Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Ventura Lambrate | 8-13 aprile 2014

Robot City – Italian Art Factory – azienda che riunisce l’esperienza di tre diverse generazioni di imprenditoria legata al marmo e che cerca sinergie tra tradizione e innovazione ponendosi come ideale interlocutore privilegiato di artisti, designer, architetti e creativi eclettici in genere – per il Fuori Salone 2014 propone Solide Senses, la particolare formula con la quale la nuova realtà imprenditoriale ha scelto di presentarsi alla ribalta internazionale in occasione del Salone del MobileSolid Senses è stato pensato come ad un progetto che, inedito, cerca l’ideale coniugazione, coerente ed armoniosa, in un unico insieme di design, arte, architettura e musica. Questa particolare combinazione di aspetti diversi della cultura creativa daranno allo spettatore il modo di vivere un’inattesa e originalissima sinfonia sensoriale.
Il progetto, che è al contempo creativo ed espositivo, vede protagonisti quattro grandi ed illustri protagonisti dell’architettura e del design, invitati a interpretare il marmo di Carrara in oggetti unici che potenziassero ed esaltassero le potenzialità espressive e funzionali di questo materiale. Il marmo, nobile, antico e affascinante mezzo che nei secoli ha tramandato l’ingegno e il talento dell’uomo, qui si trascrive nella contemporaneità più attuale e innovativa.

Stefano Giovannoni

Secondo il proprio stile, la propria visione e il proprio linguaggio, Stefano Boeri (1956), Stefano Giovannoni (1954), Alessandro Mendini (1931), Paolo Ulian (1961) hanno realizzato, in esclusiva per Robot City – Italian  Art Factory, alcune opere inedite in tiratura limitata: sono preziosi oggetti d’arredo che interpretano il marmo in modo inedito. Tutti i pezzi ibridano e contaminano forma e funzione, estetica ed ergonomia, tradizione e innovazione.

M-Piano Foto Enrico Amici
Tavolo Onda
, firmato boeridesign, è il pezzo di Stefano Boeri: un elemento in marmo paonazzo che, “scolpito” su disegno da una macchina a controllo numerico, diventa la base per un piano di cristallo. Per Boeri l’oggetto tavolo resta tavolo, l’arte sta tutta nel disegno che lo elabora e nella tecnologia che poi lo costruisce.
Ritorna l’oggetto tavolo anche in Tree Table progetto di Stefano Giovannoni che, in marmo fitomorfo con sedie zoomorfe, lega la propria funzionalità ad una dimensione ludica sempre secondo quello stile che hanno affermato il designer italiano nel mondo.
Ritorna la celeberrima Poltrona Proust – il cui progetto risale al 1978 – nella scelta di Alessandro Mendini che, per questa occasione, la presenta realizzata completamente in marmo. Peso e candore del materiale le danno un’aura nuova, divisa tra solida realtà e sognato surrealismo.

mendini1

Infine Paolo Ulian (con Moreno Ratti), nel rispetto delle sue scelte eco-sostenibili, propone la seduta Land, ricavata da da due lastre piane di marmo tagliate in modo concentrico, e l’oggetto multifunzionale Comb, panca e libreria componibile e modulare.
Per il vernissage di questa sera si terrà anche una performance d’eccezione che vede protagonista il celebre pianista David Bryan – cofondatore della band di Bon Jovi di cui è a tutt’oggi tastierista – che si esibirà in esclusiva suonando il suo M-Piano, straordinario Steinway & Sons a coda, intorno al quale è stata creata, in linea con il tema della mostra, una silhouette in marmo pregiato che contiene interamente lo strumento musicale.
Questo concerto è la seconda tappa di Carrara Idol, special tour internazionale in tre tappe del concerto per M-Piano, che, ideato dallo stesso David Bryan in collaborazione con l’eclettico imprenditore toscano Gualtiero Vanelli, si è già svolto a Carrara nel 2012 e, dopo la tappa milanese, si svolgerà a New York. Introduce la serata il gruppo toscano VICE, eseguendo un brano inedito scritto appositamente per loro da David Bryan.
L’M-Piano, realizzato dall’azienda GVM La Civiltà del Marmo con una raffinata e innovativa tecnica ingegnerizzazione, rimarrà esposto al pubblico in una sala adiacente al percorso espositivo in via Ventura.

Solid Senses. Opere di Stefano Boeri, Stefano Giovannoni, Alessandro Mendini, Paolo Ulian

8-13 Aprile 2014

Ventura Lambrate
via Massimiano 23 oppure  via Giovanni Ventura 6, Milano 

Orari: da martedì 8 a sabato 12 10.00-20.00; domenica 13 10.00-18.00; apertura serale mercoledì 9 aprile 20.00-22.00 

Concerto performance Carrara Idol #2 edition. David Bryan in concerto per M-Piano in occasione dell’inaugurazione di Solid Senses
Band d’eccezione: Matt O’Ree, chitarra solista; Eric Safka, tastiere; John Hummel, batteria; Scott Bennert,  basso; Michael Ghegan, special Guest al sax 

8 aprile 2014 ore 20.30
Solo su invito

Presso Ventura living room, Milano

Info: www.robot-city.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi