Ti sarà inviata una password per E-mail
PERUGIA | Miomao | 15 settembre – 11 ottobre 2012

‘Caso’ editoriale in un anno di crisi del settore. Riuscitissimo esperimento di Becco Giallo, casa editrice di successo attenta a nuove forme e formati di proposta dell’oggetto libro. Il graphic novel più recensito, e con toni entusiastici, della stagione 2011-2012.
Cena con Gramsci
è la riuscita prova di due artisti che perseguono assieme, da più di un decennio, una ricerca autoriale e curatoriale attorno alle più diverse declinazioni politiche del linguaggio fumettistico.
Elettra Stamboulis
, poetessa, saggista e curatrice, ha regolato i ritmi e il racconto, distillando, dallo spettacolo teatrale cui il fumetto è ispirato, una narrazione sospesa tra prosa e lirica, ironia e riflessione, gioco e approfondimento.
Gianluca Costantini
, da sempre fedele al predicato realista per cui “ogni libro ha bisogno di uno stile particolare”, ha mescolato il linearismo pop dei comics, sempre calibrato sulla sofisticata tradizione calligrafica che scorre nelle sue vene di ravennate doc, con rivisitazioni collagistiche di foto d’epoca, in molti casi esposte alla recente mostra itinerante dedicata alla storia del PCI.

da Fermoimmagine | Espoarte #76

GIANLUCA COSTANTINI A CENA CON… GRAMSCI
Intervista a GIANLUCA COSTANTINI
di Francesca Di Giorgio

Costantini incontra Gramsci… Dove?
Lo incontra sulla carta… prima lo conosceva solo di vista. La sua faccia ipnotica mi aveva sempre affascinato, ma mi era lontano come pensiero. In questo momento invece Gramsci è attualissimo e contemporaneo. Una ispirazione.

Dal segno (personale) al disegno (collettivo)…
Credo di aver raggiunto un non-stile ormai. In ogni libro che faccio lo stile varia e cambia, indossa il vestito della storia. Per “Cena con Gramsci” sono serviti due vestiti, per immaginare le due storie parallele: il presente e il passato.

Parole in libertà ma dal glossario gramsciano
Nel fumetto le parole, possono, essere libere. Slegate da un legame dalle immagini ma comunque unite come fratelli siamesi. Il fumetto può far parte del glossario gramsciano.

«La verità è sempre rivoluzionaria». Per questo disegni fumetti?
“Ogni movimento rivoluzionario è romatico, per definizione” Antonio Gramsci.
Il fumetto è l’arte più rivoluzionaria e romantica del nuovo millennio, il disegno può manifestare idee sulla carta.

Gramsci. Una biografia a fumetti è il primo dei tre eventi proposti dalla Galleria Miomao per festeggiare il traguardo dei cinque anni di attività. La mostra Gramsci è un invito a riscoprire, con l’aiuto dei due artisti, l’attualità di Gramsci pensatore, al di là di schieramenti partitici o letture bidimensionali e di avvicinarsi, ancora una volta, alla geniale maestria eclettica di Gianluca Costantini, artista che con la Galleria Miomao ha realizzato diverse prestigiose mostre monografiche (Sangue in Algeria, Perugia, 2008; Salon du dessin contemporain, Parigi, 2009).

Gramsci. Una biografia a fumetti

Galleria Miomao
via Podiani 19-21, Perugia

Inaugurazione sabato 15 settembre, dalle ore 18.30
15 settembre-11 ottobre 2012

Orari: martedì-sabato, 15-19 | altri orari su appuntamento
Info: +39 347 7831708 – info@miomao.net

www.miomao.net

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi