Ti sarà inviata una password per E-mail
CITTÀ DI CASTELLO | Pinacoteca Comunale di Città di Castello | Fino al 2 luglio 2017

La storica Pinacoteca Comunale di Città di Castello (PG) – fino al 2 luglio – accoglie le opere di 21 artisti contemporanei internazionali (italiani e stranieri) che, riuniti nella mostra Violenti confini, indagano l’attualità del tema e del concetto di confine.
L’arte contemporanea, quindi, in questo interessante progetto, guarda al confine, e alla sua rappresentazione, attraverso ambiti differenti come quello geografico, ma poi pure a quello sociale, politico, biografico… Ad essere interessato risulta il più generale concetto di territorio e di limite, che nel presente ha subito una ri-definizione delle sue vecchie e nuove frontiere per la crescente pressione dei fenomeni e dei flussi migratori.

Luca Vitone

Luca Vitone

Confine viene inteso dagli artisti anche come “trauma” e “frattura”, declinando così una visione immaginifica e lirica del tema e proponendo un percorso che si fa aperto e capace di riconsegnare al pubblico la tensione e il potenziale artistico evocativi e creativi rispetto ad una riflessione su concetti tanto significativi e sentiti.
Ventuno opere, di altrettanti autori di diversa generazione, provenienza, estrazione, poetica e ricerca, danno testimonianza di idee e punti di vista eterogenei e trasversali: dipinti, installazioni, sculture, disegni, video, fotografie degli ultimi decenni sono qui coordinati in un progetto site-specific, unico e intrigante cui si aggiungono documenti desunti da secoli passati.

Mona Hatoum

Mona Hatoum

Dalle mappe storiche,  conservate nella Pinacoteca Comunale della cittadina umbra, che danno prova di come fossero presenti e sentiti già nel passato queste tematiche, si arriva all’arte del presente per una mostra che si suddivide in cinque diversi ambienti a identificare e sottolineare cinque differenti ambiti tematici: dal passato al concetto di trauma, dalla questione sociale ai confini immateriali fino ad arrivare al confine in chiave biografica.
La storica sede umbra si impegna, con questa esposizione, a verificare come il tema sentito del confine riesca a produrre un interessante spaccato della geografia dell’arte contemporanea negli ultimi decenni.

Violenti confini
a cura di Magonza Editore
con Pietro Bellasi
catalogo Magonza Editore con i contributi critici di Pietro Bellasi, Alberto Fiz e Saverio Verini 

Artisti: Marco Baldicchi, Filippo Berta, Alighiero Boetti, Mircea Cantor, Christo, Dina Danish, Nicolò Degiorgis, Flavio Favelli, Mario Giacomelli, Mona Hatoum, Paolo Icaro, Jiří Kolář, Sandro Martini, Margherita Moscardini, Adrian Paci, Claudio Parmiggiani, Jon Rafman, Pietro Ruffo, Dim Sampaio, Giuseppe Spagnulo, Luca Vitone

Fino al 2 luglio 2017

Pinacoteca Comunale di Città di Castello
Via Cannoniera 22/A, Città di Castello (PG) 

Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 14.30-18.30 (ultimo ingresso alle ore 18.00); chiuso il lunedì (non festivo)
Ingresso €6.00 la mostra Violenti confini; €10.00 per la Collezione permanente della Pinacoteca Comunale di Città di Castello e per la mostra Violenti confini

Info: +39 075 8554202, +39 075 8520656
atlanteserviziculturali@gmail.com
www.magonzaeditore.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi