Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Palazzo Reale | 24 settembre 2013 – 16 febbraio 2014

di MATTEO GALBIATI

Il 20 maggio del 1950 un gruppo di artisti, prevalentemente facenti parte dell’Espressionismo Astratto americano, scrissero una lettera di risentita protesta, pubblicata sul New York Times, con cui espressero tutto il loro ribelle disappunto per l’ingiusta esclusione delle loro opere da una grande mostra che il Metropolitan Museum dedicava all’arte americana. I destinatari erano Francis Henry Taylor, direttore del Metropolitan e Robert Beverly Hale, conservatore aggiunto per l’arte americana dello stesso museo. Tra i firmatari di quello storico documento – tutti immortalati in una celebre fotografia di Nina Leen – troviamo quelli più conosciuti di Jackson Pollock, Willem de Kooning, Mark Rothko, Robert Motherwell e Barnett Newman. Un atto che passò alla storia e che li rese famosi, secondo l’etichetta con cui li definì l’Herald Tribune, come il “gruppo degli Irascibili”.
A Milano ritroviamo il percorso di questa fondamentale fase della storia dell’arte recente –  non solo americana ma internazionale, che contribuì a spostare l’epicentro del fermento artistico dall’Europa, con Parigi in testa come capitale di riferimento, agli Stati Uniti e a New York quale nuova Mecca della contemporaneità – riassunto in 49 capolavori che tracciano un percorso che muove dagli anni ’30 agli anni ’60 del Novecento.
La mostra è esito di quella collaborazione che Palazzo Reale ha avviato con i maggiori musei internazionali che, con i loro prestiti d’eccezione, contribuiscono a seguire e tracciare percorsi di analisi di temi legati alla storia dell’arte: protagonista in questo caso è il Whitney Museum di New York, istituzione che fin dall’inizio ha sostenuto e promosso proprio le ricerche degli “Irascibili”.
Se il visitatore poco attento – che non bada ai sottotitoli delle mostre! – si aspetta la grande mostra monografica dedicata alla “mitica” figura di Pollock compie un errore clamoroso e resterà, forse, deluso: il senso di questa esposizione è proprio quello di inquadrare un frammento della storia del recente passato, da cui si sono originate quelle rivoluzioni, soprattutto nel segno della libertà di pensiero e azione dell’individuo, che hanno radicalmente mutato gli orientamenti e i linguaggi dell’arte del secondo Dopoguerra, partendo da un’attenta selezione dei capolavori delle collezioni del Whitney. Un’analisi quindi specifica e indirizzata su un nucleo preciso di opere. Non una personale e non solo i capolavori del maestro del dripping.
Attraverso le opere esposte si potranno leggere con attenzione tutte le tensioni e i differenti esiti che si sono verificati in quella stagione, dal gesto liberatorio e istintivo di Jackson Pollock fino ad arrivare alla suggestiva poesia cromatica, lirica e animosa di sentimento, di Mark Rothko. Protagonista il colore che emerge dalla semi oscurità di un allestimento sobrio e senza vezzi che ne enfatizza la potente individualità: le cromie si susseguono e ritrovano la vitalità di un reciproco confronto nelle espressioni dei loro protagonisti.

Questa mostra – celebrazione di avvio dell’Autunno Americano a Milano – mantiene, intensa e concentrata, uno sguardo preciso, compiendo un itinerario che si compone spesso di piacevoli scoperte e visioni inedite o, quanto meno, non manualistiche.
Agevolano il percorso del pubblico una serie di filmati e documenti video che aiutano a penetrare con maggior senso le idee e i contenuti delle ricerche di questi artisti. Non da ultimo ci sentiamo di segnalare l’ottimo lavoro eseguito con le pratiche audioguide, i cui contenuti alternano le indicazione e le spiegazioni su opere e periodi storici agli interventi diretti del curatore. Un linguaggio preciso ed essenziale che arriva chiaro ed esaustivo a tutti. Audioguida compresa nel prezzo del biglietto. 

Pollock e gli irascibili. La scuola di New York
a cura di Carter E. Foster e Luca Beatrice
prodotta da Artehemisia Group e da 24Ore Cultura – Gruppo24Ore
promossa da Assessorato alla Cultura del Comune di Milano 

24 settembre 2013 – 16 febbraio 2014

Palazzo Reale
Piazza Duomo 12, Milano 

Orari: lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30
Ingresso: Intero Euro 11,00; ridotto Euro 9,50; ridotto speciale Euro 5,50; gruppi di almeno 15 persone Euro 9,50 e gruppi Touring Club e FAI Euro 5,50; scuole Euro 5,50 

Info: +39 02 92800375
www.mostrapollock.it
www.comune.milano.it/palazzoreale

 

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi