Ti sarà inviata una password per E-mail

L’appuntamento con MiArt quest’anno è fissato dal 26 al 29 marzo con tradizionale preview su invito nella giornata di giovedì 25 marzo nei padiglioni cittadini di fieramilanocity…

I curatori
Prosegue il lavoro di ricerca e di innovazione di Giacinto Di Pietrantonio, per il secondo anno curatore del settore Contemporaneo. È qui che, eliminando la divisione temporale a favore di una comprensione a 360° di tendenze e ricerche, i nomi affermati dell’arte del nostro tempo si incontrano con gli astri nascenti più interessanti, nomi su cui scommettono e investono le gallerie più sperimentali, che costituiscono le novità più fresche del mercato e attirano grandi collezionisti ma anche giovani appassionati.
Donatella Volontè è il curatore del settore Moderno, dove si concentrano le più prestigiose gallerie italiane e straniere che trovano in MiArt una vetrina perfetta per il loro mercato e presentano proposte eccellenti della produzione italiana e internazionale.
Dal Futurismo alla Metafisica, dal Cubismo all’Informale, dalle Avanguardie all’Arte Povera, opere qualitativamente e culturalmente di grande interesse per un mercato, quello di Milano, che vanta collezionisti provenienti da tutto il mondo.
A loro si aggiungono, per il 2010 nuove figure:
Fra le novità c’è il catalogo, la cui curatela è stata affidata a Giorgio Verzotti. Non più solo una guida alla fiera; l’edizione 2010 del catalogo MiArt conterrà il primo di una serie di saggi che intende fare la storia delle gallerie italiane, o se si vuole, la storia dell’arte italiana attraverso le sue gallerie. Il progetto completo si articolerà in più interventi critici, ciascuno dedicato a un periodo storico e a un tema, e coprirà l’attività delle gallerie italiane dagli albori delle avanguardie storiche fino ad oggi, per più di un secolo di lavoro nel mercato dell’arte. Un vero e proprio libro d’arte, dunque, corredato in più da bellissime immagini di Armin Linke realizzate in esclusiva per MiArt. Le foto dell’artista caratterizzeranno anche tutta la campagna promozionale di questa edizione di MiArt (Gabriele Basilico invece era stato il protagonista con le sue foto dell’edizione 2009).
Altra nuova figura è quella di Milovan Farronato che curerà De Arte Disputatio, incontri vis a vis, convegni, tavole rotonde, performance e interviste articolate in 4 sezioni tematiche che si rincorrono in 3 giornate dedicate ciascuna all’approfondimento di un tema specifico. Quattro le sezioni tematiche: Eorum Vox (parola ai collezionisti), un ciclo di doppie interviste dedicate a delineare il collezionismo d’oggi e il profilo eteroclita dei collezionisti, il loro punto di vista e le loro metodologie operative; Libera opinione expositio, serie di tavole rotonde finalizzate a mettere in evidenza le nuove prospettive culturali delle istituzioni più importanti in Italia e a evidenziare l’importanza paritetica delle libere iniziative no-profit, dei nuovi spazi indipendenti operativi sul territorio; Inter artem et elegantiam peregrinationes, divagazioni tra arte e moda: artisti e fashion designer a confronto per evidenziare possibilità di nuove sinergie e confronti. Interludium fulminei interventi artistici ad hoc con il compito di precedere o concludere, coronare o antecedere gli incontri in programma curati e realizzati in collaborazione con alcuni artisti che animano le dinamiche alternative e sperimentali degli “Artist Run Space” attivi a Milano.

Il comitato consultivo

Rinnovato, rispetto al 2009, il comitato consultivo. I componenti sono i galleristi Marco Altavilla, Paola Guadagnino, Epicarmo Invernizzi, Francesca Minini, Mauro Nicoletti, Lorcan O’Neill, Mario Pieroni, Mimmo Scognamiglio, Giulio Tega. A loro è affidata la selezione delle gallerie partecipanti nel 2010.

Il comitato d’onore
Nuovi nomi anche per il Comitato d’onore composto da figure che, con strumenti e modalità diverse, sostengono e promuovono le arti: Flavio Albanese, Corrado Beldì, Daniel Bosser, Pierluigi Cerri, Paolo Consolandi, Lieven Declerk, Ernesto Esposito, Giorgio Fasol, Alessandro Mendini, Giovanni Puglisi, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo.

Gli eventi speciali

_In fiera. Nell’ottica del rafforzamento del rapporto con i collezionisti MiArt e ACACIA  – associazione che riunisce collezionisti ed amanti dell’arte –  dallo scorso anno portano avanti una collaborazione volta a sostenere i giovani artisti. Nel 2010, per la prima volta, il vincitore del prestigioso Premio ACACIA, dedicato ad un artista contemporaneo emergente, verrà annunciato nella conferenza stampa di apertura della fiera. La mostra INVITO, a lui dedicata e ospitata nella residenza privata di un collezionista, verrà aperta a collezionisti, giornalisti ed operatori del settore in questa data, per creare una sinergia con la fiera e il suo pubblico e dare all’artista premiato una ribalta internazionale. L’idea è quella di puntare i riflettori sull’eccellenza italiana, gratificando con un contributo di 15.000 euro il cammino creativo di giovani artisti che sempre più frequentemente conquistano la scena artistica straniera, prima di quella italiana. In questi anni il Premio ACACIA è stato attribuito a Mario Airò, Francesco Gennari, Sabrina Mezzaqui, Adrian Paci, Paola Pivi, Grazia Toderi e Francesco Vezzoli. Altra iniziativa speciale è il Premio Rotary Club Milano Brera per l’arte contemporanea e i giovani artisti, che consiste nella selezione della migliore opera di un artista under 35 scelto dalla giuria durante i giorni di fiera tra gli artisti presentati dalle gallerie. L’opera sarà poi donata al costituendo Museo di Arte Contemporanea.
_Fuori fiera. MiArt e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, dal 13 al 31 marzo 2010 presentano al PAC la mostra “IBRIDO, Genetica delle forme d’arte”, a cura di Giacinto di Pietrantonio e Francesco Garutti. “Ibrido” non sarà una semplice esposizione di opere d’arte, ma uno spazio complesso fatto di video, istallazioni, pitture, disegni, film, fotografie, oggetti, riviste, libri, musica, performances, conferenze. La mostra parte dai padri storici di tali mutamenti, come Joseph Beuys e Michelangelo Pistoletto per le tematiche dell’ecologia ambientale, Giulio Paolini per le dinamiche concettuali; e ancora dalla trasformazione degli spazi abitativi tra architettura e design rintracciabile nell’eredità modernista dei gruppi cinetici di artisti transitivi come Getulio Alviani, senza trascurare Alessandro Mendini sul versante della postmodernità e le esperienze radicali di Gianni Pettena. La mostra attraversa le ricerche di artisti delle generazioni successive fino ad arrivare ai nostri giorni.
Enjoy MiArt – Numerose istituzioni apriranno i loro spazi espositivi per ospitare mostre e iniziative, offrendo ai visitatori della fiera l’occasione per scoprire, insieme a MiArt, le interessanti proposte del vitale tessuto culturale cittadino. Come negli anni passati, STARTMILANO programma un’apertura straordinaria delle gallerie del circuito per il 27 marzo. Le gallerie rimarranno infatti aperte il sabato fino alle ore 22, dando vita a una vera e propria notte dell’arte in città. La sinergia con il territorio è rappresentata dalle iniziative di TWISTER, rete dei musei d’arte contemporanea lombardi.

Il Fondo Acquisti
Avviato lo scorso anno grazie all’Associazione Amici di MiArt, si conferma anche per il 2010 il Fondo Acquisti, un’importante opportunità per le gallerie partecipanti e per gli artisti. L’associazione, senza scopo di lucro, sostiene e promuove l’arte contemporanea attraverso l’acquisto di opere presenti a MiArt per esporle in luoghi di pubblica fruizione della città di Milano. Il Comitato Scientifico per gli acquisti si avvale di due personalità riconosciute nel sistema internazionale dell’arte: Massimiliano Gioni e Giorgio Verzotti che già per il 2009 hanno operato una rigorosa scelta che ha portato all’acquisizione di 18 opere per un investimento complessivo di oltre 250.000 euro. Si tratta di lavori di artisti contemporanei italiani e stranieri, affermati ed emergenti che vanno a costituire una sorta di memoria storica della fiera, una forma di patrimonio collettivo che testimonia il lavoro delle gallerie e dell’intera città attorno all’arte contemporanea. Le opere scelte devono promuovere le nuove tendenze, ma anche rivalutare artisti di grande interesse del nostro passato recente.

La fiera in breve:
MiArt 2010
26 – 29 marzo 2010
Inaugurazione giovedì 25 marzo su invito
fieramilanocity, padiglioni 3-4
Ingresso Porta Teodorico 11
viale Scarampo, Milano
Info: + 39 02 48550420
www.miart.it

In alto:
Vedute MiArt 2009

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi