Ti sarà inviata una password per E-mail
ALBISSOLA MARINA (SV) | sedi varie | 4 – 5 maggio 2013

Intervista a STEFANO GRASSO e GIUSEPPE DARIO ISOPO di Francesca Di Giorgio

Albissola Marina, da sempre centro d’arte ceramica, oggi è anche una città del fumetto.
Ce ne siamo accorti lo scorso anno quando i vicoli – caruggi per dirla alla genovese – di un piccolo paese del ponente ligure hanno accolto una folla di appassionati e curiosi.
La seconda edizione di Albissola Comics conferma il legame con la città (sono tutti invitati a girare per le vie del centro senza percorsi prestabiliti) e la presenza di incontri importanti con chi i fumetti li disegna tutti i giorni e con chi ne approfondisce e ne sa apprezzare davvero le grandi potenzialità comunicative…
Chi c’è dietro ad Albissola Comics? Semplice, due appassionati e collezionisti del fumetto internazionale che vivono da sempre tra le nuvole (parlanti).
La Nona Arte è entrata molto presto nelle vite di Stefano Grasso e Giuseppe Dario Isopo, ideatori e organizzatori della due giorni albissolese, e non se ne è più andata, tanto da pensare che la piccola cittadina ligure potesse ristabilire un nuovo contatto con le arti contemporanee a partire dal fumetto, “figlio” apparentemente più defilato e di “nicchia”, seguito dai cultori dei comics che sanno tutto dei loro miti e non risparmiamo chilometri pur di incontrare gli autori preferiti e mettersi in coda per un disegno alla firma!

Albissola Comics, seconda edizione. Non è affatto scontato di questi tempi mantenere una continuità…
Stefano Grasso e Giuseppe Dario Isopo: Ancora adesso non finiamo di stupirci del successo di questa manifestazione forse un po’ casalinga e diversa dalle altre. Non ci crederete, ma abbiamo fatto tutto in due!
Tutto iniziò con un “Ma se facessimo…”. Da lì ad organizzare il tutto passò un giorno! Dario aveva buoni contatti in Comune e Stefano molte conoscenze tra gli autori. Il giorno dopo avevamo già i permessi e alcune adesioni di amici disegnatori. Era fatta, si trattava solo di definire ancora qualche migliaio di cosette, ma era fatta!
Coinvolgendo l’Associazione “Gli Aleramici” di Savona, dalla quale ci arriva anche la manodopera dei nostri amici soci sempre pronti a dare una mano, riusciamo a gestire e dare al pubblico questo evento. Un evento di cui, secondo noi, gli appassionati non hanno memoria per il semplice fatto che, in queste proporzioni, e con queste caratteristiche, non ha eguali!

Come accade per molti festival di fumetto di più lunga data, avete impostato, fin da subito, uno stretto legame con la città che accoglie il vostro progetto. Come vi siete rapportati con le realtà locali e in che modo si sono fatte parte attiva nell’organizzazione?
Grazie al glorioso passato artistico di Albissola, la cittadina è ricca di location adatte ad accogliere gli autori invitati. Quando ci rapportiamo con i gestori, in molte occasioni a loro volta artisti, comprendono subito che la cosa può essere interessante e ci danno immediatamente la loro disponibilità. Ci hanno dato fiducia da subito e adesso, dopo una prima dimostrazione, la partecipazione attiva degli albissolesi è cresciuta esponenzialmente, contagiando un po’ tutti. La particolarità di Albissola Comics è quella di essere fusa ed inscindibile dalla struttura stessa della cittadina, in totale simbiosi con le tante realtà artigianali del luogo. Non avremmo ragione di esistere senza Albissola Marina. E questa sferzata di pura e fresca aria artistica gli autori la sentono, la cercano, grati a qualcuno che finalmente non li relega dietro uno stand in un enorme sterile contenitore.
Alcuni autori arrivano il giorno prima dell’evento, lavorano loro stessi alla disposizione delle loro opere, conoscono le persone che li ospitano, collaborano e si confrontano. Da noi gli autori si sentono coinvolti, partecipano, si “sporcano” di colore e ceramica, donandosi per due giorni interi al pubblico che finalmente può gustarsi i grandi miti del fumetto per tutto il tempo che vuole.

Dopo il debutto dello scorso anno, con un ottimo seguito, puntate a far crescere l’evento con diverse novità…
Quest’anno ospitiamo mostre di autori importanti, producendo albi monografici sulle loro opere. Intendiamo poi contaminare il fumetto fondendolo con altre arti figurative, invitando il pubblico ad “aprirsi” e a liberare la propria fantasia oltre i rigidi confini della loro passione principale.
Vorremmo anche far conoscere al pubblico italiano le altre realtà internazionali dalle caratteristiche totalmente diverse dalle nostre.
Per questo ci spingeremo sempre più lontano nella ricerca degli autori da ospitare, in modo da dare un panorama il più completo possibile della Nona Arte ai visitatori, “fumettofili” e non.
C’è sempre da migliore ovviamente! A partire dalla creazione di un team organizzativo più strutturato.

Anche quest’anno il programma che anima la due giorni con mostre e incontri è davvero ricco… Senza far torto a nessuno ci segnalate due o tre appuntamenti imperdibili?
Quest’anno molti saranno gli appuntamenti da non perdere, di cui alcuni a sorpresa.
La mostra per i 50 anni di Eva Kant, della casa editrice Astorina, che sarà ospitata nel Museo di Arte Contemporanea.
Lo spazio Disney al Prana, proprio sulla famosa passeggiata degli artisti, ospiterà cinque grandi disegnatori della Walt Disney che produrranno cinque tavole che verranno messe poi all’asta ed il ricavato donato all’associazione Cresci del reparto pediatrico di Savona.
Pozzo Garitta con i suoi autori di livello mondiale in un’ambientazione estremamente caratteristica della vecchia Albissola…

Dal vostro punto di vista, di appassionati e organizzatori, cosa distingue Albissola Comics dagli altri festival di fumetto sparsi per la Penisola e in quale direzione avete lavorato fino ad ora per fargli acquistare un proprio spazio?
Gli autori restano la chiave di tutto. Pensiamo che, da collezionisti e amanti del fumetto, la maggior parte delle grandi fiere del fumetto assomiglia sempre di più a format precostituiti che non lasciano poi molto spazio all’originalità e non rendono del tutto giustizia all’arte del fumetto.
Ad Albissola il pubblico trova il cuore, il nettare concentrato in grande quantità, dappertutto, trova l’abbondante e agognata vena aurifera: gli autori che non sono limitati, come rassegnati leoni in gabbia, ad un’ora di firme in uno stand ma presenti 18 ore in 2 giorni al pubblico e con le loro mostre in originale. Questa per noi è la celebrazione della Nona Arte e la via da seguire per il futuro!

ALBISSOLA COMICS 2013. II Edizione
Organizzazione: Associazione Culturale “Gli Aleramici”
Ideazione e direzione artistica: Stefano Grasso e Giuseppe Dario Isopo

Catalogo: vanillaedizioni SFOGLIA LA PREVIEW!!!

4 – 5 maggio 2013

Albissola Marina (SV), sedi varie

Info: www.albissolacomics.it
albissolacomics@gmail.com


Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi