Ti sarà inviata una password per E-mail
SCANDICCI (FI) | Teatro Studio | 23, 24, 25 febbraio 2012 ore 21.00

Secondo atto – La danza
con l’opera di ENRICO CASTELLANI

Dopo il Primo Atto OA / la parola, con l’opera Gas di Alfredo Pirri e pagine di Paul Celan e Theodor Adorno, che ha riscosso in gennaio un notevole successo presso un ampio pubblico, il progetto OA prosegue il suo viaggio tra le lingue del teatro e l’opera d’arte fino a maggio. Il Secondo attoOA / la danza, con l’opera di Enrico Castellani, va in scena in prima nazionale, sempre al Teatro Studio, giovedì 23 febbraio, repliche 24 e 25, incentrandosi sulla presenza del corpo nella sua doppia capacità di essere elemento scalare: rispetto allo spazio, come misura dell’universo e rispetto al tempo, con il ritmo del suo movimento. Sette danzatori disegnano lo spazio scenico al cospetto de “Il muro del tempo”, l’opera che Enrico Castellani presentò nel 1968 presso la galleria romana La Tartaruga, nell’ambito del progetto “Il teatro delle mostre”, ciclo di esposizioni giornaliere che coinvolse alcuni fra i più importanti artisti del tempo.

L’opera è costituita da sette metronomi, impostati a velocità diverse e attivati contemporaneamente, per evidenziare con il loro battito ossessivo l’impossibilità di comprendere il senso del tempo e la vanità del desiderio di fermarlo.
Lo straordinario lavoro di Castellani riemerge al Teatro Studio in una particolare forma scenica, ideata da Giancarlo Cauteruccio e guidata da un testo originale di Adriano Sofri. La compulsività del tempo affrontata politicamente nell’installazione di Castellani diviene la traccia drammaturgica sulla quale i danzatori interpreteranno il pieno e il vuoto, il suono e il silenzio, collegati in audio cuffie alle differenti frequenze dei sette metronomi. La scena si avvolge di grandi superfici prospettiche di colore bianco che, grazie alla luce elaborata digitalmente, generano continue pulsazioni, ricreando le estroflessioni, segno e simbolo della personale e inesausta ricerca artistica di Castellani. Il teatro, luogo della vibrazione, spazio misuratore del tempo, luogo dell’azione del corpo propone così una sua nuova dimensione delle percezioni.

OA – Cinque atti teatrali sull’opera d’arte
Secondo atto
– La danza

con l’opera di ENRICO CASTELLANI

23, 24, 25 febbraio 2012 ore 21.00

Teatro Studio
Via G. Donizetti 58, Scandicci (FI)

Info: +39 055 75 91 591 – biglietteria@teatrostudiokrypton.it
www.teatrostudiokrypton.it

ideazione e regia Giancarlo Cauteruccio
con un testo originale di Adriano Sofri
in scena Carolina Amoretti, Marta Bellu, Leonardo Carletti, Gianluca Gabriele, Francoise Parlanti, Pietro Pireddu, Arianna Rodeghiero
costumi Massimo Bevilacqua
luci Giancarlo Cauteruccio e Loris Giancola
elaborazioni digitali Alessio Bianciardi
consulenza al progetto Pietro Gaglianò

Il progetto OA – cinque atti teatrali sull’opera d’arte
proseguirà
il 24 marzo (repliche 25 e 26) con il Terzo atto
sull’opera site specific di Jannis Kounellis
dalla quale scaturirà una drammaturgia dedicata al canto

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi