Ti sarà inviata una password per E-mail
Bologna | CUBO Unipol | 11 aprile – 1 giugno 2018

Dal 2016, CUBO sostiene il Premio Arteam Cup, ideato dall’Associazione Culturale Arteam, perché crede nello sviluppo del talento e perché in linea con la mission del premio, volta alla crescita e alla valorizzazione di artisti emergenti. La vincitrice del Premio 2017 Anna Skoromnaya, sarà ospite allo Spazio Arte di CUBO dall’11 aprile al 1 giugno 2018.

Anna Skoromnaya, Cotton Candy Maker, frames

Anna Skoromnaya, Cotton Candy Maker, frames

Alla sua presenza, mercoledì 11 aprile 2018 alle ore 18.00 si inaugura KINDERGARTEN. Childhood Denied a cura di Matteo Galbiati, il nuovo progetto espositivo pensato dalla giovane artista bielorussa. Si tratta di un parco giochi molto particolare, dove mancano i bambini nell’atto di giocare e al loro posto sono rimaste le immagini in movimento, le voci evocate dalle filastrocche di sottofondo, inglobate all’interno delle forme come fossero giocattoli. È un viaggio surreale tra le macerie di un fragile e delicato tema, quello della negazione dei diritti dell’infanzia, attraverso un lavoro artistico intenso, con una forte capacità di restituire all’opera d’arte contemporanea il compito di farsi portatrice di riflessioni non solo estetiche e culturali ma anche sociali. I bambini soldato, le spose bambine, il lavoro minorile sono solo alcuni dei volti di questa infanzia violata a cui è negata ogni possibilità e Anna Skoromnaya, nella serie Kindergarten, leva il suo incontenibile grido di vergogna verso ciò a cui ha sentito il dovere e prima ancora l’impellente bisogno di dare forma.

Alle opere della serie Popcorn Machine e Cream Hand Mixer #1 e #2, già presentate in occasione di precedenti mostre, si affiancano due opere inedite realizzate appositamente per lo Spazio Arte di CUBO, Cotton Candy Maker #1 e #2, dedicate al dramma delle spose bambine. Tutto si svolge sotto un’apparente aurea di normalità, ci sono bambini, altalene, scivoli, costruzioni colorate, c’è l’apparente quiete e tranquillità di un ambiente dove tutto appare ordinato e sicuro come del resto ci si aspetta in un luogo deputato all’infanzia quale un parco giochi o un asilo. L’illusione di vivere uno scenario di apparente normalità svela il suo volto più crudo nel momento in cui – rapiti da colori, suoni, immagini – ci si scontra con l’effettiva realtà dei fatti: gli ologrammi di Anna Skoromnaya ritraggono bambini oppressi, sfruttati e maltrattati, intenti a compiere azioni o a vivere situazioni che solo l’atrocità della cronaca di ogni giorno ci ricorda essere reali.

Anna Skoromnaya, Cotton Candy Maker, frames

Anna Skoromnaya, Cotton Candy Maker, frames

“Ciò che nella quotidianità di un mondo globalizzato ha la parvenza del normale esistere, in luoghi in cui la ragione sembra aver abbandonato la sua funzione, vige un’infanzia negata, in cui i bambini sono obbligati ad essere adulti e a muoversi negli spazi di un KINDERGARTEN che nulla possiede dell’amenità e dell’allegria che caratterizza un normale asilo per l’infanzia” scrive Antonio D’Amico nel testo in catalogo alla mostra di Must Gallery a LUGANO.

Il progetto espositivo di CUBO è arricchito da un’applicazione multimediale costruita ad hoc che permette di ampliare in modo intuitivo e autonomo i contenuti inerenti la mostra.

Con questo progetto CUBO prosegue nella volontà di rendere versatile e sperimentale lo Spazio ARTE, affidandolo alla progettualità di artisti emergenti e anche a chi, con un percorso già affermato, desidera presentare per la prima volta al pubblico un nuovo progetto o lo stato della propria ricerca. Spazio ARTE si propone come finestra di dialogo verso i temi della contemporaneità, come contenitore aperto, curioso, coraggioso e inclusivo: un punto di riferimento italiano per la sperimentazione artistica.

BIOGRAFIE

Anna Skoromnaya
Nata a Minsk nel 1986 in Bielorussia, si specializza in grafica d’arte all’Accademia di Minsk e nel 2008 vince una borsa di studio del Governo italiano per l’Accademia di Belle Arti di Firenze dove laurea in pittura nel 2013, anno in cui ottiene l’incarico di docente di disegno e pittura all’Accademia di Belle Arti di Sanremo, dove si trasferisce. Nello stesso anno nasce l’Anna Skoromnaya Art Studio dove l’artista porta avanti una costante attività di ricerca e sperimentazione sui new media, dando vita prima alla serie multimediale “S.O.S. CODE” e nel 2017 alla serie “KINDERGARTEN”, che prevede la rielaborazione innovativa di tecniche olografiche e l’utilizzo di monitor incorporati nel cuore di installazioni che affrontano il tema dell’infanzia negata. Vive e lavora tra Genova e Firenze.

Matteo Galbiati
Critico e curatore. È il direttore web della testata Espoarte, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia di Brescia, tiene regolarmente conferenze e corsi d’arte per istituzioni pubbliche e private. È tra i curatori del Premio Arti visive San Fedele di Milano.

KINDERGARTEN. Childhood Denied
Mostra di Anna Skoromnaya, vincitrice del premio Arteam Cup 2017
a cura di Matteo Galbiati

11 aprile – 1 giugno 2018
Inaugurazione: mercoledì 11 aprile 2018, ore 18.00

Spazio Arte
CUBO Centro Unipol BOlogna
Piazza Vieira De Mello 3 e 5, Bologna

Info:
www.cubounipol.it
arte@cubounipol.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi