Ti sarà inviata una password per E-mail
VORNO – CAPANNORI (LU) | Tenuta dello Scompiglio | 20-21-22 e 28-29 settembre 2013

La Trilogia dell’Assenza, un progetto artistico di Cecilia Bertoni composto da tre performance, ha inaugurato nel maggio 2013 un ciclo di programmazione caratterizzato dall’unione tra “fuori” e “dentro”, aprendo una nuova stagione di scambio tra spazi esterni ed interni Dello Scompiglio. Gli artisti che hanno già realizzato e mostrato il loro lavoro negli spazi esterni della Tenuta potranno completare il loro intervento elaborandone una fase all’interno, o viceversa, contribuendo così a una visione totalmente soggettiva Dello Scompiglio. Fra loro Pablo Rubio, Piero Leccese, Yael Karavan e Tanya Kabharova (The Karavan Ensemble), Mauro Carulli (ensemble CaRma), Perrine Mornay (Collectif Impatience).

20-21-22 e 28-29 settembre 2013
venerdì ore 18.15 sabato e domenica ore 16.45
Tenuta Dello Scompiglio
Collectif Impatience (F)
About Frames
Western
progetto di Perrine Mornay
con Serge Cartellier, Olivier Boréel, Gabriel Agosti
drammaturgia di Sophie Faria

About Frames, realizzato nella Tenuta Dello Scompiglio nel giugno 2012, si svolge lungo un percorso in declivio in cui i performer inventano e propongono relazioni sempre nuove fra i loro corpi e lo spazio d’azione. Come degli scienziati che procedono per ipotesi, gli artisti fabbricano una serie di esperimenti visivi all’interno di un paesaggio singolare delimitato da una cornice. Da qui nasce l’idea di Western: tre uomini propongono il concetto di spazi infiniti e di terre desertiche del “Far West” al limite della cornice della scena ma all’interno, questa volta, della scatola nera dello Spazio Performatico.

——————————————————————————————————————————————————————

21-22 e 27-28-29 settembre 2013
venerdì ore 18.15 sabato e domenica ore 16.45
Tenuta Dello Scompiglio
CaRma
Kokoro – ritratto di un hikikomori
La verità è che mi manchi
Epica Pop – video
di Mauro Carulli
con Mauro Carulli, Marco Conti, Marco di Campli San Vito
Mariagrazia Pompei, Noema Pasquali

Composto da un video-documentario e una doppia performance, questo lavoro indaga le dinamiche dell’estinzione. Epica pop è una performance nata nel 2009 nel bosco della Tenuta e riproposta sotto forma di video; in esso si documentano gli avvistamenti di una colonia di panda, formatasi nella periferia lucchese, alla ricerca di un nuovo habitat per far sopravvivere la specie. Kokoro – ritratto di un hikikomori, ambientata in una piscina, è la vicenda “epica” di un uomo che letteralmente si tuffa nell’isolamento estinguendosi sotto gli occhi di alcuni panda. Lo stesso isolamento (hikikomori) sarà anche la causa della morte del pesce rosso-protagonista Kokoro (in giapponese Cuore, ma anche unione tra mente e spirito). In La verità è che mi manchi, ultima parte del lavoro, l’estinzione si è compiuta: si analizzano le relazioni, si percepisce un senso di mancanza ma il panda ormai è un ricordo, l’immagine di qualcosa che non c’è più.

——————————————————————————————————————————————————————

29 settembre 2013
ore 14.00 SPE – Spazio Performatico ed Espositivo
Pablo Rubio. Estados indefinidos para una existencia

a cura di Antonio Arévalo
finissage e presentazione della rivista

Rappresentare la memoria di coloro che hanno lasciato un segno del loro passaggio nel mondo attraverso leggere tracce sbiadite, ombre illusorie, luoghi sotterranei e ritratti anonimi; utilizzare le cose a loro appartenute: lettere, vestiti, chiavi, oggetti, in una grande installazione, per la creazione di un quasi trattato sugli Stati indefiniti per un’esistenza.
Non parole, ma una grande installazione in cui l’artista Pablo Rubio (Cordoba, 1974) crea nuovi spazi dell’immagine attraverso le diverse trame come in una parafrasi, un’accumulazione, un carrousel. Un lavoro intimista che mira a costruire uno spazio sacro, individuale e collettivo, un non-luogo mentale e simbolico, che ha bisogno di sguardi che lo abitino, lo occupino fino a farlo riapparire, una sorta di palinsesto (da pálin psestòs, raschiato di nuovo, riferito all’uso di raschiare via le vecchie scritture dai papiri prima di riutilizzarli), che rivive attraverso tracce e brandelli di memoria. (Antonio Arévalo)

——————————————————————————————————————————————————————-

Info e prenotazioni:
Informazioni mostra Estados indefinidos para una existencia:
La mostra di Pablo Rubio, a cura di Antonio Arévalo, è aperta al pubblico dal giovedì alla domenica dalle ore 14.00 alle ore 18.00, oppure su appuntamento con ingresso euro 5,00. Nei giorni di spettacolo serale la mostra è aperta dalle ore 14.00 fino a mezz’ora dopo il termine degli spettacoli.

Dalle ore 14.00 è possibile visitare lo SPE e scoprire i vari elementi visivi della performance Trilogia dell’Assenza distribuiti negli spazi. Nel mezzanino allestito con immagini, foto ed oggetti, è possibile sfogliare e consultare le riviste degli Appunti della regista della Trilogia dell’Assenza e il catalogo della mostra Il Cimitero della Memoria.

——————————————————————————————————————————————————————–

INFO:
Associazione Culturale Dello Scompiglio
+39 0583 971475 – 338 7884145
info.ac@delloscompiglio.org
www.delloscompiglio.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi