Non sei registrato? Registrati.
Sto caricando la mappa ....

Data/Orario
14 Set 2018 - 16 Set 2018
00:00 - 23:59

Luogo
Alzheimer Fest

Info

cardena.felipe@gmail.com

Questo evento è stato inserito da:
Rubino

Categoria


Felipe Cardeña – The Way of the Shaman

Installazione ideata per la seconda edizione dell’Alzheimer Fest di Levico Terme (Trento) dal 14 al 16 settembre.

Realizzato in collaborazione con Fondazione Maimeri, Milano.

La serie di fotografie racchiuse sotto il nome di The Way of the Shaman, La via dello Sciamano, realizzate per Felipe Cardeña Project da Stefania Spadoni in occasione della seconda edizione dell’Alzheimer Fest, è un’ulteriore tappa nel percorso creativo e di crescita della Felipe Cardeña Crew, che, come in altre occasioni, rovescia il punto di vista sul mondo: la persona colpita da Alzheimer, considerata dalla società un malato da tollerare, da aiutare o al limite da compatire, viene invece assurto, nella concezione “tribale” della crew, al ruolo di “Capo tribù” di un gruppo che ha per l’appunto fatto dell’immaginazione, dell’inconoscibile oltre che della potenza e della vastità della propria visione interiore (punti nevralgici della malattia degenerativa) il proprio punto di forza e la chiave di riferimento del mondo.

Ecco allora che gli anziani pazienti, acconciati per l’occasione con le stoffe e i vestiti autoprodotti e ideati dai ragazzi della crew (confezionati a mano e fortemente debitori di un’estetica di tipo guerrigliero-hippy), vengono così ad assumere, nella finzione fotografica, il ruolo di Grandi vecchi, di “Capi indiani”, se non addirittura di sciamani o guaritori, capaci, proprio tramite la loro malattia, di relazionarsi con le forze della natura e con le energie sottili del cosmo, ormai divenute fatalmente invisibili agli uomini “civilizzati”. E trovando così un’inaspettata consonanza e vicinanza di visioni con i ragazzi della crew, che della libertà dell’immaginazione e dell’abbandono della razionalità hanno fatto la loro principale bandiera.

La Felipe Cardeña Crew è un gruppo di una decina di ragazzi, tutti compresi tra i 16 e i 18 anni, portatori di un’estetica e di una filosofia di vita folle, colorata e selvaggia, fatta di arte partecipata, condivisa, popolare e libertaria, che ha nel lavoro del misterioso artista spagnolo Felipe Cardeña il suo punto di riferimento, ma composta anche di performance, di canti, balli, proclami rivoluzionari e situazioni gioiosamente antagoniste e libertarie, basate sul rifiuto delle regole e delle gerarchie del potere, del mercato e del denaro.

Tra le loro performance, ricordiamo quella intitolata “Gioia e Rivoluzione”, andata in scena presso la Libreria Mondadori in Piazza Duomo, a Milano, nell’ottobre 2017, e quella intitolata “Swag e Rivoluzione” interpretata alla Libreria Feltrinelli, sempre a Milano, nell’aprile 2018 in occasione della presentazione del volume “Swag Negro” (Rizzoli) del rapper Bello Figo, di cui Felipe Cardeña disegnato la cover.

Il loro manifesto teorico è racchiuso in quel curioso proclama, realizzato e declamato nel corso della performance alla Mondadori, intitolato “Gioia e Rivoluzione”, dove i ragazzi recitavano (in tre lingue diverse): “Noi oggi, che come i futuristi della prima ora non abbiamo padri né nonni cui portare rispetto, noi, il più vecchio dei quali non ha ancora compiuto vent’anni, noi dichiariamo solennemente qua, che la vecchia era è morta, perché il turno dell’immaginazione è finalmente arrivato… Le nostre sole armi saranno quelle dell’irriverenza, della baldanza e della mancanza di buon senso. I nostri alleati, tutti coloro che non hanno paura di volare…”.

Condividi su...
  • 8
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •