Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Antonia Jannone Disegni di Architettura | 10 marzo – 4 aprile 2015

La galleria Antonia Jannone Disegni di Architettura di Milano propone una mostra dedicata ad una grande personalità dell’architettura e del design italiano contemporaneo come Michele De Lucchi (1951).
Noto per i suoi lavori per le maggiori aziende e industrie italiane e per i suoi progetti e interventi architettonici, De Lucchi accosta da sempre all’impegno del lavoro professionale una sua personale ricerca artistica che lo vede interessarsi e applicarsi ad una considerazione e un’analisi di temi e tematiche legate all’artigianato e alla tecnologia.
Soggetto prescelto per questa mostra nella galleria milanese di Antonia Jannone – per la cui linea d’indagine ha scelto di dedicarsi al disegno d’architettura come forma d’arte in grado di eliminare la funzione strettamente progettuale per  esprimere la parte più intima e poetica degli architetti e dei designer – sono 20 sculture in legno di noce e alcuni disegni e schizzi preparatori che presentano il tema della baracca, della costruzione precaria e provvisoria, cui  De Lucchi ha dedicato questi lavori tutti realizzati nel corso del 2014.

Michele De Lucchi. Baracche e baracchette, Antonia Jannone. Disegni di Architettura, Milano

Dice lo stesso Michele De Lucchi:

“Le mie baracche e baracchette sono fatte di legno. Tanti pezzetti di legno incollati insieme con pazienza. È la colla la pazienza. Senza, le baracche non diventano baracche. Hanno i tetti piccoli piccoli o grandi grandi. Non ci sono vie di mezzo perché non esiste convenzionalità e regola compositiva. Le proporzioni sono casuali, ma mai fuori luogo. Difficile riconoscere porte e finestre che del resto non sono necessarie a priori. In una vera baracca possono essere aperte o chiuse in ogni momento e in ogni posizione. Nulla è definitivo. Nulla è immutabile. Nulla è eterno. Le baracche siamo noi.”

Questi edifici si presentano incerti e tremolanti e la loro composizione appare certamente approssimativa e con geometrie indefinibili e sgangherate, ancorché ricche di dettagli.
I particolari risultano, infatti, a dispetto del soggetto, studiati con cura tanto nella combinazione dei diversi materiali, quanto nella scelta cromatica.
Più ci si accosta alle loro forme più troviamo una visione elaborata e complessa nell’insieme finale e l’edificio, aperto ad una libera interpretazione non progettuale, re-inventa soluzioni costruttive più intelligenti e libere.
La mostra si completa con un catalogo disponibile in galleria.

Michele De Lucchi. Baracche e baracchette 

10 marzo – 4 aprile 2015
Inaugurazione martedì 10 marzo 2015 ore 18.30

Antonia Jannone. Disegni di Architettura
Corso Garibaldi 125, Milano 

Orari: da martedì a sabato 15.30-19.30; mattina su appuntamento
Ingresso libero 

Info: +39 02 29002930
info@antoniajannone.it
www.antoniajannone.it 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi