Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Palazzo Madama | 21 dicembre 2013 – 23 febbraio 2014 

Raffaello Sanzio, Sacra Famiglia, 1506-07 circa, olio e tempera su tela, 72.5x56.5 cm, Museo Statale Ermitage, San PietroburgoProsegue il progetto di collaborazione tra Palazzo Madama e il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo che, avviato con Il Collezionista di Meraviglie. L’Ermitage di Basilewsky la mostra che lo scorso anno ha avuto un notevole riscontro, vede quest’anno un prestito d’eccezione: la Sacra Famiglia di Raffaello Sanzio (1483-1520).
A Torino quindi il pubblico potrà ammirare una delle opere più affascinanti del Rinascimento italiano, opera che nei secoli ha sempre catalizzato l’attenzione di artisti e intellettuali che, ammirati, ne hanno apprezzato la perfezione formale di equilibrio, forme, proporzioni, prospettiva e colori.
Questa Sacra famiglia, la cui datazione si attesta attorno al 1506, fu dipinta, su commissione di Guidobaldo da Montefeltro, duca di Urbino, dal giovane Raffaello dopo il suo arrivo a Firenze: allora, appena ventenne, il pittore urbinate si confrontava con i grandi maestri del Quattrocento fiorentino e con le opere impareggiabili di Leonardo e Michelangelo.
Il tema collaudato della Madonna col Bambino è stato oggetto di numerose rappresentazioni da parte dell’artista che, nella sua breve e folgorante carriera, ha saputo indagarlo e rinnovarlo con delicate e intense variazioni che hanno creato soggetti affermatesi nel tempo come modelli di riferimento nella devozione cristiana.
In quest’opera sostituisce la consueta quinta paesaggistica con un’imponente struttura architettonica che incornicia una Vergine dalla bellezza idealizzata e meditativa e un S. Giuseppe che malinconico – lo sguardo è allusivo del destino di Passione che attende il figlio –  osserva intensamente il Bambino. Il Gesù Bambino risulta incredibilmente umano e sensibile nell’aggrapparsi alla madre in cerca di protezione, quasi a voler sfuggire lo sguardo scambiato dal padre. Il Bambino è nudo allusione al Cristo come vero Uomo. Tutta la scena è pervasa da un’atmosfera di rarefatta concentrazione e delicata armonia.
L’opera fu acquistata nel 1772 dall’imperatrice Caterina II per entrare, successivamente, nelle collezioni dell’Ermitage.
Nel periodo in cui il prezioso capolavoro di Raffaello sarà a Torino, un’altra grande opera rinascimentale come il Ritratto d’uomo di Antonello da Messina, proveniente dalle collezioni di Palazzo Madama, sarà all’Ermitage, nell’ottica di rapporti non solo di scambio ma anche di collaborazione culturale e scientifica tra le due istituzioni museali.

Raffaello. La Sacra Famiglia dell’Ermitage 

21 dicembre 2013 – 23 febbraio 2014

Torre Tesori, Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica
Piazza Castello, Torino 

Orari: da martedì a sabato 10.00-18.00; domenica 10.00-19.00; la biglietteria chiude un’ora prima
Ingresso: intero Euro 10,00; ridotto Euro 8,00; gratuito under 18 anni. Mostra compresa nel biglietto del Museo 

Info: +39 011 4433501
www.palazzomadamatorino.it

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi