Ti sarà inviata una password per E-mail
Torino | Piazza San Carlo | 9 novembre 2013 – 12 gennaio 2014 

Dopo l’ultima mostra al Parco del Valentino nel 2006, dal 9 novembre è tornato a Torino il progetto ManifesTO, iniziativa dedicata all’affissione di una selezione opere d’arte contemporanea nello spazio pubblico della città.

ManifesTO, Gianluigi Toccafondo, La sposa, 2000, courtesy Infinito LDT Gallery, Torino

Il progetto, nato nel 2001 a complemento di Luci d’Artista con l’intento di far uscire l’arte dai suoi spazi “convenzionali” avvicinando il pubblico ai linguaggi del contemporaneo,  vuole ridisegnare i luoghi della quotidianità urbana esponendo, in questa edizione in Piazza San Carlo, 30 manifesti firmati da Per Barclay, Matteo Basilè, Corrado Bonomi, Paolo Consorti, Giacomo Costa, Jessica Craig-Martin, Marco De Luca, Brandy Eve Allen, Rev. Ethan Acres, Omar Galliani, Armida Gandini, Piero Gilardi, Paolo Grassino, Nan Goldin, Francesco Jodice, Alessandro Kokocinski, Paolo Leonardo, Masbedo, Andrea Massaioli, Zwelethu Mthethwa, Shirin Neshat, Sergio Ragalzi, Paola Risoli, Sara Rossi, Georges Rousse, Luisa Valentini, Costa Vece, Vedovamazzei, Maurizio Vetrugno e Gianluigi Toccafondo.

“L’idea di intervenire nello spazio pubblico con manifesti stradali di grandi dimensioni e forte impatto visivo è stata determinata dal carattere temporaneo e non invasivo del manifesto e dalla sua familiarità entro l’orizzonte pieno di segni e segnali della città contemporanea. Le gallerie hanno invitato gli artisti a misurarsi con questo strumento che dall’uso tradizionale, legato al messaggio pubblicitario, si è trasformato in opera d’arte e, soprattutto, in elemento di comunicazione tra artista e pubblico, tra artista e passante, avvicinato alla conoscenza di un ambito spesso avvertito come difficilmente comprensibile. I manifesti costituiscono una sorta di grande ‘mostra all’aperto’, ‘visitabile’ dalla città e dalle sue strade.  ‘Oggetti’ consueti nell’orizzonte urbano, come luci e luminarie, a cui la progettazione degli artisti ha modificato il contenuto, attribuendo all’arte contemporanea una funzione nello spazio pubblico”. Dichiarazioni del 2005 di Federica Rosso, allora presidente  di TAG- Turin Art Galleries e Giampiero Biasutti, allora Presidente dell’A.L.P.G.A.M.G. Associazione Ligure e Piemontese Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea.

La rassegna, inizialmente proposta della T.A.G. (acronimo per Turin Art Galleries), è stata accolta e promossa dall’Assessorato alla Cultura della Città e ha coinvolto anche la GAM di Torino e l’A.L.P.G.A.M.G. (acronimo per Associazione Ligure e Piemontese Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea): la scelta metodologica prende le mosse dall’abitudine comune di percepire la comunicazione pubblicitaria su grande formato. La sostituzione di un messaggio  prettamente commerciale con la ricerca artistica contemporanea è la chiave del progetto che intende disorientare e stimolare l’osservatore utilizzando un canale che gli è familiare veicolando una comunicazione nuova che ha canoni estetici e finalità assai differenti.

Con ManifesTO l’espressione individuale dell’artista, la sua opera, giunge al pubblico attraverso un medium solitamente dedicato al racconto del prodotto, creato seguendo logiche di mercato e ripetibile all’infinito, rendendo l’arte contemporanea facilmente accessibile a tutti con il suo inserimento nello spazio urbano. Anche questa edizione di ManifesTO è oggi come allora un corollario diurno – ma visibile anche di notte – a Luci d’Artista sino al 12 gennaio 2014.

ManifesTO

9 novembre 2013 – 12 gennaio 2014

Piazza San Carlo, Torino

Info: +39 011/4421932
mariella.continisio@comune.torino.it
www.comune.torino.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi