Ti sarà inviata una password per E-mail
LECCO | Galleria Melesi | 14 marzo – 9 maggio 2015

La mostra Will kommen, che la Galleria Melesi di Lecco inaugura il prossimo sabato, presenta i lavori dello scultore Eduard Habicher (1956) e nasce da un progetto realizzato appositamente per la galleria. Il titolo della rassegna, infatti, prende spunto da quello omonimo che l’artista altoatesino ha voluto per una scultura che sarà lasciata in permanenza nello spazio lecchese. L’opera, posta all’ingresso della galleria e installata in occasione dell’apertura di questa personale, saluterà i suoi ospiti e i visitatori accogliendoli con l’abbraccio delle sue ali di acciaio rosso.
Alta tre metri e composta dalla consueta leggerezza eterea tipica di Habicher, che sottrae sempre il peso alla sua scultura facendola diventare un segno nell’ambiente, quest’opera al “will kommen” (che letteralmente traduciamo con “voglio venire”) sembra rispondere con “willkommen!” (ovvero “sei benvenuto!”).

Eduard Habicher

Un modo di accogliere e ricevere con ospitalità che, del resto, rispecchia esattamente i modi e il fare di Sabina Melesi, gallerista la cui gentilezza e disponibilità e il cui pronto benvenuto ci è noto da tempo. Un senso di ospitalità che recepisce il desiderio di confronto, conoscenza, scambio – sull’arte e non solo – con l’altro, che sono da sempre alla base delle sue proposte espositive. La scultura di Habicher resterà, quindi, come testimonianza immediata di questo senso di generosa apertura.
In mostra si ammirano, poi, otto scultore che lasciano ondeggiare le loro forme d’acciaio inox alla cui leggerezza si combinano blocchi di vetro blu di Murano e/o putrelle rosse. Queste forme libere e aperte contraddicono e superano la naturale staticità della scultura e si propongono come interpunti segnici nello spazio, caratterizzati da un inatteso dinamismo mobile e fluttuante.
Il vetro, fragile, viene sospeso e abbracciato – nuovamente si dichiara la possibilità di accoglimento di queste opere – dall’acciaio: la scultura sembra, quindi, salvare e preservare la delicata trasparenza del vetro dalla sua caduta e dall’inevitabile rottura.
L’azione di Habicher sulla scultura ne scardina i principi costituenti e, rispetto al valore e al legame col “materiale”, sposta l’attenzione sulla dimensione del gesto, del segno che tocca lo spazio, si mette in moto, danza, resta in equilibrio nell’ambiente. La dimensione ambientale dell’espressione dell’artista altoatesino pone attenzione su quella fondamentale concezione che appartiene alla natura delle sue opere, ovvero quella di rideterminare la percezione di quanto sta loro intorno. Lo spazio-ambiente, da quello chiuso di una galleria o un museo a quello aperto di luoghi abitati o naturali, viene  sollecitato in una vibrazione imprevedibile, sembra oscillare: la leggerezza del ferro, assottigliato e alleggerito diventa capace di muovere la fisicità di quanto la circonda, la scultura anima la visione attraverso la delicata, effimera, fuggevolezza di una poesia senza peso.

Eduard Habicher. Will kommen

14 marzo – 9 maggio 2015
Inaugurazione sabato 14 marzo 2015 ore 18.30 

Galleria Melesi
Via Mascari 54, Lecco 

Orari: da martedì a sabato 16.00-19.00, altri orari su appuntamento

Info: +39 0341 360348; +39 348 4538002
info@galleriamelesi.com
www.galleriamelesi.com 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi