Non sei registrato? Registrati.
MILANO | Fieramilanocity | 5-7 aprile 2019

Intervista a MARCO MASSARO di Matteo Galbiati

Non poteva mancare una visita allo stand di Officine dell’Immagine di Milano dove intervistiamo il direttore Marco Massaro per il quarto capitolo di “Incontri a miart”:

Perché avete scelto di partecipare a miart? Cosa caratterizza questa fiera? Che opportunità riserva?
Al di là dell’aspetto commerciale – fondamentale – che una fiera deve avere, per noi anche la sola partecipazione è già importante e rilevante. In questo senso, la qualità molto alta delle proposte e delle gallerie presenti è testimonianza del buon lavoro che la nostra galleria sta facendo in Italia e all’estero.

Marco Massaro

Come è cambiata in questi anni?
È la nostra prima partecipazione, quindi, non abbiamo criteri di comparazione con il passato. Tuttavia è evidente la crescita esponenziale della fiera, testimoniata e confermata anche dall’alto livello delle proposte e delle presenze di questa edizione.

Cosa presentate nel vostro stand? Che scelte avete fatto e perché?
A miart presentiamo uno stand monografico dedicato alla giovane artista tunisina Farah Khelil, che settimana scorsa ha inaugurato la sua prima personale in Galleria. Il progetto ripercorre i tratti distintivi della sua sperimentale sintesi poetica, ponendo l’accento sul concetto di realtà e immaginazione, un binomio enigmatico su cui l’artista costruisce il personale equilibrio parola-immagine e l’ingannevole decodificazione che ne segue.

Farah Khelil, Histoire en flottaison, 2018, papier-machè (Histoire de líart – Ernst Gombrich), corda di piano, acrilico, pezzo unico

Tra i suoi artisti quale ci segnala in modo particolare e per quale ragione?
Segnalare un solo artista sarebbe riduttivo ed ingiusto, ma se proprio dobbiamo fare un nome direi Mounir Fatmi, una tra le figure più importanti dell’arte africana contemporanea, che ci ha aperto le porte ad alcune collezioni importanti e a fiere di primissimo livello come The Armory Show a New York.

Farah Khelil, Notes de chevet, 2019, comodino, fotografie, uncinetto, lenti, 70x45x35 cm, pezzo unico

Che mostra presenta in galleria in questo periodo?
Come già accennato prima, giovedì scorso, abbiamo inaugurato Surfacing la personale di Farah Khelil (aperta fino all’11 maggio). In occasione di miart, in accordo con la fiera, terremo eccezionalmente aperto il nostro spazio anche l’intera giornata di domenica.

miart 2019

5-7 aprile 2019

Officine dell’Immagine
Stand D16

Fieramilanocity
Padiglione 3, Gate 5
viale Scarampo, Milano

Orari: venerdì e sabato ore 12.00-20.00; domenica ore 11.00-19.00

Ingresso: intero €15.00; ridotto ragazzi dai 14 ai 17 anni e studenti universitari €10.00; ridotto bambini sotto i 14 anni e studenti accademie belle arti o corsi di laurea in storia dell’arte €1.00

Info: www.miart.it
www.officinedellimmagine.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •