Ti sarà inviata una password per E-mail
VERONA | ARTVERONA 2014 | Tutti i premiati di questa edizione

Si è chiusa oggi ArtVerona 2014, una decima edizione con un programma ricco e articolato che integrandosi al format della fiera l’ha resa un vero e proprio momento di incontro e riflessione sull’arte e i linguaggi contemporanei. Un appuntamento che ha coinvolgendo privati, istituzioni, artisti e realtà infdipendenti anche grazie a numerosi premi, riconoscimenti e menzioni che sono stati consegnati durante questi quattro giorni. Sabato 11 Ottobre 2014, infatti, la Commissione ICONA, presieduta quest’anno da Cristiana Collu, direttore del MART | Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, ha selezionato dieci opere tra quelle presenti in fiera, indicandone una in particolare, come più rispondente ai fini del Concorso che intende dare riconoscimento alle Gallerie che di anno in anno partecipano alla manifestazione. Il premio consiste nell’acquisto, da parte di un collezionista, dell’opera che diventerà l’immagine della campagna di comunicazione di ArtVerona dell’anno successivo e che sarà data in deposito a un museo AMACI – Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani, che, nella fattispecie, quest’anno sarà il MART di Rovereto.

ICONA ArtVerona 2014_LuigiPresicce_Allegoria astratta_2014_Galleria Bianconi
L’opera selezionata come ICONA 2014 è Allegoria astratta dell’atelier del pittore all’inferno tra le punte gemelle di Luigi Presicce (2014, performance per un solo spettatore alla volta accompagnato, Teatro Studio, Scandicci (FI), stampa fotografica su di-bond cm 150×200, foto Dario Lasagni), presentata in fiera dalla Galleria Bianconi di Milano. La scelta è stata così motivata dalla giuria:

“La stratificazione di rimandi culturali alla storia dell’arte e della pittura, aggiornata secondo una modalità performativa, fanno sì che l’opera selezionata per il Concorso ICONA 2014 sia Allegoria astratta dell’atelier del pittore all’inferno tra le punte gemelle di Luigi Presicce. Si tratta di un lavoro inedito dove tradizione e innovazione vengono sintetizzate in modo originale coerentemente con l’identità rinnovata di ArtVerona|Art Project Fair”.

Numerose anche le opere degne di mezione da parte di questa giuria che ha segnalato anche i seguenti artisti: Faig Ahmed, Mauro Fiorese, Luis Israel Gonzales, Roberto Pietrosanti, Calicsto Ramirez, Brigitta Rossetti, Michele Spanghero, Andrea Ventura, Michele Zaza.

INDEPENDENTS_LA SOCIETà DELLO SPETTACOLO_Premio Amia
Molti i riconoscimenti anche all’interno della sezione INDEPENDENTS 5, – progetto ideato e curato per ArtVerona da Cristiano Seganfreddo, in collaborazione con Fuoribiennale, nato con l’intento di dare spazio e visibilità alle realtà artistiche e sperimentali, che si muovono in maniera autonoma rispetto al sistema istituzionale. La Giuria, composta dallo stesso Cristiano Seganfreddo, Massimiliano Tonelli, direttore di Artribune, media partner della sezione e Andrea Bruciati, direttore artistico della 10° edizione di ArtVerona, a cui si sono aggiunte le preferenze della Giuria Popolare, ha individuato quale migliore progetto sul tema indicato quest’anno – LA BOLLA – quello de La Società dello Spettacolo di Assisi con PRESENTE, progetto di situazione deliberatamente predisposta per sperimentare la costruzione e decostruzione di una bolla_limite in 8 tappe. Il progetto si è aggiudicato un premio di 2000 euro, consegnato da Amia, partner del concorso.

INDEPENDENTS_SPONGE_Menzione speciale
Le Menzioni Speciali, che prevedono una particolare visibilità sul numero di Novembre di Artribune sono andate a Fagarazzi e Zuffellato di Vicenza con il progetto BET ON UTOPIA (scommettere sull’utopia), riflessione attorno al foundraising per l’arte, che si è articolato in performance, installazione, talks e un Utopia Party; a Sponge Arte Contemporanea di Pergola (Pesaro Urbino) con MANTRA, pensiero che agisce nel contesto dell’idea di Bolla, ossia di quella virtualità che amplifica i concetti e si distacca dalla realtà delle cose, in cui il lavoro di Rocco Dubbini ha la funzione dello spillo, dell’innesco dell’esplosione per il ritorno alla normalità. Segnalate sempre dalla testata anche Sguardo Contemporaneo di Roma con NUOVA GESTIONE, progetto in progress di arte pubblica, che si caratterizza quale dispositivo per riqualificare spazi commerciali sfitti – attraverso opere site-specific e community based di arte contemporanea – costretti a chiudere per via della crisi economica e Zone di Milano con “ZONE PER IL PIANETA. Sconfinamenti e Ricerche”, un progetto a cura di Francesco Correggia, una riflessione sulla Bolla dello ‘specialismo’, in cui i partecipanti – artisti ma anche filosofi, poeti, teorici, matematici, fotografi, biologi, analisti finanziari – riflettono sullo chiusura e rigidità con cui è vissuto e impostato oggi lo specialismo.

INDEPENDENTS_FAGARAZZI E ZUFFELATO_Menzione speciale
Desal.com, piattaforma di crowdsourcing incubata in H-Farm, che attraverso concorsi di progettazione e design mette in relazione le aziende con una comunità internazionale di talenti creativi, da quest’anno è partner di ArtVerona sia per il Concorso ICONA che per WELCOME DESIGN, contest internazionale di arredo urbano per individuare il miglior progetto che nel 2015 andrà ad accompagnare i visitatori dalle biglietterie di Porta Re Teodorico fino all’ingresso dei padiglioni. Tra i 183 progetti inviati, il premio di 2000 euro è andato a Claudia Suarezahedo, prima classificata con il suo BEYOND ART PAVILION, progetto che attraverso la combinazione di forme geometriche diverse introduce alla manifestazione rimandando all’antica arte dell’origami. Una Menzione Speciale – che prevede l’esposizione del progetto ad ArtVerona 2015 – è andata a Maria Monna con “COSTATO”, che ha ideato un intervento volto ad accogliere i visitatori della fiera attraverso la metafora del respiro.

WELCOME DESIGN, Beyond Art Pavilion_Primo PremioPer il Premio acquisto Collectors for Celeste, quest’anno alla sua seconda edizione, nato grazie al consolidato network sviluppatosi dal Premio Celeste, prevede che un collezionista scelga un’opera tra quelle proposte dalle gallerie aderenti a Raw Zone – una sorta di area cruda, tesa alla ricerca e alla sperimentazione – per arricchire la propria collezione. L’opere selezionata è stata Made in Italy, 2012, altorilievo in gesso di Silvia Giambrone portata in fiera da Doppelgaenger di Bari.

Collectors for Celeste_Made in Italy_Silvia Giambrone 2012
Il riconoscimento LEVEL 0, anch’esso giunto alla seconda edizione coinvolge alcuni direttori di musei e istituzioni d’arte contemporanea italiani che individuano tra gli artisti presenti in fiera un loro prescelto, che si impegnano a promuovere nell’arco del 2015 con un talk, una pubblicazione, una mostra all’interno della propria programmazione. I sette direttori coinvolti hanno così scelto: Ilaria Bonacossa del Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce di Genova ha selezionato Serena Vestrucci, rappresentato in fiera dalla Galleria Fuoricampo di Siena; Cristiana Collu del Mart di Rovereto ha scelto Paola Angelini, rappresentata in fiera dalla Galleria Massimodeluca di Mestre; per Valerio Dehò del Kunst Merano Arte di Merano, l’artista David Rickard, rappresentato in fiera dalla Galleria Michela Rizzo di Venezia; Lorenzo Giusti del Man di Nuoro ha dato la sua preferenza a Eugenia Vanni, rappresentata in fiera dalla Galleria Fuoricampo di Siena. Letizia Ragaglia di Museion di Bolzano ha scelto Angela Glacjar, rappresentata in fiera da Antonella Cattani contemporary art di Bolzano; Alberto Salvadori del Museo Marino Marini di Firenze porterà nel capoluogo toscano Tony Fiorentino, rappresentato in fiera da Doppelaenger di Bari e Emma Zanella del MAGA di Gallarate ha selezionato Silvia Giambrone.

INDEPENDENTS_SGUARDO CONTEMPORANEO_Menzione speciale

Infine, grazie al neonato Fondo Acquisizioni ArtVerona 2014 sostenuto dalla Fondazione Domus, ArtVerona si è arricchita quest’anno di un nuovo importante strumento di promozione dell’arte. Le acquisizioni del fondo vengono decise da una Commissione composta dal prof. Luca Massimo Barbero, Direttore Artistico di Fondazione Domus; dal prof. Mario Gandolfi, Consigliere di Fondazione Domus e dal dott. Guidalberto di Canossa, Vice Presidente di Veronafiere che per questa edizione ha selezionato i lavori di Gianfranco Barucchello, Francesco Jodice, Peter Schuyff, Michael Macku, Diego Soldà, Stefano Cumia, Luca Gilli, Silvia Giambrone, Lorenzo Aceto, Luca De Angelis, Michele Lombardelli, Francesca Ferreri, Michela De Mattei, Beatrice Meoni e Jefferson Hayman

 Info: www.artverona.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi