Ti sarà inviata una password per E-mail

MILANO | Lisson Gallery | fino al 20 gennaio 2012

Ancora una settimana per Opie dal 10 febbraio è la volta di John Latham e Lee Ufan…

di Deianira Amico

Matisse descrisse così la sua celeberrima “Danza”:

«Il mio obiettivo è rappresentare un’arte equilibrata e pura, un’arte che non inquini né turbi. Desidero che l’uomo stanco, oberato e sfinito, ritrovi davanti ai miei quadri la pace e la tranquillità».

In mostra alla Lisson Gallery di Milano fino al 20 gennaio 2012 le opere dell’artista britannico Julian Opie, ispirate alla danza contemporanea, nate dopo la collaborazione dell’artista come scenografo per il coreografo del Royal Ballet, Wayne McGregor. Esponente della New British Sculpture, insieme a Tony Cragg, Richard Deacon e Richard Wentworth, è noto al grande pubblico per aver disegnato la copertina del cd dei Blur (Blur: The Best Of). La sua ricerca artistica trae ispirazione dal paesaggio urbano, dai segnali stradali e dalla società dei consumi, in una sintesi che gioca su linea, colore e riferimenti iconografici alla storia dell’arte. In mostra a Milano, tra coppie di ballerini e solisti, non manca il refrain caro all’artista della figura umana ritratta mentre cammina e due inediti ritratti dedicati alla moglie Aniela. La linea è marcata, i colori sono saturi – dominano il blu, il rosso e il verde – lo schema del “contrapposto” scandisce i ritmi compositivi, l’equilibrio tra pieni e vuoti.
Il risultato è la creazione di una sintesi di movimento e spazialità attraverso l’uso dei più differenti mezzi espressivi: i LED, il granito, l’alluminio, il vinile e la stampa serigrafica. L’opera in cubi di granito Caterina dancing naked. II. sfida le leggi di gravità: la pesantezza del materiale sospeso in equilibrio precario, sembra liberarsi della sua massa, sospinto dalla fragile forza dalla figura disegnata. In programma, sempre alla Lisson Gallery Milan, dal 10 febbraio al 16 marzo 2012 due artisti a confronto: John Latham (1921-2006), artista concettuale autore dei “book – reliefs” e Lee Ufan (1936), pittore, scultore, scrittore e filosofo, esponente del gruppo d’avanguardia Mono-ha (Object School).

Julian Opie
Lisson Gallery Milan

Via Zenale 3, Milano
18 novembre 2011 – 20 gennaio 2012

Orari:
da lunedì a venerdì | 9.30 – 13.00 e 15.00 – 18.00
sabato solo su appuntamento
Info:
+39 02 89050608
milan@lissongallery.com
www.lissongallery.com


Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi