Non sei registrato? Registrati.
Venezia | Conservatorio di Musica Benedetto Marcello | fino al 23 novembre 2019

di FRANCESCA DI GIORGIO*

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, la poesia e i testi letterari, espressione di diverse culture, sono stati fonte di ispirazione per alcuni dei migliori progetti presentati quest’anno in Laguna. “Il divano occidentale orientale” del 1819 è un libro di poemi lirici scritto da Johann Wolfang von Goethe in omaggio al poeta persiano Hafez, vissuto nel XIV secolo e di cui ricorre il duecentesimo anniversario. Un testo da “leggere” come lente per comprendere l’intreccio di relazioni e culture che il progetto The Spark is you: Parasol Unit in Venice esprime attraverso il lavoro di nove artisti iraniani contemporanei.

Apertura, tolleranza e interazioni umane e culturali sono alla base delle ricerche di artisti appartenenti a generazioni distanti tra loro. Se l’arte come la poesia (o almeno come la intendeva Goethe) può essere un ponte tra Oriente e Occidente, la mostra riesce a rendere concreto quest’incontro. Il dialogo che le opere costruiscono tra loro si materializza in un percorso, libero e non precostituito, tra i due piani del palazzo storico veneziano che ospita il Conservatorio di Musica Benedetto Marcello.

THE SPARK IS YOU: Parasol unit in Venice, installation view at Conservatorio di Musica Benedetto Marcello, Venice, 2019. Courtesy of the artist and Parasol unit. Ph. Francesco Allegretto

Un percorso a stanze. Sebbene nessuna opera prevalga sull’altra, al primo piano incontriamo quella che, forse più di altre, fornisce spunti di sintesi al progetto nel suo complesso, se lo osserviamo dal punto di vista del dato geografico di appartenenza. Pillars di Nazgol Ansarina (1979), la più giovane tra gli artisti coinvolti – e rappresentata in Italia dalla Galleria Raffaella Cortese – è la serie più recente dell’artista che, negli ultimi progetti, adotta come punto di partenza la sua città. «Negli ultimi anni, Teheran sta assistendo ad un intenso processo di trasformazione urbana, caratterizzato dalla sostituzione di appartamenti bassi con complessi di appartamenti più alti. L’artista analizza queste nuove case in cui le colonne neoclassiche hanno perso la loro funzione strutturale e sono diventate l’ultima manifestazione di ricchezza della nuova classe media».

A terra troviamo porzioni di colonne sezionate che sembrano essere pastiches di marmo dell’architettura classica persiana-romanica ma in realtà sono realizzate con pasta di carta, cartone e vernice. Ansarina utilizza queste colonne per “stamparvi” all’interno, in caratteri persiani, un Articolo tratto dalla sezione “economia e finanza” della Costituzione iraniana che riflette sulle questioni socio-economiche della vita quotidiana ed ironizza sulla natura stratificata della società iraniana, sempre più in rapida evoluzione.

* Tratto da Espoarte Digital – Speciale Venezia


THE SPARK IS YOU
Parasol unit foundation for contemporary art in Venice

Artisti: Morteza Ahmadvand, Nazgol Ansarinia, Siah Armajani, Mitra Farahani, Sahand Hesamiyan, Y.Z. Kami, Farideh Lashai, Koushna Navabi, Navid Nuur

58. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia
Evento Collaterale

a cura di Dr. Ziba Ardalan

9 maggio – 23 novembre 2019

Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia
Campo Santo Stefano, San Marco 2810

Info: www.parasol-unit.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •