Non sei registrato? Registrati.
BOLOGNA | Bologna Fiere

di IRENE DISCO

Conclusa ed assimilata la 56^ edizione della Bologna Children’s Book Fair – BCBF, l’evento tenutosi dal 1° al 4 aprile che ogni anno trasforma il capoluogo emiliano nella capitale mondiale della letteratura per bambini e ragazzi, ci troviamo a tirare le somme ed a parlare di ciò che abbiamo più a cuore: i libri.

Un giorno alla BCBF è una corsa, un tuffo di sguardi, di appuntamenti pianificati e di incontri fortuiti ed inaspettati. Libri cercati, capitati per caso, libri persi ed altri ritrovati. Eccone dieci di cui desideriamo parlare. Alcuni racconti affrontano tematiche che dimorano nel passato, per far riaffiorare storie e volti e renderli noti ai giovani lettori. Altri ci hanno colpito per la sensibilità con cui offrono figure e parole alle emozioni dei più piccoli.

Sinnos ci sorprende ancora una volta, come era accaduto lo scorso anno con Felicottero, presentando una sfida importante tutta al femminile, tra l’albo illustrato ed il fumetto: scritto da Roberta Balestrucci Fancellu ed illustrato da Luogo Comune, Annie, il vento in tasca è la storia di Annie Cohen Kopchovsky, donna lettone emigrata con la famiglia negli Stati Uniti che nel 1894 partì per fare il giro del mondo in bicicletta, un’impresa titanica per dimostrare di sapersela cavare, di essere all’altezza.

Roberta Balestrucci Fancellu, Luogo Comune, Annie. Il vento in tasca, Sinnos

Le donne coraggiose del passato tornano anche con #logosedizioni che presenta Maria Sibylla Merian, la magia della crisalide, nuovo silence book di Anna Paolini: Maria Sibylla Merian fu artista e naturalista tedesca, tra le fondatrici dell’entomologia moderna, vissuta tra Germania, Olanda e Sud America. Il libro racconta la sua infanzia e la nascita della sua passione per fiori, bruchi e farfalle, tra convinzioni religiose e convenzioni sociali avverse alla realizzazione intellettuale della donna. Il libro fa parte della Biblioteca inclusiva della Ciopi e le illustrazioni di Anna Paolini sono corredate da una spiegazione per rendere fruibile il racconto anche ai bambini ciechi o ipovedenti.

Anna Paolini, Maria Sibylla Merian, la magia della crisalide, #logosedizioni

Sempre in tema di grandi personalità della storia, Uovonero presenta Il signor Erik, dedicato a musicista Erik Satie, scritto da Sante Bandirali ed illustrato da Francesca Corso. Satie, la cui arte ha cambiato il corso della musica del XX secolo, viene descritto in tutta la sua bizzarria ed umanità, con la sua ossessione per gli ombrelli e sempre attento ad avvicinare i bambini al mondo della musica.

Sante Bandirali, Francesca Corso, Il signor Erik, Uovonero

L’attesissimo Frida Kahlo nella sua Casa Azul, scritto da Chiara Lossani ed illustrato da Michelangelo Rossato – edizioni ARKA – ci porta nel mondo rivoluzionario della più grande artista messicana del XX secolo, narrandoci la sua vita, dall’infanzia fino alla vittoria della Pelona, la Morte dal Teschio Pelato. Parole e immagini creano un racconto incalzante, che innalza la vitalità di Frida, il suo desiderio di restare e di lottare. Un libro imperdibile.

Chiara Lossani, Michelangelo Rossato, Frida Kahlo nella sua Casa Azul, edizioni ARKA

Alessandro Sanna torna con un libro tutto nuovo edito da Rizzoli, Come questa pietra. Il libro di tutte le guerre: Sanna delega alle sole immagini l’evoluzione dei conflitti bellici, dalle origini sino ad oggi. Un libro senza parole solo in apparenza: le sue tavole ad acquerello parlano, fanno molto rumore e colpiscono il lettore. Vediamo i rumori dei conflitti, le luci delle battaglie, i colori della desolazione: gli uomini che in ogni tempo hanno combattuto guerre e seminato morte. Un libro per riflettere sul passato e, certamente, sul nostro futuro.

Alessandro Sanna, Come questa pietra. Il libro di tutte le guerre, Rizzoli

Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi di Daniele Aristarco, edito da Einaudi Ragazzi, tocca il tema del fascismo, a cento anni dalla nascita: attraverso una serie di epistole rivolte a Giulia, una giovane studentessa di scuola media, l’autore ripercorre la storia del fascismo, dagli esordi fino alla guerra, con riferimenti espliciti a ciò che di esso è rimasto oggi nelle credenze popolari e nel substrato sociale. Uno strumento a momenti ironico per comprendere meglio il passato del nostro Paese, trascorsi recenti che ogni tanto bussano ancora alla nostra porta, non ancora chiusa definitivamente.

Daniele Aristarco, Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi, Einaudi Ragazzi

Libri volanti arricchiscono la biblioteca della collana Rivoluzioni con Dimmi quello che non so, scritto da Luisa Mattia ed illustrato da Otto Gabos. La rivoluzione in atto è quella dell’introduzione della penna biro nelle scuole agli inizi degli anni Sessanta, narrata attraverso le vicende di due ragazzini che vivono in un piccolo borgo dell’Appennino centrale. Le illustrazioni di Gabos sono realizzate con la penna a sfera, per rimarcare ciò che essa è stata ed è per tutti, la penna.

Mia mamma è un albero, mio papà un orso, edito da Il leone verde piccoli, affronta il complesso tema della separazione tra genitori: le lievi parole di Luca Tozzi e le immagini di Sara Carpani raccontano ai bambini cosa potrebbe accadere tra i propri genitori, quando si accorgono di essere diversi – albero ed orso – e di non riuscire più a vivere insieme; ciò che non deve cambiare è l’amore per i figli, una bella storia per dare speranza.

Edizioni corsare ci colpisce con Qui ci sono le altalene. Ballata alla vita, scritto da Monica Morini ed illustrato da Eva Sànchez Gòmez: il tema è delicatissimo, quello dei bambini nati prematuri e delle lotte che essi devono sopportare per rimanere in vita, per restare aggrappati a tutto ciò che c’è di bello per un bambino: le illustrazioni mostrano il tuffo di una bambina che ce la fa, dopo aver attraversato un mondo onirico in bilico tra il prima ed il dopo.

Monica Morini, Eva Sànchez Gòmez, Qui ci sono le altalene. Ballata alla vita, Edizioni Corsare

Camelozampa ci ha colpiti con il romanzo AFK scritto da Alice Keller: non si tratta di un libro illustrato, ma ne diamo volentieri spazio per il tema affrontato, quello degli hikikomori, i ragazzi che passano le intere giornate chiusi nelle loro camere a dormire o giocare incollati al computer. Questa è la storia di due fratelli, Giovanni, rintanato ossessivamente nella camera e ritenuto dai genitori il vero problema, e sua sorella Emilia, che nasconde un segreto e trascina Giovanni fuori dalla sua stanza, nel mondo reale, costringendolo ad aprire gli occhi.

Alice Keller, AFK, Camelozampa

56^ edizione della Bologna Children’s Book Fair 

Fiera del Libro per Ragazzi
Piazza Costituzione 6, Bologna

Info: +39 051 282111
bookfair@bolognafiere.it
www.bookfair.bolognafiere.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •