Non sei registrato? Registrati.
REGGIO EMILIA | Phidias Antiques | 18 maggio – 15 giugno 2019

Nell’anno della grande mostra allestita al Museum im Lagerhaus di San Gallo, la galleria Phidias Antiques di Reggio Emilia propone una retrospettiva dedicata ad Antonio Ligabue, «la cui mano – racconta Sergio Negri – andava libera e sicura sulla tela, senza pentimenti o titubanze, istintivamente guidata da una ricca fantasia visionaria».

Antonio Ligabue, Tigre, II periodo (1939-1952), olio su faesite, cm. 40×52

In esposizione, una decina di dipinti ad olio su tela e su faesite, unitamente ad una cospicua selezione di incisioni a puntasecca e ad una scultura in bronzo.

«Abbiamo scelto di approfondire lo studio dell’opera di Antonio Ligabue – spiegano i galleristi Antonio e Claudio Esposito – in quanto colpiti dal carattere visionario del suo lavoro, dalla drammaticità e dalla forza espressiva che caratterizza tutti i suoi dipinti, rintracciati nel tempo all’interno di importanti collezioni private».

Antonio Ligabue, Cane setter, scultura in bronzo, cm. 15,5x35x9, esemplare 1214, Fonderia artistica Valcamonica & Visigalli di Milano, particolare

«Antonio Ligabue – scrive Sergio Negri nel catalogo della mostra “Antonio Ligabue. L’uomo, il pittore”, allestita nel 2018-19 ai Musei Civici Eremitani di Padova – non era uno sprovveduto né tanto meno un incolto, bensì un pittore che, pur operando completamente al di fuori di norme o schemi consueti ai ruoli dell’artista contemporaneo, sapeva quel che voleva; un pittore che sapeva esprimersi con tale “qualità” da risultare violenta e irrefrenabile forza creativa; un pittore che sfuggiva ai consensi critici dell’epoca, se non per la sregolatezza della sua vita, quasi certamente per la distanza dalle formule culturali correnti».

Il percorso della mostra si completa, inoltre, con un excursus attraverso la pittura reggiana del tardo Ottocento (con opere di Gaetano Chierici, Giovanni Costetti e diversi altri) ed un dipinto seicentesco di Cristoforo Munari.

Antonio Ligabue, Il postiglione, III periodo (1952-62), olio su faesite, cm. 20×25

Nel segno di Antonio Ligabue
A cura di Antonio e Claudio Esposito

18 maggio – 15 giugno 2019
Inaugurazione: sabato 18 maggio, ore 18.00

Phidias Antiques
Via Roma 22/A, Reggio Emilia

Orari: da lunedì a sabato ore 10.00-13.00 e 16.00-19.30, domenica e giovedì pomeriggio solo su appuntamento.

Catalogo disponibile in galleria con un testo di Sergio Negri

Info: +39 0522 436875
info@phidiasantiques.com
www.phidiasantiques.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •