dislocate a parete, tranne una sola disposta al centro dell’ambiente della galleria a diventare il perno di tutto il progetto espositivo, lasceranno ammirare il tema del sacro e della spiritualità che non è presenza aliena nella ricerca di Galliani: da tempo, infatti, questi concetti sono espressi e raffigurati nei suoi materiali, sostanze che sa plasmare esaudendo una resa di grande trasporto empatico ed emotivo.
In questo caso la sua attenzione si rivolge alle preghiere e al sapore amaro di chi non riesce a vederle esaudite. L’inganno, cui allude nel titolo, nasce proprio da questa disattesa devozione rispetto alle proprie suppliche e orazioni. Galliani predispone una serie di ex-voto a parete, segno tangibile delle invocazioni rivolte al cielo e che in queste trovano forma e concretezza quale forma di ringraziamento per le grazie ricevute.

Michelangelo Galliani, Principio e destino, 2015, marmo statuario di Carrara, piombo e ottone, 100x100 cm

La scultura centrale – tre grandi cubi di piombo – si presenta come un altare pagano che, al suo interno, conserva una preziosa reliquia, un cuore di marmo. Questo, soggetto caro all’artista, si rende visibile unicamente quando le aperture sui tre cubi incontrano, nello sguardo dello spettatore, il giusto allineamento.
Nel Tabernacolo pagano, quindi, rimane demandato al visitatore la possibilità di rivelare la presenza sacrale del cuore marmoreo, solo interagendo con l’opera il pubblico ne porta a compimento la funzione.
Michelangelo Galliani ancora una volta colpisce il sentimento di chi osserva i suoi lavori per quella sua grande capacità di saper subito coinvolgere emotivamente, poiché l’indiscussa sua abilità e perizia tecnica, oltre ad una consapevole conoscenza dei materiali, sa trasferirsi e trasformarsi in poetica espressività. Marmo e piombo trasferiscono, prima che nobili forme artistiche, l’intensità di un sentimento.

Michelangelo Galliani. Oratorio dell’inganno

28 marzo – 15 maggio 2015
Inaugurazione venerdì 27 marzo ore 19.30 

Giuseppe Veniero Project
Piazza Cassa di Risparmio 21, Palermo 

Orari: da lunedì a sabato 10.30-13.00 e 16.00-20.00; domenica e fuori orario, su appuntamento
Ingresso libero

Info: +39 333 6066232
info@veniero.it
www.veniero.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi