Ti sarà inviata una password per E-mail
LA SPEZIA | CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea | 8 dicembre 2013 – 1 giugno

La fine del 2013 segna l’inizio di una nuova fase espositiva per il CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia con la scelta di una programmazione organica che coinvolge l’intero museo attraverso progetti ed esposizioni che affrontano un unico linguaggio artistico alla volta in tutte le sue varie declinazioni. Inaugura sabato 7 dicembre con l’apertura al pubblico di un primo ciclo di mostre, questa nuova impostazione voluta da Francesca Cattoi, nuovo consulente artistico del Museo dal marzo 2013. Il progetto intende focalizzarsi sull’aspetto tecnico del fare artistico, le sue sfide e potenzialità intrinseche e, per questa prima fase, il medium analizzato è quello fotografico.

Alessandro Vincenzi, Rosemarie's Baby 2011

Il percorso espositivo si snoda lungo tutto l’edificio e ogni piano ne segna un capitolo: al Piano Zero Leggere Fotografie – Reading Photographs è un’indagine sul legame tra fotografia e libro d’artista. La mostra, che riflette sulla necessità oggettuale dell’opera d’arte in un’epoca caratterizata dal digitale come quella attuale, si articola in due fasi: la prima mette in evidenza l’aspetto passionale della raccolta, della conservazione e della diffusione di importanti collezioni private come ad esempio quella ricca e ragionata di Giorgio Maffei, mentre la seconda apre l’orizzonte dell’indagine verso il panorama editoriale contemporaneo proponendo una selezione di autoproduzioni individuali come quelle di Anouk Kruithof e Lorenzo Vitturi e pubblicazioni di case editrici indipendenti come Mack Books, Roma Publications.

Salendo al Piano Uno si trova Due visioni – Two Visions, la doppia personale dei fotografi Jacopo Benassi e Cristiano Guerri, che si collega all’esposizione al piano zero per la stretta connessione al mondo dell’editoria dei due artisti ideatori delle pubblicazioni fotografiche come AntiBtomic publishing, Btomiczine e 0_100.  Le due visioni di Benassi e Guerri si incontrano, e scontrano per certi versi, nella sala centrale del primo piano, mentre in una sala adiacente i due fotografi accolgono l’opera di personalità a loro affini per poetica e vissuto, tanto da sentirle come fondamentali per lo sviluppo della loro consapevolezza artistica. Benassi e Guerri sono nati alla Spezia e grazie alla loro professione hanno percorso le strade del mondo costruendo una cerchia di amicizie e collaborazioni creative che hanno nutrito il loro lavoro e le loro storie creando un corpus di immagini coerente e intenso.

Cristiano Guerri

Iniziato la scorsa estate continua al Piano Due, il progetto Brumeggiare dedicato alla presentazione del patrimonio artistico delle raccolte civiche e delle collezioni della Spezia tra arte, storia e territorio. La mostra analizza gli sviluppi storici e politici della città ligure attraverso dipinti, fotografie, oggetti e materiale di ricerca, utilizzati come “esche” (“Brumeggiare” significa infatti gettare in mare un miscuglio di avanzi di cibo e di pulitura di pesce allo scopo di attirare i pesci) in grado di dimostrare come l’arte contemporanea sia collegata ad altri contenuti e al quotidiano di tutti. In tal senso, sono stati ideati anche dei talk a cadenza quindicinale aperti al pubblico a corollario dell’esposizione.

Chiude idealmente il percorso espositivo un’ulteriore selezione di opere delle collezioni civiche ospitata nella Project Room che per certi versi si collega ai lavori esposti al Piano Zero. Fotografie dalle collezioni è un viaggio attraverso le collezioni Cozzani e Battolini, con uno sguardo rivolto ad artisti – come ad esempio Man Ray, László Moholy-Nagy, Gilbert & George, Michelangelo Pistoletto – che hanno utilizzato la fotografia in modo ibrido, accostandola alla pittura e alla scultura oppure inserendola all’interno delle poetiche dell’arte concettuale e processuale.

Leggere fotografie – reading photographs
A cura di Francesca Cattoi, Mario Commone, Saul Marcadent

8 dicembre 2013 – 1 giugno 2014

Inaugurazione 7 dicembre 2013, ore 18.00

Due visioni — Two Visions. Fotografie di Jacopo Benassi e Cristiano Guerri

A cura di Jacopo Benassi, Francesca Cattoi e Cristiano Guerri
In collaborazione con Marco Cendron

8 dicembre 2013 – 1 giugno 2014
Inaugurazione 7 dicembre 2013, ore 18.00

Project Room – Fotografie dalle collezioni
a cura di Francesca Cattoi
In collaborazione con Eleonora Acerbi, Silvia Benvenuti e Marco Cendron

8 dicembre 2013 – 1 giugno 2014
Inaugurazione: 7 dicembre, ore 18.00

Brumeggiare. Le collezioni della Spezia tra arte, storia e territorio
A cura di Francesca Cattoi

In collaborazione con Diego Ballani, Tristan Boniver, Lara Conte, Eleonora Acerbi; Archivio Direzione Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia; Archivio Documentazione fotografica e multimediale Sergio Fregoso, La Spezia

29 giugno 2013 – 1 giugno 2014

CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia
Piazza Cesare Battisti 1, La Spezia

Info: +39 0187 734593
camec@comune.sp.it
www.camec.spezianet.it

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi