Non sei registrato? Registrati.
LUGANO (SVIZZERA) | Centro Esposizioni | 20-23 settembre 2018

Intervista a LUIGI BELLUZZI di Matteo Galbiati

Apre domani la terza edizione di WOPART. Work on Paper Art Fair Lugano, la fiera che, specializzandosi esclusivamente sulla proposta di opere su e di carta, porta a Lugano un nutrito numero di gallerie le cui scelte stimolano nuovi orientamenti del collezionismo. La scelta di concentrarsi su questo “settore” specifico ha, comunque, incontrato un grande favore di pubblico il quale, nelle due precedenti edizioni, ha premiato con un grande successo il format fieristico ticinese. In occasione della nuova edizione abbiamo intervistato il direttore Luigi Belluzzi:

Luigi Belluzzi

Siamo alla terza edizione di WOPART, una fiera che, già alla seconda edizione, ha registrato un notevole interesse. A cosa si deve il successo di questa fiera “particolare”?
Sicuramente al format unico e alla mancanza in Europa di Fiere che proponessero in modo così articolato e a tale spettro cronologico, dall’arte antica, al moderno, dal contemporaneo alla fotografia, una ricca offerta di opere con un solo supporto comune: la carta.

Work on paper… come viene interpretata questa richiesta specifica? Quali opere si possono trovare? Non ci sono solo incisioni e disegni…
Dai grandi maestri del passato alla fotografia contemporanea, lo spettro è veramente ampio: acquerelli, oli su carta, sculture su carta, acqueforti, disegni, proposte di giovani emergenti ed editoria d’arte, compreso il libro d’artista. Il range di prezzi spazia da poche migliaia di Franchi a diversi milioni. La forza di WOPART è anche quella di proporre a collezionisti con alto potere d’acquisto opere di grande valore, ma contemporaneamente offrire ai giovani il trampolino di lancio per intraprendere l’avvincente strada del collezionismo attraverso opere selezionate e di qualità a prezzi accessibili.

Massimiliano Gallaini, Po (river Italia), 2018, ink on japanese paper, 90×192 cm copia Courtesy Spazio Testoni

Come si relaziona la fiera con la città di Lugano, la sua offerta culturale e le sue istituzioni?
Quest’anno WOPART entra in sinergia con la città inserendosi in un contesto che prevede contemporaneamente diverse mostre internazionali, come quelle che saranno visitabili allo Spazio -1, al Lac e alla Fondazione Braglia, una giornata con tutte le gallerie aperte in città in un WOPART OFF scoppiettante e altre mostre diffuse anche in ambienti non usuali all’arte, come la mostra di Omar Galliani al The View di Lugano Paradiso.

Ci sono novità per l’edizione 2018 di WOPART?
Quattro mostre collaterali all’interno dei padiglioni, più di ottanta gallerie internazionali, una decina di talk in fiera con i protagonisti del mondo dell’arte, dalla cultura alla finanza. Le mostre in città, poi, sono un’occasione unica per passare due giorni a Lugano immersi tra arte e turismo.

Pino Pinelli, Pittura BL, 2017, tecnica mista su carta, 33.5×24 cm Courtesy Kromya Art Gallery, Lugano

Quale pubblico avete intercettato? A chi si rivolge?
Il pubblico principale è rappresentato dai collezionisti europei. Ci attendiamo una buona risposta dalla Svizzera interna e dalla Svizzera Francese, con un’attenzione al mercato Italiano a soli 70 km di distanza. WOPART si apre però anche al pubblico giovanissimo interessato all’arte e al bello che vuole intraprendere una sua collezione. Credo che WOPART sia oggi un’ottima occasione per iniziare, per conoscere, informarsi e magari per portarsi a casa un’opera della quale si sono innamorati.

Quali sono i numeri, le presenze e gli espositori per questa nuova edizione? Quali sono le vostre attese?
Saranno circa un centinaio di espositori, tra gallerie, stand di editoria d’arte e istituzioni che avranno il loro posto in fiera. L’obiettivo è quello di portare cultura e stimoli su un mercato fantastico come quello degli Work on Paper, senza nascondere la voglia di diventare nel tempo un punto di riferimento indiscusso sul tema Opere su Carta.
Per fare questo abbiamo investito molto in pr e promozione. Ci auguriamo di superare le 9000 presenze dell’anno scorso e di dare soddisfazione alle gallerie presenti sviluppando sempre di più un mercato di nicchia ma dalle grandi prospettive di crescita.

WOPART. Work on Paper Art Fair Lugano. III edition

20-23 settembre 2018

Centro Esposizioni
via Campo Marzio, Lugano (Svizzera)

Info: www.wopart.eu

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •