Ti sarà inviata una password per E-mail
TORINO | Museo delle Carceri “Le Nuove” | 15 dicembre 2013 – 10 febbraio 2014

Nell’ambito del progetto espositivo e commemorativo Dal Male dell’Uomo al Bene comune al Museo delle Carceri “Le Nuove” di Torino, l’artista milanese Fausta Squatriti (1941) propone quattro lavori di grande dimensione per la personale intitolata Ricordare per essere liberi.
Filo conduttore di questa rassegna è il tema del male, soggetto su cui l’artista lavora e riflette fin dagli Anni ’90. Quello su cui ragiona Squatriti, e che ne catalizza l’attenzione, però, non è quel “male” risultato di un dolore imposto e cagionato da catastrofi naturali, malattie o morte – fatti cui l’uomo resta completamente inerme e indifeso e contro le quali la sua resistenza rimane limitata – il suo è un male tutto umano. L’artista pensa a quel male prodotto e generato dall’uomo contro un altro uomo.

Fausta Squatriti. Ricordare per essere liberi (veduta della mostra), Museo delle Carceri “Le Nuove”, Torino

Nei suoi lavori quindi emerge la duale contraddizione dell’essere umano che, raziocinante, sa imprimere estremo dolore al suo simile (o alla natura) con ogni mezzo, ma che pure riesce a concepire grandi slanci compassionevoli. Squatriti, ricorrendo ad un articolato intreccio di arti differenti che contaminano pittura, scultura e fotografia, ricava un linguaggio idoneo a circoscrivere e mettere in risalto tutta la complessità di questo ambiguo atteggiamento dell’uomo.
I quattro lavori in mostra si interrogano e fanno interrogare, quindi, sul senso e non-senso del male e della morte stessa. Anche la sede che li ospita risulta essere una quinta congeniale: le ex Carceri Nuove di Torino, infatti, durante la Seconda Guerra Mondiale, in piena resistenza antinazista, si aprirono a migliaia di prigionieri italiani, ebrei e stranieri.

Fausta Squatriti. Ricordare per essere liberi (veduta della mostra), Museo delle Carceri “Le Nuove”, Torino

Un momento particolarmente significativo della mostra sarà il prossimo 27 gennaio quando, in occasione del Giorno della Memoria 2014, sarà esposto un libro d’arte, in copia unica, che Fausta Squatriti dedica ad un gruppo di poco più di trenta ebrei che, imprigionati in alcune carceri piemontesi, non furono mai deportati, a testimonianza della storia – oggi ancora poco conosciuta – di una sofferenza che deve essere ricordata come preziosa testimonianza di quel passato doloroso.
La presente mostra rientra nel progetto Resistenza Società e Costituzione: microstorie e valori civili con il patrocinio del MIUR Piemonte, della Regione Piemonte, della Provincia Torino, del comune di Torino, della III Circoscrizione Torino in collaborazione con l’Amministrazione Penitenziaria Piemonte e Valle d’Aosta, l’Istoreto di Toirino, l’ISTRID e l’Archivio di Stato di Torino, Vercelli, Novara. 

Fausta Squatriti. Ricordare per essere liberi

15 dicembre 2013 – 10 febbraio 2014 

Museo delle Carceri “Le Nuove”
via Paolo Borsellino 3, Torino 

Orari: da lunedì a sabato 15.00-17.00; domenica 15.00-19.00

Info: www.museolenuove.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi